Inaugurata la rotatoria della Grangia

/
2 minuti di lettura

Grazie agli studenti dell’Istituto superiore Baldessano-Roccati di Carmagnola, la rotonda realizzata nel 2021 è stata arredata con una copertura vegetale ed elementi ornamentali: un progetto in sinergia tra Comune di Avigliana e Città metropolitana di Torino 

Avigliana, 19 dicembre 2023 – Si è concluso con l’inaugurazione della rotonda della Grangia ad Avigliana il progetto di allestimento che ha visto protagonisti gli studenti della sezione agrario dell’Istituto di istruzione secondaria superiore Baldessano-Roccati di Carmagnola. La rotatoria è stata realizzata nel corso del 2021 e inaugurata mercoledì 13 dicembre scorso alla presenza del sindaco di Avigliana, dell’assessore alle Aree verdi Stefano Ditella e del vicesindaco di Città metropolitana di Torino Jacopo Suppo, oltre a una rappresentanza degli studenti del Baldessano Roccati e di numerosi cittadini della borgata.

Il taglio del nastro da parte del sindaco di Avigliana Andrea Archinà insieme agli studenti, all’assessore all’Ambiente Stefano Ditella, al vicesindaco di Città metropolitana Jacopo Suppo e al direttore dei lavori, il geometra Mauro Paradisi dell’ufficio tecnico comunale

«Finalmente i residenti di Grangia e Drubiaglio – dichiara il sindaco Andrea Archinà – possono vedere allestita la rotonda tra via Almese e la Statale 24, un’intersezione molto frequentata che da tempo attende un nuovo look, dopo la sua realizzazione da parte della Città metropolitana di Torino».
«Un prezioso ringraziamento – aggiunge l’assessore alle Aree verdi Stefano Ditella va ai ragazzi dell’istituto Baldessano-Roccati di Carmagnola per aver dimostrato grandi abilità di progettazione e ai docenti che li hanno supportati, in particolare Marco Milan». Gli studenti sono stati infatti guidati e indirizzati nelle scelte dal professor Milan, referente del progetto. La professoressa Aurora Rinella ha invece seguito la parte di elaborazione grafica, mentre la professoressa Raffaella Baudo ha rappresentato la testa di ponte con l’Amministrazione scolastica per gli aspetti economico-gestionali.
«È un bell’esempio di concertazione e sinergia – commenta Jacopo Suppo, vicesindaco della Città metropolitana di Torino – che ci piacerebbe venisse ripetuto: la viabilità è un aspetto che incide moltissimo sulla qualità della vita delle persone, e in questo caso non si è unito solo il bello all’utile, ma è stata compiuta un’operazione che consente agli studenti e ai cittadini di sentire che quest’opera è anche loro, anzi, soprattutto loro».
Il Comune di Avigliana è stato parte attiva dell’attività, grazie alla direzione del geometra Mauro Paradisi dell’ufficio tecnico comunale, fornendo la documentazione e i pareri tecnici utili per la progettazione, segnalando le eventuali criticità e i vincoli in fase di progettazione, in collaborazione con la Città metropolitana. Ha fornito inoltre un supporto tecnico in fase di allestimento dell’arredo verde ornamentale della rotatoria, mettendo a disposizione materiali, attrezzature tecniche e strumenti necessari all’allestimento della rotatoria e svolgendo interventi preparatori.
L’Istituto Baldessano-Roccati, oltre al capitale umano (lavoro manuale e intellettuale) ha procurato anche il materiale vivaistico costituito da specie ornamentali erbacee e arbustive e teli.
Il progetto ha previsto tre fasi di realizzazione. La progettazione, a cura degli studenti di quinta del Baldessano-Roccati, si è svolta da febbraio a maggio 2023 in seguito all’analisi dello stato di fatto con sopralluoghi e lavoro in classe e all’individuazione delle aree a verde, delle aree pacciamate, e alla scelta delle specie. Ne è seguita una fase di concertazione nella quale sono stati messi a confronto gli stakeholders durante la presentazione dell’ipotesi progettuale, in un incontro svolto direttamente alla rotatoria nel mese di maggio. La realizzazione dell’opera è iniziata invece in autunno. La Città metropolitana proprietaria dell’opera, ha valutato la fattibilità tecnica, l’assenza di criticità e la sostenibilità gestionale del progetto, indicando infine i vincoli normativi da rispettare.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Vernici mangia-smog a scuola

Prossimo articolo

Consiglio comunale del 20 dicembre 2023

Ultime notizie di Territorio