Succursale Galilei, iniziano i lavori

/
1 minuto di lettura

Venerdì 19 aprile alle 10 si terrà la cerimonia ufficiale per l’inizio dei lavori di costruzione della nuova sede della succursale dell’Istituto tecnico statale commerciale e per geometri Galileo Galilei di via Nicol 35

Avigliana, 12 aprile 2024 – Alla cerimonia ufficiale per l’inizio dei lavori di costruzione della nuova sede della succursale dell’Istituto tecnico statale commerciale e per geometri Galileo Galilei saranno presenti il vicesindaco metropolitano Jacopo Suppo, il sindaco di Avigliana, Andrea Archinà e le altre autorità locali, la dirigenza scolastica e una rappresentanza degli studenti dell’istituto. Nelle settimane scorse il cantiere per la nuova sede della succursale del Galileo Galilei è stato consegnato alla ditta che eseguirà i lavori relativi ad uno dei più importanti progetti di edilizia scolastica finanziati dal Pnrr nel territorio della Città metropolitana di Torino. Il nuovo edificio sorgerà accanto a quello attuale, realizzato negli Anni ’80 e attualmente frequentato da circa 400 studenti, distribuiti in 20 aule. La demolizione dell’edificio attuale avverrà a conclusione dell’intervento principale, consentendo agli studenti di proseguire la didattica senza particolari difficoltà.
Il progetto del nuovo edificio scolastico prevede un fabbricato con due piani fuori terra, a pianta poligonale, con un patio centrale. I progettisti hanno delineato un volume compatto ma articolato, sfaccettato per offrire diverse prospettive e per mitigare la percezione delle sue dimensioni. L’edificio sarà collocato nella parte Sud del complesso scolastico, fra l’attuale palestra e il confine verso piazzale Che Guevara.

La superficie coperta della nuova succursale sarà di 1523 metri quadrati, mentre la superficie calpestabile complessiva arriverà a 2300 metri quadrati. Ogni aula avrà una superficie di 49 metri quadrati e potrà accogliere sino a 22 studenti. Per contribuire all’approvvigionamento elettrico saranno installati 364 metri quadrati di pannelli fotovoltaici.
Il progetto di fattibilità tecnico-economica, approvato nell’estate del 2023, prevede una spesa di poco inferiore ai 6 milioni di euro, di cui 4.088.680 euro stanziati dall’Unione Europea con i fondi della Missione 2 del Pnrr Missione 2, dedicata a “Rivoluzione verde e transizione ecologica”. I quasi 2 milioni di euro necessari al completamento dell’opera sono stati stanziati dalla Città metropolitana di Torino.
Il nuovo edificio tiene conto di parametri ambientali come il rispetto del paesaggio, il minor consumo di suolo possibile e il risparmio energetico.

Il Galileo Galilei di Avigliana è una scuola storica, con una tradizione consolidata: dagli anni ‘60 a oggi ha diplomato oltre 5000 studenti in arrivo sia dalla Bassa che dall’Alta Valle di Susa. La decisione di procedere con la demolizione dei due fabbricati scolastici esistenti e con la ricostruzione in un’altra porzione di terreno deriva dalla valutazione dell’alto costo di adeguamento dei fabbricati alle norme sismiche e a quelle sul risparmio energetico. A far propendere per la soluzione di una demolizione e ricostruzione è stata anche la valutazione degli elevati costi per il rifacimento degli impianti e delle finiture interne, che si assomma alle problematiche manutentive complesse e di difficile risoluzione emerse negli ultimi anni.

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Riscopri la Statio ad fines

Prossimo articolo

Lo scrittore Davide Longo ad Avigliana

Ultime notizie di Istruzione