Le cose che succedono di notte

4 minuti di lettura

Torna la stagione teatrale Scene per ora soltanto on line, con una coproduzione Rivolimusica-Teatro Fassino di Avigliana domenica 24 gennaio alle 19

Debora Petrina
Debora Petrina

Quando la musicalità della parola vibrante incontra una sapiente poliritmia dei suoni possono nascere unioni preziose, dove lingua e note si accordano in un racconto compiuto e affascinante che cattura i sensi producendo dimensioni poetiche di rara bellezza. È quanto accade in “Le cose che succedono di notte”, spettacolo previsto in cartellone per la stagione Scene 2020-21 e diventato docufilm in palinsesto online. Tiziano Scarpa, Premio Strega 2009 con “Stabat Mater”, sale sul palco del Teatro Fassino con Debora Petrina, cantante, pianista, compositrice e performer, legata a un cantautorato che si nutre di sperimentazioni del pop-rock, musica elettronica, d’avanguardia e jazz. Il risultato è un delicato macro racconto teatrale dai tratti surreali, costellato di «favole per adulti, in rime baciate, abbracciate, accarezzate, qualche volta accoltellate e strangolate» tratte dal suo “Una libellula di città” (Minimum Fax, 2018) raccolta di lavori nell’arco di vent’anni.

Tiziano Scarpa
Tiziano Scarpa

Ad accompagnare e rafforzare la voce che si alza da queste storie governate da uomini e donne, ma anche da alberi e animali solitari in cerca di amore e verità, intervengono le musiche (strumentali o con testo, italiano/inglese) di Debora Petrina, camaleontica tra tastiere, chitarra e voce e perfettamente sintonizzata con la realtà scenica. Il video, composto da estratti dalle registrazioni integrali dello spettacolo girato presso il Teatro Fassino di Avigliana, si impreziosisce delle interviste condotte da un altro scrittore – nonché traduttore e autore radiofonico – di grande valore: Marco Drago dialoga con Tiziano Scarpa e Debora Petrina toccando abilmente argomenti che vanno dal ruolo dell’autore, della musica e della parola, fino a percorsi professionali e personali dei due artisti, traendo considerazioni talvolta scanzonate, talvolta molto profonde.

«Il live – raccontano Scarpa e Petrina – è indispensabile, e manca: con il suo irrinunciabile e costante scambio con il pubblico, con l’emozione, la tensione, la risata, che lo accompagnano. Proprio in questo periodo di negazione di normalità continuiamo a sognare il ritorno nei teatri dal vivo: li abbiamo ribattezzati malinconicamente i nostri live in dreaming». “Le cose che succedono di notte” sarà trasmesso domenica 24 gennaio alle 19 sul canale Youtube Scene (riferimenti sul sito www.stagionescene.it e sui canali Facebook e Instagram). Nei prossimi giorni ulteriori aggiornamenti riguardo il palinsesto online per il mese di febbraio.

La stagione Scene 2020-21 è realizzata con il maggior sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito dell’edizione 2020 del bando “PerformingArts”. Con Scene l’Istituto Musicale Città di Rivoli Giorgio Balmas in partenariato con il Teatro Fassino di Avigliana, l’Associazione Revejo e Balletto Teatro di Torino è entrato a far parte di Performing +, un progetto per il triennio 2018-2020 lanciato dalla Compagnia di San Paolo e dalla Fondazione Piemonte dal Vivo con la collaborazione dell’Osservatorio Culturale del Piemonte, che ha l’obiettivo di rafforzare le competenze della comunità di soggetti non profit operanti nello spettacolo dal vivo in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta. Appuntamento sul canale Youtube Scene.

(Ufficio stampa Scene)

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Lago Grande: lavori sulla passeggiata

Prossimo articolo

Contributi ai commercianti, riaperti i termini

Ultime notizie di Cultura

Avigliana è… Cultura

L’assessora alla Cultura Paola Babbini illustra le iniziative culturali di Avigliana a un anno dal primo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: