Il clima che cambia l’Italia

1 minuto di lettura

L’associazione Circolarmente invita alla conferenza che si terrà mercoledì 24 novembre alle 20, 45 nell’auditorium Daniele Bertotto della scuola media “Defendente Ferrari”

Roberto Mezzalama, ingegnere ambientale, parlerà del suo saggio Il clima che cambia l’Italia, edito da Einaudi, mercoledì 24 novembre alle 20, 45 all’auditorium Daniele Bertotto della scuola media Defendente Ferrari in via Cavalieri di Vittorio Veneto, 3. L’incontro è organizzato dall’associazione Circolarmente con il patrocinio del Comune di Avigliana.

Mezzalama è ingegnere ambientale e membro del Consiglio di amministrazione del Politecnico di Torino. Gli effetti del riscaldamento climatico sono già arrivati in Italia, il clima sta cambiando velocemente toccando la vita e l’attività quotidiana di molte persone. Attraverso il libro Il clima che cambia l’Italia Roberto Mezzalama racconta questi fenomeni anche grazie alla testimonianza di agricoltori, pescatori, guide alpine, maestri di sci, albergatori, guardie forestali, insomma le persone che vedono una preoccupante accelerazione dei fenomeni che stanno cambiando i luoghi di cui si prendono cura. Un moderno grand tour, che pur evidenziando la grande bellezza del nostro Paese, racconta anche come siamo vicini a perdere molte delle nostre peculiarità se non agiremo in fretta e con determinazione. Il libro descrive poi gli scenari economici, politici e sociali che contraddistinguono l’Italia di fronte alle sfide del cambiamento climatico.

Data l’importanza dell’evento e le norme vigenti che prevedono il controllo del green-pass, si prega di presentarsi con qualche minuto di anticipo e forniti di mascherina.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Premiati i balconi e gli angoli fioriti 2021

Prossimo articolo

StrAvigliana 2021

Ultime notizie di Ambiente

Lotta alle zanzare

Il larvicida in distribuzione gratuita per i residenti è disponibile presso la sede dell’Ente Parco o presso