Storie di… Memoria

1 minuto di lettura

L’incontro di mercoledì 26 gennaio al Bertotto con gli scrittori Giorgia Bellone e Andrea Parodi ricorderà le vittime civili e militari del nazifascismo, in occasione del Giorno della Memoria

Il Giorno della Memoria quest’anno è un’occasione importante per ricordare due persone che hanno vissuto vicino a noi sul nostro territorio e sono state vittime del nazifascismo. L’assessorato alla Cultura in collaborazione con l’Anpi cittadina e la biblioteca civica Primo Levi di Avigliana, organizza un incontro mercoledì 26 gennaio alle 20,30 all’auditorium Daniele Bertotto con Giorgia Bellone, autrice di “Sognando di Volare” e Andrea Parodi, autore di “Gli eroi di Unterlüss, la storia dei 44 ufficiali Imi nei lager nazisti”. Nel corso della serata si racconteranno due storie esemplari, quella di un civile, Ottavio Allasio (scomparso pochi giorni fa a 93 anni), deportato da Bussoleno nei lager nazisti quando aveva appena 15 anni e quella dell’internato militare Carlo Grieco, eroe aviglianese d’adozione, morto nel 1980.

Giorgia Bellone, psicologa, nipote di Ottavio Allasio ha descritto nel suo romanzo la storia avventurosa del nonno deportato civile nei lager nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale. Un racconto a due voci, quella del protagonista che descrive i fatti, dal rastrellamento alla partenza nel giorno del 16esimo compleanno, all’arrivo in Germania dove il giovanissimo Ottavio fu messo a lavorare in fabbriche che costruivano armamenti, alla vita nei lager, fino al ritorno a casa, magro e irriconoscibile. Per completare il ritratto, i racconti del nonno Ottavio sono alternati alle esperienze di vita della nipote in chiave più personale.

Andrea Parodi, storico e giornalista, nel suo saggio affronta il tema degli Internati militari italiani, ovvero dei soldati italiani catturati, rastrellati e deportati nei territori della Germania nei giorni immediatamente successivi alla proclamazione dell’armistizio dell’Italia, l’8 settembre 1943. Il Giorno del 27 gennaio è stato istituito in Italia con legge del 20 luglio 2000 in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico, dei militari e civili italiani che hanno subito la deportazione nei campi nazisti.

Ottavio Allasio
Ottavio Allasio

«Nel Giorno della Memoria 2022 – dichiara Paola Babbini, assessora alla Cultura – dedichiamo questo evento a Ottavio Allasio, recentemente scomparso a 93 anni dopo una vita di testimonianza di quello che fu il nazifascismo. Allasio per molti anni non raccontò la propria storia. Diceva soltanto di essere stato in Germania a lavorare in fabbrica. Negli ultimi anni qualcosa si risvegliò in lui e iniziò a testimoniare nelle scuole, con i giovani, affinché non si perdesse il ricordo di quella tragedia. Insieme ad Allasio e a tutte le altre vittime, in questa occasione sarà anche ricordato il partigiano Ferruccio Gallo, a cui fu intitolata una brigata partigiana e la cui Medaglia al valor militare alla memoria è stata donata al Comune di Avigliana dal fratello Diego Gallo recentemente scomparso. Nato in Francia e operaio del Dinamitificio Nobel, il partigiano Gallo fu catturato fucilato dai nazifascisti a Coazze il 24 gennaio del 1945, esattamente 77 anni fa».

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Art bonus

Prossimo articolo

Rischio incendi elevato

Ultime notizie di Cultura

Festa della vendemmia

Rinviata a domenica 25 settembre, causa maltempo, la Festa della Vendemmia. Dal pomeriggio a tarda sera,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: