Consiglio comunale, 29 marzo 2021

22 minuti di lettura

Lunedì 29 marzo  2021 si terrà il Consiglio Comunale a partire dalle 17,30 in modalità on line. Sono 23 i punti all’Ordine del giorno

Il Consiglio comunale di lunedì 29 marzo 2021 si riunirà on line alle 17,30 per la trattazione dell’Ordine del giorno di seguito riportato. A causa dell’emergenza sanitaria in corso:

la pubblicità della seduta sarà garantita mediante diretta streaming su YouTube; il link sarà disponibile sul sito istituzionale del Comune di Avigliana pochi minuti prima dell’inizio della riunione.
le domande dei cittadini possono essere inoltrate esclusivamente via e-mail all’indirizzo segreteria.avigliana@ruparpiemonte.it entro le 12 del giorno della seduta. Saranno trattate all’inizio del Consiglio Comunale.

Live blog del Consiglio comunale del 29 marzo 2021

18,00 – La seduta inizia con l’appello e le comunicazioni.

18,25 – Si approvano i verbali delle sedute precedenti con 13 voti favorevoli e 3 astenuti.

18,27 – Il sindaco porta in votazione la variazione di bilancio allo scopo di perseguire gli obiettivi programmati dall’Amministrazione comunale, in base alle richieste pervenute dai vari direttori di Area: storno di fondi per la sostituzione di una maternità nell’Area Lavori pubblici, storno di fondi Contributi a sostegno di iniziative a favore di attività economiche e produttive per l’incremento del servizio mensa scolastica, contributo dell’Asl per il contrasto al gioco d’azzardo, minore entrata per la posticipazione dell’istituzione dell’imposta di soggiorno, storno di fondi per l’assunzione a tempo determinato, attraverso somministrazione lavoro, per l’area servizi demografici e lavori pubblici, registrazione decreto per concessione derivazione acque al Consorzio irriguo Drugliaglio, manutenzione scuole materne, premiazione concorsi floreali, tassa automobilistica per automezzo di servizio, maggiori entrate e uscite per interventi. La Variazione al bilancio di previsione 2021-2023 è approvata e resa immediatamente eseguibile con 12 voti favorevoli, 2 astenuti, 1 contrario.

19,04 – Si passa al punto 4. Il segretario dà chiarimenti alla minoranza sull’invio di materiale ai consiglieri nella giornata di oggi. Il materiale è già stato inviato in tempo utile via mail il 24 marzo e inviato oggi una seconda volta dalla segreteria. Il sindaco illustra la ratifica conseguente a una delibera di Giunta. Il Comune è stato destinatario di un finanziamento per la messa in sicurezza dell’incrocio su corso Europa, sulla Sp197, corso Dora e vie limitrofe e la realizzazione della rotonda.
Si passa alla votazione: il punto 4 è approvato all’unanimità con 17 voti favorevoli.

19,32 – Il sindaco illustra il punto sulle aliquote Imu 2021 nel quale si richiede di confermare le aliquote dello scorso anno come da tabella.

Si passa alla votazione del punto e alla sua immediata eseguibilità. Approvato con 12 voti favorevoli, 4 voti contrari, 1 astensione.

19,44 – Una questione privata relativa a una ristrutturazione edilizia con ampliamento viene trattata al punto 6. Si tratta di un edificio che si trova di fronte al parco Alveare verde. L’assessore all’Urbanistica Gianfranco Crosasso spiega che non ci sono ostacoli all’approvazione della domanda e propone di approvare la proposta. Si passa al voto: punto approvato all’unanimità con 17 voti favorevoli.

20,02 – Mezzora di pausa. Si riprende alle 20,30 con il punto 7.

20,38 – La seduta riprende dopo la pausa per consentire a chi si trovava sul posto di lavoro di rientrare a casa. L’assessore all’Urbanistica Crosasso illustra il punto 7 sul regolamento edilizio approvato nel 2017 e che oggi è necessario integrare per l’introduzione di modifiche a livello regionale in merito all’efficienza energetica degli edifici (cappotti termici prospicienti spazi pubblici e canne fumarie). Le modifiche al regolamento edilizio sono state già viste in Commissione urbanistica venerdì 26 marzo. Ora il Consiglio dovrà approvarle. Il Consiglio approva con 12 voti favorevoli, 4 astenuti.

20,50 – Il punto 8 affronta due situazioni complesse dal punto di vista urbanistico. Storicamente sono state approvate varianti strutturali nel 2012 e nel 2013, successivamente ci sono state varianti parziali. Per recuperare e tutelare l’edificato tradizionale e per aggiornare il Piano regolatore si introduce una nuova variante, la numero 54. «Questa variante – spiega l’assessore Crosasso – nasce dall’esigenza di tutelare il patrimonio edilizio esistente, in particolare nella zona del centro storico, e di aggiornare e adeguare alcune situazioni che nel corso del tempo hanno avuto evoluzioni e trasformazioni, rispetto alle quali l’attuale strumento urbanistico generale ha necessità di aggiornamento e soprattutto per aumentare il contributo alla limitazione dell’uso del suolo per edificazione. Inoltre si definiscono meglio le regole per poter insediare impianti di distribuzione carburante».

In particolare:
– recupero e tutela dell’edificato tradizionale di impianto originario
– riconoscimento e riqualificazione del patrimonio edilizio esistente di più recente edificazione
– aumentare la sicurezza del territorio e dei cittadini
– adeguamenti normativi e cartografici.
«Per fare questo l’Amministrazione ha attivato – continua l’assessore – e dato corso a molteplici attività di ascolto e di confronto con i proprietari e con i professionisti (attraverso l’apertura di ricevimento di manifestazioni di volontà), e con i cittadini (anche riuniti in comitati, come per esempio nel caso della “proposta di iniziativa popolare” promossa da “I prati di Pertusera”).
Più in particolare abbiamo:
– valutato le 35 manifestazioni di interesse pervenute, valuntandole singolarmente, in alcuni casi approvandole, in altri no
– stralciato l’ambito Ars4 nei pressi della Rsa “Don Menzio” per il venir meno delle necessità per cui era stato pensato
– ridimensionato l’ambito Ars1 (ex Cinema Corso) per rendere più attuabili le previsioni di Piano regolatore e consentire la sistemazione di quell’ambito in pieno centro città
– variato le previsioni urbanistiche per il posizionamento di distributori sul territorio aviglianese
– incrementato la tutela dei terreni a confine con la Cb27
– ridefinito le zone Cb e Cc (ormai attuate e sature dal punto di vista edificatorio) in zone B, anche per consentire l’utilizzo di incentivi sul recupero edilizio
– adeguati e aggiornati gli aspetti idrogeologici
– adeguati e aggiornati gli aspetti sismici.
Si tratta del primo passaggio di un lungo iter – conclude Crosasso – durante il quale sarà possibile da parte degli interessati presentare proposte e osservazioni, ma ovviamente si tratta di un tassello importante nella direzione del riuso e della riqualificazione del patrimonio edilizio esistente, della preservazione dell’uso del suolo, nell’ottica di tutela e conservazione ambientale».

Dopo ampio dibattito e dichiarazioni di voto, la variante strutturale 54 al Prgc è approvata e resa immediatamente eseguibile con 13 voti favorevoli e 3 contrari, 1 astenuto.

22,22 – La delega al consorzio Conisa dell’assistenza scolastica specialistica viene illustrata dall’assessore alle politiche sociali Enrico Tavan. Non ci sono interventi, si passa alla votazione del punto che è approvato con 16 voti favorevoli e un astenuto.

22,26 – Sul punto 10 relaziona l’assessore Andrea Remoto. Un punto molto tecnico su una convenzione per cui si richiede nuovamente l’approvazione del Consiglio comunale in seguito all’intervento della Corte dei Conti. Il punto è approvato all’unanimità.

22,36 – Andrea Remoto spiega che con la delibera al punto 11 si conclude un iter iniziato nel 2005 per acquisire un tratto di strada provinciale fino all’incrocio su corso Europa (su cui CmTO farà una rotonda a partire da aprile). In questo modo il Comune avrebbe una titolarità più definita su alcuni tratti di strada, anche per concludere un pezzo di ciclabile verso Almese. Si approfondisce il discorso legato alla pista ciclabile Avigliana-Almese e le proposte sulla mobilità ciclabile. Dopo le dichiarazioni di voto si passa all’approvazione che avviene con 13 voti favorevoli, 1 contrario e 3 astenuti.

23,08 – L’assessore Tavan introduce la deliberazione sul rinnovo della convenzione dal 2021 al 2025 con l’Asl per l’utilizzo delle camere mortuarie dell’ospedale di Rivoli ed elenca i costi del servizio. Il punto è approvato e reso eseguibile all’unanimità.

23,12 – Si discute del punto 13 sulla sostituzione dei componenti della commissione tecnica per la cipolla di Drubiaglio. Relaziona l’assessora all’Ambiente Fiorenza Arisio. In seguito al pensionamento di un componente si rende necessaria la sostituzione. È stato fatto un colloquio con Roberto Bellei che sostituirà la precedente commissaria. Il Consiglio approva con 15 voti favorevoli e 1 astenuto.

23,17 – Si passa alle mozioni e interrogazioni. Sulla mozione del gruppo Avigliana viva risponde l’assessora Fiorenza Arisio. Si attende l’uscita del bando Consip in materia per decidere se scegliere la via del project financing o altre strategie. La convenzione scade a fine aprile, è stata chiesta una proroga fino a fine anno che è stata concessa. «Avremo la possibilità di decidere – spiega Arisio – se continuare a gestire i fari con Consip o se scegliere il progetto di finanza. Non appena uscirà il bando Consip si convocheranno le commissioni». Il sindaco propone di emendare la mozione aggiungendo: “[…] a valutare anche in considerazione degli indirizzi contenuti nel bando Consip di prossima uscita, le modalità di efficientamento dell’illuminazione pubblica […]”. La mozione è approvata all’unanimità.

23,31 – Adesso Avigliana chiede aggiornamenti sulla gestione dei campi sportivi di via Suppo. L’assessore Andrea Remoto legge la relazione del tecnico comunale. La gara è stata aggiudicata il 2/11/2020 da Asd Avigliana sport con migliore offerta economica. «A fronte dell’inizio della pandemia da Covid 19, il precedente gestore provvisorio ha richiesto e ottenuto la sospensione del pagamento del canone durante tutto il periodo di chiusura, ovvero dalla consegna fino al 24 maggio 2020 compreso. Avendo il precedente contratto validità di 4 mesi, ovvero dal mese di marzo a tutto il mese di giugno 2020, per effetto della chiusura dovuta alla pandemia la gestione è stata prorogata sino al 30/10/2020, generando così un periodo di utilizzo effettivo di oltre cinque mesi.
L’attuale contratto di gestione ha validità di 6 mesi, ovvero dal 02/11/2020 al 02/04/2021. Per effetto della pandemia, e a seguito di richiesta del gestore, il canone dovuto è stato sospeso fino al 31/01/2021, a seguito della parziale riapertura dal 1° Febbraio il canone da corrispondere è stato fissato al 10% di quello offerto, proporzionalmente alla quota di impianto utilizzabile, fino al 31 marzo; dal 1° aprile fino alla cessazione delle limitazioni di utilizzo il canone è stato fissato al 20% di quello offerto. A seguito di ulteriore chiusura totale dei circoli sportivi l’associazione ha richiesto nuova sospensione del canone a partire dal 15 marzo. Attualmente la scadenza della gestione è prevista il 30/09/2021 e ipotizzando riapertura a metà aprile il tempo di utilizzo risulterebbe pari a 7 mesi.
A parere dell’ufficio scrivente è stato adottato il medesimo criterio per entrambe le gestioni provvisorie, relativamente alle richieste pervenute e allo stato pandemico in corso. Si precisa che nel codice degli appalti non vi è alcun riferimento alla stagionalità degli appalti conferiti, pertanto, anche volendo seguire l’interpretazione sottintesa nell’interrogazione sui periodi di gestione precisiamo che il precedente gestore, che aveva una prima assegnazione dal mese di Marzo al mese di giugno 2020, ha potuto beneficiare, per effetto della proroga concessa anche dei mesi luglio, agosto e settembre (tutti estivi) oltre al mese di ottobre (non invernale); tale situazione si è ripetuta analogamente anche con l’attuale gestione, con lo scarto di soli 2 mesi. A seguito del recesso anticipato da parte del concessionario, non appena l’impianto è rientrato nella disponibilità dell’Amministrazione, gli uffici hanno immediatamente avviato la fase di redazione dello stato di consistenza dell’impianto, procedendo alla verifica di tutte le opere eseguite nonché alla valutazione delle stesse, al fine di procedere con la redazione del documento di collaudo; le operazioni hanno richiesto la necessità di procedere con incarichi professionali specifici al fine di verificare le installazioni impiantistiche prive di certificazioni, nonché a procedere con interventi correttivi laddove tali impianti richiedevano dei correttivi. Tali operazioni hanno richiesto maggiori tempi sia per la necessità di procedere al reperimento delle risorse economiche necessarie agli incarichi, sia per l’intervenuto lockdown contestuale alla riconsegna. Dalle risultanze del collaudo, che è in corso di ultimazione, si provvederà alla verifica della eventuale situazione debitoria».

23,47 – Ancora sui campi sportivi una mozione congiunta della minoranza chiede di istituire la Commissione d’indagine e controllo in merito a criticità passate/presenti in merito alla gestione degli impianti sportivi di via Suppo e delineazione di criteri per il rilancio della struttura, sulla base del regolamento del Consiglio comunale. Interviene prima l’assessore Enrico Tavan e poi il sindaco il quale afferma che i consiglieri di minoranza hanno facoltà di approfondire l’argomento a prescindere dall’istituzione di una Commissione d’inchiesta. «Se arriviamo oggi a chiedere la Commissione è perché le risposte non ci sono state date» replica la consigliera Simona Falchero del gruppo consiliare Adesso Avigliana. Il dibattito prosegue con la minoranza che in più interventi insiste sulla costituzione della Commissione. L’assessore Tavan ribadisce la volontà di utilizzare le Commissioni esistenti per discutere di queste tematiche: «Nessuno nasconde le difficoltà e le criticità del passato: continuiamo a utilizzare le Commissioni consiliari. Incontriamoci tutte le volte che volete senza problemi, abbiamo delegato alla Commissione Patrimonio e Sport la trattazione di questi temi, continuiamo a utilizzare questo strumento con l’aiuto dei nostri tecnici».

00,50 – La maggioranza chiede una sospensione di alcuni minuti.

1,10 – La maggioranza rientra. «Il Gruppo di maggioranza ha fatto una serie di valutazioni – spiega il sindaco – accoglierebbe la mozione specificando nel deliberato: “Il Consiglio comunale instituisce la Commissione d’indagine e controllo in merito alle criticità, relative alla gestione degli impianti sportivi di via Suppo, demandando alle due Commissioni congiunte Patrimonio e Sport le ulteriori valutazioni sul futuro bando di gestione finalizzato al rilancio della struttura. La formalizzazione dell’indagine avverrà nel prossimo Consiglio comunale”». L’assessore Tavan annuncia che è in previsione la convocazione di una Commissione congiunta dopo Pasqua. Si passa alla votazione del punto 16 come emendato. La mozione è approvata all’unanimità con 17 voti favorevoli.

1,29 – La minoranza chiede di affrontare il punto 20 perché di attualità. La presidente Giulia Bussetti ricorda che da regolamento il Consiglio comunale deve chiudere al massimo entro l’1. La seduta del Consiglio comunale si chiude all’1,31 del 30 marzo 2021. I punti mancanti saranno ripresi nel prossimo Consiglio di Aprile. 

ELENCO PUNTI ALL’ORDINE DEL GIORNO

1. Comunicazioni
2. Approvazione verbali Consigli comunali del 30.11.2020 e del 30.12.2020
3. Art. 175 d.lgs. N. 267 del 18 agosto 2000 – Variazione al bilancio di previsione 2021-2023
4. Ratifica deliberazione di Giunta comunale n. 12 del 25.01.2021 avente ad oggetto: “art. 175 c. 4 d.lgs. N. 267 del 18 agosto 2000 – Variazione al bilancio di previsione 2021-2023 in via d’urgenza.”
5. Aliquote Imu 2021. Approvazione
6. Individuazione edificio sul quale promuovere interventi di riuso e riqualificazione del patrimonio edilizio esistente in attuazione dell’art. 3 della L.R. 16/18 ai sensi dell’art. 17 comma 12 lett h bis della LR 56/77 – richiedenti Rocci Edoardo e Rocci Carla Maria – f. 28 mapp. 99
7. Regolamento edilizio – modifica e integrazione
8. Variante strutturale n. 54 al Prgc adozione proposta tecnica progetto preliminare
9. Assistenza scolastica specialistica. Delega al Conisa Valle Susa e Valsangone triennio 2021/2024
10. Modifica delibera CC n. 56/2019 avente per oggetto “Rimozione dei vincoli articolo 35 legge 865/71. Convenzione La Primula/Comune di Avigliana ambito Peep”. Intervento realizzato in via Fratelli Goffi. Riapprovazione perizia di stima
11. Manifestazione di volontà all’acquisizione di tratti della SP 197
12. Rinnovo convenzione Asl utilizzo camere mortuarie ospedaliere periodo 2021 – 2025
13. Sostituzione componenti commissione tecnica per la cipolla di Drubiaglio
14. Mozione presentata dal gruppo consiliare Avigliana Viva avente per oggetto: impianti illuminazione pubblica a led
15. Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Adesso Avigliana avente per oggetto: impianti sportivi di via Suppo-stato dell’arte e aggiornamento rispetto alla situazione debitoria dei precedenti gestori
16. Mozione congiunta presentata dai gruppi consiliari di minoranza avente per oggetto: costituzione di una Commissione temporanea d’inchiesta “Criticità passate/presenti in merito alla gestione degli impianti sportivi di via Suppo e delineazione di criteri per il rilancio della struttura”
17. Interrogazione presentata dal gruppo Comitato Progetto per Avigliana “realizzazione rotonda marciapiedi e illuminazione area Azimut”
18. Mozione presentata dal gruppo Movimento 5 Stelle per uno studio di fattibilità di piste ciclabili urbane
19. Mozione presentata dal gruppo consiliare Avigliana Viva avente per oggetto: implementazione cestini portarifiuti urbani – via Falcone/corso Europa
20. Mozione presentata dal gruppo consiliare Adesso Avigliana avente per oggetto: condanna assalto notturno all’hotel Ninfa di sabato 13 marzo scorso, che ha messo a repentaglio anche la sicurezza con il lancio di petardi e materiali incendiari
21. Interrogazione presentata dal gruppo Comitato Progetto per Avigliana “realizzazione analisi rumore in Borgata Malano – risultati”
22. Mozione presentata dal gruppo Movimento 5 Stelle per l’istituzione di referenti dei borghi cittadini
23. Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Adesso Avigliana avente per oggetto: nuova fase emergenziale Covid-19. Azione complessiva dell’Amministrazione comunale.

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Cantieri lavoro over 45: via al bando

Prossimo articolo

Fondi Ato: una risorsa per la Val di Susa

Ultime notizie di Comune

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: