Fai: Avigliana settima in Piemonte

/
4 minuti di lettura

Nella classifica dei Luoghi del Cuore Fai più votati, la chiesa di Sant’Agostino e il bosco del Monte Piocchetto si collocano al 7mo posto a livello regionale e all’89esimo in Italia 

Avigliana, 26 febbraio 2021 – Con 4436 voti ricevuti, la chiesa di Sant’Agostino e il bosco del Monte Piocchetto, si piazzano al settimo posto in Piemonte nella classifica dei Luoghi del Cuore Fai più votati. A livello nazionale invece il Luogo del cuore candidato da Avigliana è 89esimo. Si è infatti conclusa la campagna nazionale per i luoghi italiani da non dimenticare, promossa dal Fondo ambiente italiano in collaborazione con Intesa Sanpaolo, a cui il Comune di Avigliana ha aderito proponendo la storica chiesa e il bosco di tigli come luoghi da valorizzare. Grazie a tutte le persone che hanno votato, sia firmando i moduli distribuiti sul territorio, sia on line, si concretizzano le premesse per dare nuovamente importanza a un sistema artistico e naturalistico integrati nel territorio di Avigliana, ma ancora poco conosciuto e abbandonato. Tutti i luoghi con almeno duemila voti potranno infatti partecipare al bando I Luoghi del Cuore che sarà lanciato nella primavera 2021, e richiedere un intervento al Fai candidando un progetto.
«Alla fine ce l’abbiamo fatta – afferma Andrea Archinà, sindaco di Avigliana – è la dimostrazione che la felice intuizione dell’Amministrazione comunale, della delegazione Fai Valle Susa e dell’associazione Amici di Avigliana di voler candidare questo bene ha incontrato la sensibilità dei tanti che hanno aderito all’iniziativa. Si tratta certamente di un segnale importante, da un lato per portare a compimento la convenzione da sottoscrivere con l’Asl To3 – oggi proprietaria del bene – e dall’altro per andare a definire un progetto di valorizzazione che consideri l’edificio alla luce della sua collocazione in un luogo di cura non solo del corpo, ma anche dell’anima».
«È stata una mobilitazione diffusa non solo di Aviglianesi – dichiara Silvio Amprino dell’associazione Amici di Avigliana –, ma anche di altri paesi vicini e più lontani. L’associazione, con l’aiuto determinante del Comune, di concerto con la proprietà Asl To3 e il Fai Valsusa ha riportato alla luce un Luogo del Cuore, vivo nei ricordi e nella nostra Storia. Grazie a quanti ci hanno creduto ed aiutato».
Fa loro eco Marilena Gally, presidente della delegazione Fai Valle di Susa: «Per questa campagna, oltre due milioni di italiani hanno voluto dimostrare il loro amore per il patrimonio culturale e ambientale italiano: il miglior risultato di sempre. Una partecipazione sorprendente che nell’anno del dramma del Covid-19 si carica di significato e racconta di un’Italia coesa, vitale e fiera delle proprie bellezze, che guarda al futuro con speranza, nonostante tutto. Sono dunque veramente felice che un luogo così importante per la nostra Valle abbia avuto il meritato successo. L’impegno di tutti coloro che si sono spesi per questa candidatura è stato premiato».

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Defibrillatori per lo Sport

Prossimo articolo

Astoria torna libera

Ultime notizie di Cultura

Benvenuta primavera

Tornano i Sabati favolosi in biblioteca: il prossimo sarà il 13 marzo alle 10,30 on line

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: