Consiglio comunale del 22 aprile 2024

12 minuti di lettura

Lunedì 22 aprile 2024 alle 18 nella sala consiliare si riunisce il Consiglio comunale per discutere i 19 punti all’Ordine del giorno  

Avigliana 18 aprile 2024 – Si comunica che lunedì 22 aprile 2024 alle 18 presso la sala consiliare, si riunirà, in seduta pubblica ordinaria, il Consiglio comunale, per la trattazione dell’Ordine del giorno di seguito riportato.

In attuazione dei principi di partecipazione dei cittadini alla vita pubblica della propria comunità, dalle 18 alle 18,30 si svolge il question time, la seduta di Consiglio aperta per le domande dei cittadini, regolata con delibera consiliare n. 67 del 17/10/2013.

Diretta streaming su Magnetofono

Live blog

Con la convocazione dei comizi elettorali per le elezioni amministrative ed Europee sono scattate (e attive) le disposizioni della Legge 22 febbraio 2000 n. 28 (Disciplina della comunicazione istituzionale e obblighi di informazione) riguardanti la comunicazione delle Pubbliche Amministrazioni in periodo elettorale. L’art. 9 prescrive: «Dalla data di convocazione dei comizi elettorali e fino alla chiusura delle operazioni di voto è fatto divieto a tutte le Amministrazioni pubbliche di svolgere attività di comunicazione a eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l’efficace assolvimento delle proprie funzioni».

18,35 – Il vicepresidente presiede la seduta odierna in sostituzione del presidente che oggi è assente. L’appello vede 14 consiglieri presenti. La parola va al sindaco per le comunicazioni. Il sindaco annuncia l’inizio dei lavori in piazza del Popolo per il 13 maggio e ricorda l’avvio dei lavori per la succursale dell’Istituto Galileo Galilei. Interviene il capogruppo di Progetto adesso Avigliana sul tema delle compensazioni Tav, della stazione di Ferriera e sullo spostamento del mercato. A seguire l’intervento del capogruppo di Avigliana Città aperta sul 25 aprile.

18,50 – Si passa al secondo punto con l’approvazione delle sedute dei due Consigli comunali precedenti. Il consiglio delibera quindi l’approvazione con 5 astenuti e 9 favorevoli.

18,52 – L’assessora al Bilancio introduce il punto 3 all’Odg  spiegando che è stato necessario apportare variazioni alle dotazioni di competenza e di cassa e dei prelievi fondi nel rispetto del Bilancio.

18,54 – Sul punto 4 continua l’assessora al Bilancio: le variazioni al bilancio hanno riguardato fondi urgenti in ambito assistenziale, altri fondi per il progetto nazionale Sai (Sistema accoglienza e integrazione per famiglie) a cui Avigliana aderisce, spese per l’introduzione della gara delle pulizie, l’acquisto di attrezzature sportive per il progetto Baskin. Sono stati inoltre introitati due contributi da destinare all’ex Dinamitificio e un contributo da destinare ai Vigili del Fuoco per le attività collegate alla Protezione civile. Segue il dibattito. Si passa alla votazione sulla ratifica con 5 voti contrari e 9 favorevoli, il punto è approvato.

19,09 – L’assessora al Bilancio illustra il punto 5: sono state reperite risorse dall’assicurazione per gli stabili danneggiati dal vento di dicembre e dalle piogge per 30mila e 200 euro. Si passa alla votazione: il punto è approvato con 4 voti contrari e 9 favorevoli.

19,11 – L’assessora al Bilancio illustra anche il punto 6 e chiede l’approvazione del rendiconto 2023 che comprende il conto del Bilancio, lo stato patrimoniale, il conto economico e tutti gli allegati. Il risultato del rendiconto è stato condizionato dalle entrate ed è stato svolto dagli uffici comunali un lavoro molto puntuale sul recupero dell’evasione e sull’eliminazione dei crediti residui attivi inesigibili. Segue dibattito con l’intervento, per le risposte ai consiglieri di minoranza, della responsabile dell’Area economico finanziaria del Comune di Avigliana. Si passa al voto che vede 5 contrari e 9 favorevoli. Il punto è approvato.

19,31 – L’assessora al Bilancio relaziona sul punto 7: la variazione è frutto di un lavoro degli ultimi mesi, suddivisa per maggiori entrate e relative spese correlate (manutenzioni patrimoniali e sul territorio, tassa sui rifiuti, ristrutturazioni e manutenzioni straordinarie delle sedi degli uffici comunali, interventi di recupero degli impianti sportivi, adeguamento del cimitero, manutenzione straordinaria e sistemazione strade), minori entrate, applicazione avanzo accantonato (altri accantonamenti) del risultato di amministrazione 2023, maggiori spese. Il punto è approvato con 9 voti favorevoli e 5 contrari.

19,43 – L’assessora al Bilancio illustra il punto 8 sull’approvazione delle tariffe Tari, da approvare entro il 30 aprile di ogni anno. Gli importi sono di 2milioni 585mila, 896 euro: quest’anno c’è una differente ripartizione tra la parte variabile e la parte fissa (che è di 1 milione e 59mila euro). La suddivisione scelta dall’Amministrazione di distribuzione dei costi del Piano economico finanziario relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani, considera il numero complessivo di utenze domestiche e il numero di utenze non domestiche attive sul territorio, relativamente ai metri quadrati in uso dalle varie utenze desunti dal programma di gestione della Tassa rifiuti. L’Amministrazione, in vista della necessità di applicazione del metodo normalizzato ha effettuato negli anni indagini conoscitive-pratiche sul servizio di raccolta dei rifiuti, condotte, da soggetti diversi in collaborazione con il servizio preposto, al fine di determinare la quantità e qualità di rifiuti prodotti dalle utenze. Inizia il dibattito. Il capogruppo di Progetto adesso Avigliana rileva un aumento del 10% nella Tari e richiede se ci esista una simulazione. Risponde l’assessora che esiste un aumento dei costi di gestione e che soltanto l’inflazione sui costi è di circa il 13%; su indicazione di Acsel sono state ridistribuite le percentuali tra utenze domestiche e non domestiche. La simulazione dell’ufficio economato è stata fatta sulle utenze domestiche: per esempio 4 componenti in 100 metri quadri nel 2023 pagavano 304 euro e nel 2024 pagheranno 354 euro. Il voto vede 9 voti favorevoli e 5 contrari così come l’immediata eseguibilità.

20,15 – Ancora l’assessora al Bilancio interviene sul punto 9 limitatamente alla volontà dell’Amministrazione di spostare l’area del mercato contestualmente ai lavori di piazza del Popolo. Gli operatori del mercato saranno sostenuti per l’annualità 2024 rispetto 50% del canone unico patrimoniale. Una richiesta di emendamento, subito ritirata, arriva dal capogruppo di Progetto adesso Avigliana che annuncia voto favorevole. Con 1 consigliere astenuto e 13 favorevoli, il Consiglio approva.

20,27 – Si anticipa il punto 12. Si sospende la seduta.

20,50 – La seduta riprende con la discussione del punto 12 sul Piano territoriale per l’installazione di stazioni radio base per la telefonia mobile, approvato a maggioranza nel corso del Consiglio del novembre 2021, e sul regolamento per il triennio 2024-2026. In collegamento la società Polab srl di Cascina, Pisa, consulente del Comune in materia di elettromagnetismo ambientale, che illustra le modifiche al regolamento per l’installazione delle antenne di telefonia mobile per il prossimo triennio. Il piano, precisa il sindaco, è una previsione sulla base dei piani di sviluppo degli operatori di telefonia mobile. Non è detto che le antenne saranno realizzate. In questo caso l’unica antenna nuova sarebbe da installare sul palazzo comunale nel rispetto di criteri molto restrittivi della Soprintendenza. In altri casi, qualora l’operatore decida di installare una nuova antenna, questa si appoggerebbe a supporti già esistenti. Inizia il dibattito. Il capogruppo di Progetto adesso Avigliana annuncia voto contrario perché non concorda sull’installazione dell’antenna sul palazzo comunale e chiede quale sia l’introito. L’ingegnere di Polab spiega che il canone annuo si aggira sui 12mila euro all’anno. Il sindaco ringrazia l’ingegnere di Polab intervenuto in collegamento. Si passa alla votazione con 5 consiglieri contrari e 9 favorevoli. Il Consiglio approva.

21,17 – Si sospende la seduta per qualche minuto.

21,21 – La seduta riprende con il punto 10 all’Ordine del giorno. Relaziona l’assessore al Patrimonio. In seguito alla convenzione fra il Comune di Avigliana ed il “Teatro Regio Società Cooperativa a Responsabilità Limitata” si stabilisce la cessione in proprietà dello stabile di corso Torino 178 bis destinato  all’edilizia economica e popolare per 75mila euro circa. Il Consiglio approva all’unanimità con 14 voti favorevoli.

21, 28 – L’assessore alle Aree verdi relaziona sul punto 11 relativo al regolamento per la gestione del verde pubblico, con contratto di sponsorizzazione. L’Amministrazione comunale aveva approvato lo scorso anno il regolamento del verde ornamentale pubblico e privato. Nel regolamento si chiariva che sarebbe stato possibile affidare la gestione di aree verdi tramite sponsorizzazione, nel rispetto del codice della strada. L’ufficio tecnico ha predisposto il regolamento per disciplinare le sponsorizzazioni, articolato in 16 puntiu che definiscono durata dei contratti, soggetti ammessi, modalità di gestione della manutenzione, l’elenco delle aree, gli oneri e gli obblighi a carico dello sponsor, le verifiche, le norme che regolamentano i cartelli di sponsorizzazione. Inizia il dibattito sul punto con l’intervento del consigliere di Progetto adesso Avigliana che invita a rimuovere le responsabilità sugli atti vandalici o gli eventuali incidenti. Il capogruppo di Progetto adesso Avigliana sottolinea che bisognerebbe ridurre le responsabilità per eventuali danni. Si passa quindi all’emendamento dell’articolo 8 quarto comma che sarà così eliminato dal regolamento. Il punto è approvato all’unanimità.

21,45 – Illustra il punto 13 l’assessora allo Sport. La balneazione sul Lago Grande è regolamentata con apposita ordinanza del sindaco in seguito all’emissione da parte della Regione Piemonte del “Decreto per l’individuazione delle zone utilizzabili e non utilizzabili ai fini balneari”. Durante la balneazione in acque libere vige l’obbligo per i bagnanti di dotarsi di apposita boa di segnalazione da tenere fissata al corpo. Si apre il dibattito con l’intervento del capogruppo di Per Avigliana e del capogruppo di Progetto adesso Avigliana che chiedono chi fornirà le boe. Replica l’assessora allo Sport che nel corso della manifestazione estiva “Nuota in Comune” le boe erano state fornite dall’organizzazione. Con un astenuto e 13 voti favorevoli il punto è approvato e reso immediatamente eseguibile.

21,55 – Si passa alle mozioni con il punto numero 14: l’insufficiente illuminazione rende pericolosa la viabilità in corrispondenza della rotonda all’intersezione tra corso Torino e corso Europa, mentre la realizzazione dell’aiuola in corrispondenza del Movicentro, a lato della corsia in direzione Torino, ha determinato lo spostamento della fermata del trasporto pubblico locale, così che i passeggeri si trovano ora a scendere dai mezzi in situazione di maggiore rischio per loro e di maggiore intralcio per la circolazione. La mozione chiede di mettere in sicurezza l’intersezione tra i due corsi e la fermata di trasporto pubblico. Si apre la discussione generale. Replica l’assessore ai Lavori pubblici spiegando che non sono stati ancora completati i lavori e la tracciatura della segnaletica orizzontale sarà fatta a breve con il completamento dei lavori. Sul completamento dell’illuminazione invece l’Amministrazione si è attivata con EnelX per un costo previsto di 7500 euro. L’assessore chiede di ritirare la mozione. Il gruppo conferma la volontà di votare la mozione che viene respinta con 9 voti contrari e 5 favorevoli.

22,05 – Il sindaco chiede di trattare insieme l’interrogazione del punto 15 e la mozione del punto 17. Si decide di invertire il punto 16 e il punto 17 in modo da trattare in maniera consequenziale i due punti sullo stesso argomento. Il capogruppo di Per Avigliana illustra l’interrogazione: nei mesi scorsi è stato pubblicato un rapporto di Greenpeace in merito ai dati sui cosiddetti “inquinanti eterni”: i Pfas, i quali contaminano le acque di ben più di 70 Comuni nel territorio della città metropolitana di Torino e della Val Susa. Si interroga quindi il sindaco o l’assessore competente al fine di conoscere, la situazione attuale in merito alla potabilità dell’acqua pubblica nel Comune di Avigliana, di conoscere le cause che hanno generato il problema, di sapere se l’Amministrazione è interessata a una serata pubblica al fine di informare i cittadini.
Risponde il sindaco citando la risposta di Smat pubblicata su Avigliana notizie il 9 febbraio e quelle dell’Istituto di Sanità e dell’Asl To3. I valori registrati nel territorio dell’Unione montana Val di Susa sono abbastanza omogenei, mentre in Alta Valle sono stati riscontrati picchi di concentrazione. Il tema dei cantieri presenti a Chiomonte e Gravere può essere fonte di approfondimento. A Bardonecchia è stato attivato un tavolo permanente di monitoraggio che ha coinvolto Smat, Arpa e Asl To3. Si attendono i dati disaggregati per associare a ciascun punto di prelievo il tipo di Pfas e in quale quantità sia presente.

22,16 – Si tratta il punto 17, espone la mozione il capogruppo di Progetto adesso Avigliana che chiede che il Consiglio comunale impegni il sindaco e la Giunta comunale ad attivarsi tempestivamente per procedere con l’installazione di depuratori d’acqua nelle mense degli edifici pubblici di proprietà comunale. Replica l’assessora all’Istruzione che – facendo riferimento anche all’interrogazione precedente – il tema preoccupa tutti. L’Amministrazione si è attivata fin da subito per affrontare questo tema, cercando di capire quale sia la strategia più efficace. È stato quindi chiesto un parere a Smat che ha confermato quanto già detto, non ha ravvisato un carattere di urgenza e ha rassicurato sul fatto che non esistano rischi per la salute. È stato chiesto un parere alla società che offre consulenza sulla mensa, la quale ha scritto che: è necessario comprendere se i sistemi di depurazione possano eliminare queste sostanze; installando depuratori ci potrebbero essere effetti collaterali come la desalinizzazione spinta dell’acqua. La società ha risposto altresì che nemmeno l’acqua in bottiglia è garantita dal punto di vista dell’assenza di Pfas. Alla luce della risposta, l’Amministrazione propone un emendamento che sostituisce il deliberato dell’ordine del giorno in cui si impegni il sindaco e la Giunta per il monitoraggio e la ricerca dei Pfas alla ricerca di una strategia efficace per rimuovere gli inquinanti, anche eventualmente attraverso l’installazione di depuratori, qualora ritenuti utili allo scopo. La mozione è posta al voto con l’emendamento e approvata all’unanimità con 14 voti favorevoli.

22,44 – L’assessore alla Mobilità sostenibile illustra il punto 16. Nell’aprile del 2022 l’Italia approvava li Piano nazionale per la sicurezza stradale 2030, che prevede la riduzione del 50% entro li 2030 delle vittime e dei feriti gravi per incidenti stradali rispetto al 2019 e il loro azzeramento entro il 2050, in ottemperanza alla Dichiarazione di Stoccolma del febbraio 2020 che auspica una vision “zero vittime” per li 2050. Per l’attuazione del Pnss sono stimate necessarie risorse complessive per 1,4 miliardi di euro, tra fondi nazionali e cofinanziamento degli enti locali. La mozione di Avigliana Città Aperta impegna il sindaco e la Giunta a intervenire urgentemente, anche attraverso l’Anci, sia regionale sia nazionale, presso il Governo e il Parlamento affinché siano eliminate dalla riforma del codice della strada e dai successivi decreti legislativi delegati e decreti attuativi le norme in contrasto con li Piano nazionale per la sicurezza stradale 2030; siano eliminate dalla riforma del codice della strada e dai successivi decreti legislativi delegati e decreti attuativi le norme che limitano la possibilità dei Comuni di intervenire sulla gestione della mobilità urbana e della viabilità stradale, nel rispetto dell’attribuzione agli stessi delle funzioni amministrative secondo li principio di sussidiarietà prevista dall’articolo 118 della Costituzione; siano promossi interventi normativi e finanziari a favore della mobilità attiva e del potenziamento del trasporto pubblico locale, che agevolino percorsi verso le Città 30, e vengano individuate con urgenza le risorse previste dal Piano per la realizzazione degli interventi previsti. Un documento simile è stato approvato dai Consigli comunali di Torino, Milano, Napoli e Bologna.
Si apre la discussione generale in cui l’opposizione si dimostra contraria. Con 9 voti favorevoli e 5 contrari il punto è approvato.

23,19 – Il capogruppo di Progetto adesso Avigliana illustra l’interrogazione sul campeggio di proprietà comunale di via Giaveno 23: il campeggio risulta attualmente chiuso, a seguito di contenzioso giudiziario con l’ultimo gestore, la stagione turistica è ormai iniziata, la chiusura della suddetta infrastruttura comporta un sicuro danno per l’offerta turistica locale e una perdita economica per il Comune. Appare quindi necessario procedere rapidamente affinché il campeggio di proprietà comunale riapra. Risponde il sindaco che la società che ha gestito il campeggio risulta morosa e non ha adempiuto ai lavori di manutenzione previsti dal contratto. Il sindaco illustra tutte le tappe della vicenda giudiziaria. In seguito a un accordo tra la società che gestisce il campeggio e il Comune, la gestione può continuare fino al mese di ottobre. In seguito la società si impegna affinché il campeggio rientri nella disponibilità del Comune.

23,30 – Si affronta l’ultimo punto all’Ordine del giorno sullo spostamento temporaneo del mercato in corso Torino. Illustra l’interrogazione la consigliera del gruppo Progetto adesso Avigliana che chiede informazioni sulla viabilità. L’assessore ai Lavori pubblici spiega quali saranno gli orari in cui la viabilità in corso Torino sarà interdetta, comprese le operazioni di pulizia a conclusione del mercato. Sono stati individuati parcheggi come attestamento per il mercato. In merito al trasporto pubblico locale sono state infine attivate nuove fermate per via della chiusura dell’intersezione di corso Torino con corso Dora.

23,34 – Il presidente dichiara chiusa la seduta.

Ordine del giorno

1

Comunicazioni

2

Approvazione verbali Consigli comunali del 27.11.2023 e del 20.12.2023

3

Comunicazione delle variazioni alle dotazioni di competenza e di cassa e dei prelievi fondi adottate dalla Giunta comunale

4

Ratifica deliberazione di Giunta comunale n. 29 del 26/02/2024 avente per oggetto: “Art. 175 c. 4 D.lgs. 18 agosto 2000 n. 267– variazione al bilancio di previsione annualità 2024 e 2025 in via d’urgenza”

5

Ratifica deliberazione di Giunta comunale n. 58 del 3/4/2024 avente per oggetto: “Art. 175 c. 4 D.lgs. 18 agosto 2000 n. 267– variazione al bilancio di previsione annualità 2024 in via d’urgenza”

6

Rendiconto 2023 e relativi allegati. Approvazione

7

Art. 175 D.lgs. n. 267 del 18 agosto 2000 – variazione al bilancio di previsione 2024/ 2026

8

Tari anno 2024 – approvazione tariffe con metodo normalizzato 2024 – presa d’atto validità aggiornamento Pef 2024/2026

9

Regolamento per l’applicazione del canone unico patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria approvato con deliberazione di C.c. n. 50 del 29.04.2022 – approvazione modifiche

10

Rimozione dei vincoli articolo 35 legge 865/71 convenzione Teatro Regio. Approvazione perizia

11

Approvazione regolamento per la gestione delle aree a verde pubblico con contratto di sponsorizzazione

12

Piano territoriale per l’installazione di stazioni radio base per la telefonia mobile e regolamento triennio 2024-2026

13

Modifica al regolamento di polizia urbana

14

Mozione presentata dal gruppo consiliare Progetto adesso Avigliana con oggetto: messa in sicurezza di corso Torino

15

Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Per Avigliana con oggetto: acquedotto pubblico: criticità emerse da rapporto Greenpeace

16

Ordine del giorno presentato dal gruppo consiliare Avigliana città aperta con oggetto: il nuovo codice della strada rispetti il Piano nazionale per la sicurezza stradale 2030

17

Mozione presentata dal gruppo consiliare Progetto adesso Avigliana con oggetto: installazione di depuratori d’acqua nelle mense degli edifici scolastici di proprietà comunale

18

Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Progetto adesso Avigliana con oggetto: affidamento della gestione del campeggio comunale

19

Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Progetto adesso Avigliana con oggetto: gestione della viabilità nei corsi Torino e Dora in occasione del mercato settimanale.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Castello: sistemata la scalinata in pietra

Prossimo articolo

Prolungata l’accensione del riscaldamento

Ultime notizie di Comune

25 aprile 2024

Il programma delle manifestazioni in occasione del 79esimo anniversario della Liberazione