Christian Greco racconta Tutankhamun

/
2 minuti di lettura

Ha fatto registrare il tutto esaurito l’incontro con Christian Greco, direttore del Museo Egizio, di sabato 2 marzo 2024 alle 18 al Teatro Eugenio Fassino di Avigliana

Avigliana, 21 febbraio 2024 – Un evento culturale di altissimo livello si svolgerà sabato 2 marzo 2024 alle 18 al Teatro Eugenio Fassino di Avigliana. Nel 2024 si celebrano infatti due secoli del Museo Egizio di Torino, il più antico al mondo dedicato interamente alla cultura egizia. Ma quest’anno si festeggiano anche i dieci anni di dirigenza della struttura da parte del suo direttore Christian Greco, che ne hanno potenziato e ampliato gli aspetti divulgativi e di ricerca. Una doppia ricorrenza che Book immersion, rassegna ideata dall’associazione Revejo in collaborazione con il Sistema bibliotecario Valle Susa e l’Unione Montana Valle Susa e con il contributo della Regione Piemonte. Nel corso dell’incontro sarà presentato il nuovo libro del direttore Greco, “Alla ricerca di Tutankhamun” (Franco Cosimo Panini, 2023). L’appuntamento, a ingresso gratuito previa prenotazione, è già sold out e sarà consentito l’ingresso in sala soltanto a chi è riuscito a prenotarsi.

«Grazie alla collaborazione con il Sistema bibliotecario Valle Susa e alla rassegna Book Immersion – ricorda il sindaco di Avigliana Andrea Archinà – continuiamo a offrire sul nostro territorio importanti occasioni di approfondimento culturale e scientifico. Siamo certi che l’incontro con Christian Greco, direttore di fama internazionale, non potrà che accrescere l’interesse verso la cultura e l’arte egizia, a maggior ragione in un anno che segna il bicentenario del Museo Egizio che abbiamo la fortuna di avere a due passi da Avigliana».

Il libro: “Alla ricerca di Tutankhamun”
Quando, nel novembre del 1922, Howard Carter entra nella tomba del faraone Tutankhamun, la soglia che varca non è solo fisica. Grazie a quella scoperta, che annulla la distanza temporale tra l’antico Egitto e l’epoca delle missioni archeologiche, il nome di Tutankhamun torna infatti a essere pronunciato dopo tremila anni.
Avverando, nei fatti, le credenze religiose sulla base delle quali fu concepita, la tomba di Tutankhamun ha garantito al faraone una seconda vita, come simbolo dell’intera civiltà egizia.
Ma come è stato possibile?
Christian Greco, direttore del Museo Egizio a Torino, conduce i lettori in un viaggio che inizia con la riforma religiosa del faraone “eretico” Akhenaten ed esplora i grandi misteri legati a Tutankhamun – dalla sua ascendenza alle cause della morte – fino a indagare l’impatto che i favolosi oggetti ritrovati nella tomba hanno avuto sull’immaginario contemporaneo. Al centro, le incredibili vicende che hanno portato Howard Carter al ritrovamento della tomba, il lavoro archeologico grazie al quale gli oggetti diventano reperti, il ruolo dei mass-media e della politica, l’impatto che Tutankhamun ha avuto su tutto il Novecento.
L’analisi sfaccettata e approfondita della scoperta archeologica che ha cambiato il mondo.

Christian Greco
Nato nel 1975 ad Arzignano (VI), Christian Greco è Direttore del Museo Egizio dal 2014. Formatosi principalmente in Olanda, è un egittologo con una grande esperienza in ambito museale: ha curato moltissimi progetti espositivi e di curatela in Olanda (Rijksmuseum van Oudheden, Leiden; Kunsthal, Rotterdam; Teylers Museum, Haarlem), Giappone (per i musei di Okinawa, Fukushima, Takasaki, Okayama), Finlandia (Vapriikki Museum, Tampere), Spagna (La Caixa Foundation) e Scozia (National Museum of Scotland, Edimburgh). Alla direzione del Museo Egizio ha sviluppato importanti collaborazioni internazionali con musei, università ed istituti di ricerca di tutto il mondo. La sua forte passione per l’insegnamento lo vede coinvolto nel programma dei corsi dell’Università di Torino, di Pisa, di Napoli, della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e della New York University di Abu Dhabi con corsi di cultura materiale dell’antico Egitto e di museologia. Il lavoro in campo archeologico è particolarmente importante: è stato membro dell’Epigraphic Survey of the Oriental Institute of the University of Chicago a Luxor e, dal 2015, è co-direttore della missione archeologica italo-olandese a Saqqara. Al suo attivo ha molteplici pubblicazioni divulgative e scientifiche in diverse lingue e numerose partecipazioni a convegni internazionali di egittologia e di museologia come keynote speaker.

Informazioni
Borgate dal vivo

Per raggiungere il Teatro Fassino in via IV Novembre, 19, Avigliana

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Sitaf: al via il nuovo cantiere tra Rivoli e Avigliana

Prossimo articolo

A scuola i diritti dei lavoratori

Ultime notizie di Cultura

Verso il 25 aprile 2024

Anpi Avigliana organizza quattro eventi di avvicinamento alla ricorrenza del 25 aprile: giovedì 4 e venerdì