Caffè Alzheimer ritorna

/
1 minuto di lettura

Torna l’iniziativa del Comune di Avigliana per i caregiver e i pazienti affetti da Alzheimer e demenza senile
Da venerdì 6 marzo 2020 riprendono gli incontri di Caffè Alzheimer, il progetto di sostegno del Comune di Avigliana dedicato a chi ha l’onere di curare un anziano affetto da demenza. Anche questo ciclo di incontri sarà realizzato dalla cooperativa Nuova assistenza (che gestisce l’Rsa Don Menzio), grazie al contributo dell’Amministrazione comunale.

La novità di quest’anno è che, oltre agli incontri del Caffé Alzheimer, ci saranno anche dei laboratori pratici che verranno concordati con i partecipanti a seconda delle loro relative propensioni/capacità. Tutti gli incontri (sia seminariali che di laboratorio) avverranno sempre a La Fabrica il venerdì pomeriggio dalle 15 alle 17.

Le date del 2020 sono 9 a partire dal 24 gennaio. Ecco il calendario:

  • 24 gennaio
  • 14 febbraio
  • 6 marzo (evento rinviato)
  • 20 marzo
  • 3 aprile
  • 17 aprile
  • 8 maggio
  • 22 maggio
  • 5 giugno

Hai un parente con l’Alzheimer o demenza senile?
Ti prendi cura in prima persona di qualcuno affetto da demenza e vorresti fargli fare delle attività?
Ti piacerebbe essere aiutato a capire qualcosa di più sulle demenze come affrontarle?
PARTECIPATE INSIEME
Presso i locali del piano de “La Fabrica” in Via IV Novembre 19 ad Avigliana
9 incontri per:

  • Essere informati sulla malattia
  • Permettere alla persona di cui ti occupi di svolgere un’attività stimolante
  • Condividere la propria storia ed essere ascoltati da professionisti che da anni operano nell’ambito geriatrico.

L’ingresso è libero e gratuito, ogni incontro si concluderà con un rinfresco organizzato dal bar del La Fabrica.

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Attenzione ai bocconi avvelenati!

Prossimo articolo

Alloggi in edilizia sociale al Beato Umberto I

Ultime notizie di Sanità

Pfas e acqua potabile

Un rapporto di Greenpeace denuncia un possibile inquinamento da composti poli e perfluoroalchilici. Smat rassicura: acque