Il trasporto scolastico non potrà essere attivato

/
2 minuti di lettura

Il bando è andato deserto e le ditte contattate hanno costi tripli rispetto alla base d’asta del bando. Attive invece 8 linee di piedibus

Trasporto scolasticoAvigliana, 6 settembre 2023 – Il servizio di trasporto scolastico per l’anno scolastico 2023/24 non potrà essere attivato. «Abbiamo cercato fino all’ultimo momento – spiega l’assessora all’Istruzione Paola Babbini – di trovare una soluzione che almeno rispondesse all’esigenza delle famiglie che vivono in zone più periferiche, ma le condizioni che ci hanno proposto sono insostenibili dal punto di vista economico, condizionando le scelte che l’Amministrazione deve sostenere nell’impiego dei soldi pubblici provenienti dalle tasse di tutti i cittadini».
Il problema del trasporto scolastico si è infatti accentuato negli ultimi anni e vale la pena fornire qualche dato per contestualizzare l’argomento. L’anno scorso i ragazzi iscritti al trasporto scolastico sono stati 104 (dalla scuola dell’infanzia alla secondaria inferiore). Il costo sostenuto dall’Amministrazione comunale è stato di oltre 110mila euro, a fronte di un rimborso complessivo da parte delle famiglie di circa 12mila euro. Con l’anno scolastico 2021/22 si è concluso il precedente appalto che prevedeva un costo chilometrico di 2,54 euro più Iva. Il bando pubblicato a luglio 2022 è andato deserto e nessuna ditta si è candidata per fornire il servizio. «Abbiamo quindi agito immediatamente – continua l’assessora Babbini – per trovare una soluzione temporanea per l’anno scolastico 2022/2023, per garantire comunque il servizio e abbiamo proceduto, come previsto dalla norma, a un affidamento diretto al consorzio che gestiva il trasporto in appalto ovvero Aat, Azienda autonoleggio Torino consorzio stabile società cooperativa, riconoscendo un costo chilometrico di 3,20 euro più Iva. Quest’anno abbiamo riprovato a far uscire un bando (3 anni + 3 rinnovabili) con una base d’asta di 4 euro più Iva al chilometro, dopo aver fatto un’indagine su altri Comuni che hanno un servizio analogo e con una previsione di spesa quindi ben più alta per le casse comunali. Anche questo bando è andato deserto, anzi più correttamente si è presentata un’unica ditta che non è risultata appaltabile».
Pur volendo provare anche quest’anno a gestire il servizio con un affidamento diretto, l’Amministrazione di Avigliana si è scontrata con offerte economiche da parte delle ditte contattate che proponevano il servizio a un costo al chilometro dai 10 ai 13 euro oltre Iva: triplicato rispetto a quello della base d’asta del bando, e quintuplicato rispetto all’anno scolastico 21/22.
«Comprendiamo – conclude l’assessora Babbini – che, oltre alla carenza di autisti di bus, le stesse aziende di trasporto abbiano difficoltà a sostenere i loro costi e probabilmente i bandi risultano essere poco “appetibili”, ma è altrettanto evidente che le casse comunali non riescono sostenere aumenti come quelli che ci sono stati proposti. A farne le spese sono certamente le famiglie che hanno necessità del servizio e che saranno costrette a trovare soluzioni alternative. Da parte nostra, anche se al momento non è possibile attivare il servizio di trasporto scolastico, proveremo a comunque a cercare soluzioni alternative che possano dare risposte a questo tipo di esigenza».
Il Comune di Avigliana ha invece un efficiente servizio di piedibus utilizzato da quasi 200 bambini, totalmente gratuito per le famiglie, con 7 linee gestite dagli operatori della società cooperativa sociale Panperfocaccia che accompagnano a scuola i bimbi dell’infanzia e della primaria. Quest’anno si spera di attivare anche la linea verso il plesso Berti. A queste linee se ne aggiunge una autogestita dalle famiglie di Drubiaglio-Grangia. L’iscrizione al piedibus è totalmente gratuita per le famiglie e il costo complessivo per l’Amministrazione comunale è di circa 65mila per anno scolastico.

2 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Lavori pubblici: nuova Z30 in zona Braida

Prossimo articolo

Vita e pace omaggia Ildegarda di Bingen

Ultime notizie di Comune