Giornata mondiale dell’attività fisica

/
2 minuti di lettura

Il 6 aprile si celebra questa ricorrenza che fa dello sport il motore per crescere: il tema dell’edizione 2024 è la felicità

Avigliana, 6 aprile 2024 – Il tema chiave dell’edizione 2024 è la felicità: “Sii attivə e vivi felice” è lo slogan della Giornata mondiale dell’attività fisica che si celebra il 6 aprile.

Tutte le associazioni sportive di Avigliana svolgono un ruolo di sostegno alla Salute – intesa in senso ampio, fisico psicologico e sociale, ma anche di aggregazione e inclusione – e fanno crescere ogni giorno una comunità sportiva ampia e variegata. Alcune associazioni, in particolare la Polisportiva Avigliana Basket con il baskin, le Dragonesse per i malati oncologici e l’associazione Iride per i gruppi di cammino, svolgono un’attività di inclusione come obiettivo primario della loro pratica sportiva, a dimostrazione di quanto l’attività motoria svolta all’interno di un gruppo che ci sostiene possa aiutare ad affrontare momenti di difficoltà. Questo fenomeno è ormai ampiamente conosciuto anche a livello scientifico medico e psicologico.

Lo sport è inoltre un potente strumento di pace e di legame tra i popoli. Questa ricorrenza viene celebrata ogni anno in tutto il mondo, in memoria della data di inizio dei primi giochi olimpici dell’era moderna del 1896 che si sono svolti ad Atene. Scopo della celebrazione è contribuire ad accrescere la consapevolezza del ruolo storico svolto dallo sport nel perseguire sviluppo, pace, parità di genere e integrazione sociale, sviluppo economico in contesti geografici, culturali e politici diversi.

Lo sport può attraversare i confini, sfidare gli stereotipi, migliorare la salute fisica ed emotiva e generare speranza attraverso le nazioni.

Le iniziative a livello regionale in occasione della Giornata mondiale dell’attività fisica

Aperte le iscrizioni alla #FMV2024
Domenica 15 settembre 2024 si svolgerà la sesta edizione della maratona lungo la via Francigena in Valle di Susa. Turismo lento per camminare alla scoperta del territorio
Camminare, procedendo lentamente e ammirando paesaggi unici della Valle di Susa: è questo l’obiettivo della maratona lungo la via Francigena piemontese, conosciuta come Francigena Marathon in Val di Susa, che ogni anno offre ai partecipanti l’opportunità di assaporare l’anima di questa terra attraverso il cammino dolce.
La camminata ludico-motoria non competitiva, giunta alla sesta edizione, si svolgerà domenica 15 settembre 2024 con partenza da Avigliana, città medievale dei 2 laghi, passaggio dalla Sacra di San Michele (attraverso il sentiero 502 – Antica mulattiera da Sant’Ambrogio di Torino), monumento simbolo della Regione Piemonte e arrivo nel centro della città di Susa, entrambi borghi Bandiere arancioni del Touring Club Italiano. Le iscrizioni sono in corso e la chiusura è prevista il 20 luglio 2024 o al raggiungimento dei 3000 iscritti.

Quota iscrizione
MARATHON COMPLETA e EASY MARATHON: € 25 – Navetta opzionale + € 5
HALF MARATHON (Nuovo Percorso): € 20 – Navetta opzionale + € 5
SACRA di SAN MICHELE MARATHON: € 20 -Rientro con trasporto pubblico turistico tramite Navetta Sacra di San Michele-Avigliana Costo del biglietto: € 2,40 corsa singola. Il biglietto è acquistabile direttamente sul bus. Per iscrizioni di gruppo: Ogni 9 paganti consecutivi stesso percorso, 1 buono iscrizione omaggio della manifestazione.

Come iscriversi
Attraverso il sito ufficiale è possibile scegliere tra l’iscrizione individuale e le iscrizioni di gruppo per gruppi da 5 persone. Per maggiori informazioni, Viafrancigenamarathonvaldisusa.itinfo@viafrancigenamarathonvaldisusa.it
Community Facebook #FMV2024: @viafrancigenamarathonvaldisusa
Asd Iride di Rivoli Irideasd.it Facebook e Instagram
Leo Zappalà 3398822333 o Nino Curto 3355397395

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Oltre la Valle, il docufilm

Prossimo articolo

Arte sul Lago Grande

Ultime notizie di Sanità

Pfas e acqua potabile

Un rapporto di Greenpeace denuncia un possibile inquinamento da composti poli e perfluoroalchilici. Smat rassicura: acque