Consiglio comunale, 30 novembre 2020

16 minuti di lettura

Lunedì 30 novembre 2020 si è terrà il Consiglio Comunale a partire dalle 18 in modalità on line. Sono 11 i punti all’Ordine del giorno 

Il Consiglio comunale di lunedì 30 novembre si riunirà on line alle 18 per la trattazione dell’Ordine del giorno di seguito riportato. A causa dell’emergenza sanitaria in corso:

  1. la pubblicità della seduta sarà garantita mediante diretta streaming su YouTube; il link sarà disponibile sul sito istituzionale del Comune di Avigliana pochi minuti prima dell’inizio della riunione
  2. le domande dei cittadini potranno essere inoltrate esclusivamente via e-mail all’indirizzo segreteria.avigliana@ruparpiemonte.it entro le 12 del giorno della seduta. Saranno trattate all’inizio del Consiglio Comunale.

Diretta streaming del Consiglio comunale.

Live blog del Consiglio comunale del 30 novembre 2020

18,17 – La seduta inizia con l’appello: sono presenti 16 consiglieri. Interviene il sindaco Andrea Archinà sul tema della Sanità: «Buonasera a tutti, a causa della ben nota situazione sanitaria nazionale, dove la pandemia da Covid-19, obbliga al distanziamento sociale, e vieta gli assembramenti, ci vediamo costretti a utilizzare questa diversa formula per dare comunque luogo al nostro Consiglio comunale. E proprio partendo dalla situazione sanitaria, vogliamo evidenziare la drammatica situazione delle istituzioni regionali, preposte a gestire sanità e trasporti, macchia indelebile sulla capacità di governo dell’attuale Giunta regionale. Non vogliamo far tornare alla memoria i mesi primaverili dove l’incapacità di gestire la pandemia si poteva giustificare con l’impreparazione ad affrontare una situazione senza precedenti nel nostro recente passato. Ma è chiaro che, dall’evoluzione nei mesi successivi, risulta evidente che sono state colpite maggiormente quelle regioni dove la privatizzazione della sanità ha pregiudicato quella sanità territoriale ritenuta fondamentale per arginare la diffusione del virus. A inizio settembre con l’avvicinarsi delle attività scolastiche non si è pensato ad affrontare la grave carenza dei trasporti, che ha obbligato pendolari e studenti, a viaggiare su mezzi affollati come negli anni precedenti, nonostante, tutte le attività lavorative siano state spostate in Smart working. Dopo due settimane dall’inizio delle scuole la curva pandemica ha ripreso ad impennarsi, obbligando la chiusure delle stesse, passando inizialmente da una didattica a distanza parziale per arrivare, dopo un mese, a quella totale per gli istituti superiori, e le ultime due classi delle medie inferiori. Il sottoscritto, in quanto presidente del Comitato dei sindaci del Distretto Val Susa-Val Sangone, fin da giugno ha sollecitato l’Asl To3 a pianificare al meglio l’organizzazione di quella che si prevedeva già che sarebbe stata la seconda ondata di contagi. Purtroppo questa programmazione non è stata svolta al meglio, visto che a oggi, pur con un inizio di decremento, abbiamo ancora dati che ci dicono che i contagi sono quadruplicati rispetto alla prima ondata. Pur essendo vero che la nostra città ha la fortuna di ospitare un Polo sanitario, in cui, dopo molte pressioni, è stato riaperto il Cavs per pazienti Covid negativi e anche la somministrazione di test rapidi (che si sono aggiunti al servizio dei tamponi molecolari) è iniziata solo da metà novembre, e questo, sommato al fatto che il sistema dei tamponi del Sisp era andato in tilt già da inizio ottobre, non ha consentito il contenimento di diversi focolai che si sono sviluppati sul territorio. Quindi prendiamo atto che, se in primavera la Regione non era pronta ad affrontare la situazione, nella seconda ondata non si è stati in grado di intraprendere azioni che prevenissero il tracollo del sistema sanitario. Quindi alla prima emergenza non eravamo pronti, alla seconda possiamo dire che non abbiamo voluto fare prevenzione. Come se non bastasse qualche settimana fa è giunta la notizia della nomina del direttore generale Boraso alla guida dell’Asl di Asti di fatto lasciando vacante della figura apicale la nostra Asl To3. Un fulmine a ciel sereno per i sindaci del distretto i quali richiedono urgentemente un incontro con il presidente della Regione. Proprio a quell’incontro alla presenza dei rappresentanti dei sindaci, del presidente Cirio e del suo vice Carosso e all’inaspettata assenza dell’assessore Icardi, i Sindaci vengono rassicurati che il trasferimento non avrebbe avuto corso fino alla fine della pandemia. Rassicurazioni che sfumano il giorno successivo quando con una delibera di giunta l’assessore Icardi, che era assente il giorno prima, nomina al posto di Boraso la dottoressa Dall’Occo a partire dal 1 gennaio 2021, come se la pandemia avesse una data certa di cessazione. Nel frattempo il direttore di Distretto Occhi, non essendo stato oggetto di particolari richieste durante quell’incontro, ha già anticipato il trasferimento ad Asti proprio a partire da oggi. Inutile dire che noi amministratori ci saremmo aspettati una maggiore prudenza nel fare passaggi di nomine istituzionali, che avevano per altro una scadenza naturale la prossima primavera. E ci sfugge in base a quale prelazione Icardi abbia potuto smentire senza problemi un impegno che Cirio aveva preso esattamente un giorno prima con i sindaci del territorio. Sta di fatto che questo balletto di promesse e relative smentite non può che lasciarci che molto perplessi rispetto a quelle che sembrano essere le priorità dell’attuale gestione della sanità piemontese quando quella primaria fra tutte dovrebbe essere quella di cercare di porre rimedio agli errori fatti finora nella gestione della medicina territoriale, di cui un Polo sanitario come quello di Avigliana dovrebbe essere il primo baluardo».

18,35 – Si approvano i verbali del precedente Consiglio nelle sedute del 30 settembre e del 2 ottobre con 14 favorevoli e 1 astenuto.

18,36 – Il sindaco illustra il punto 3 sul Bilancio consolidato dell’esercizio 2019. Segue dibattito e domande da parte della minoranza. Il voto sul Bilancio consolidato d’esercizio 2019 e per l’immediata eseguibilità vede 12 voti favorevoli e 4 contrari.

19,07 – Il sindaco illustra il quarto punto sulla variazione di bilancio e controllo della salvaguardia degli equilibri – bilancio di previsione 2020/2022. Gli argomenti su cui la minoranza sollecita risposte sono legati agli interventi sulla pensilina di Drubiaglio, sui campi sportivi, sul parco Alveare verde e sugli oneri di urbanizzazione di oltre 900mila euro da parte di Azimut. Il sindaco sulla richiesta del capogruppo Picciotto, in merito al collaudo del nuovo parco Alveare verde, precisa che un conto è il collaudo ai fini della contabilità, un conto è il collaudo rispetto alla possibilità di utilizzare l’area. Alla fine della discussione sono 12 i voti favorevoli e 4 i contrari sia per il merito che per l’immediata eseguibilità.

20,15 – È in approvazione l’acquisizione delle aree dei privati in vista del progetto della rotatoria e dei parcheggi del Lago Piccolo. C’è già il parere favorevole per la Valutazione d’incidenza ambientale da parte dell’EnteParco. L’Amministrazione comunale ha anche ottenuto la disponibilità delle aree da privati, Federerazione italiana pesca sportiva e Parco. L’assessore Andrea Remoto spiega che la rotonda della borgata Sada coinvolgerà 7 particelle di privati che saranno cedute con accordo bonario con gli interessati. Il progetto non riguarda soltanto la rotonda ma due aree a parcheggio, l’attestazione di un autobus e l’accesso alla via San Bartolomeo. Si passa al voto. Il punto viene approvato e reso immediatamente eseguibile all’unanimità con 16 voti favorevoli.

20,31 – L’approvazione del nuovo Piano di Protezione civile è il punto numero 6 all’Ordine del giorno sugli 11 previsti. Illustra il Piano la professionista che l’ha redatto, l’ingegnere Sofia Piccione. Il piano integra anche il progetto Gis, ovvero le mappe del Sistema informativo geografico. L’assessora Fiorenza Arisio ricorda che la Città Metropolitana, nell’ambito del Contratto di fiume della Val Sangone, ha incluso Avigliana nel progetto europeo che si chiama Risk gest, che ha l’obiettivo di fare un buon piano di comunicazione delle azioni del Piano di Protezione civile. Il nuovo Piano è approvato all’unanimità con 16 voti favorevoli.

21,28 – Dopo una pausa si affronta il punto numero 7. Rispondono gli assessori ai Lavori pubblici Andrea Remoto e allo Sport Enrico Tavan. La società Avigliana Sport si è aggiudicata la gestione dei campi sportivi di via Suppo, in seguito a manifestazione di interesse e all’invio dell’offerta. L’assessore Tavan si dichiara disponibile a effettuare una Commissione sul posto in modo da conoscere l’associazione. Il dibattito è stato aperto, i consiglieri sono d’accordo a portare avanti una Commissione e si impegnano in questo senso. Si delibera quindi di costituire un organo di controllo relativo ai campi sportivi nell’ambito delle Commissioni Sport e Patrimonio. L’Odg congiunto dei gruppi consiliari della minoranza viene quindi approvato all’unanimità dopo essere stato emendato.

22,42 – Si passa al punto sulle scuole sicure presentato dal gruppo Progetto per Avigliana. Il capogruppo Picciotto invita a pianificare la costruzione di una nuova scuola sul territorio che rispetti le più moderne norme di sicurezza e che sia all’avanguardia dal punto di vista tecnologico. Un progetto a lungo termine che possa cominciare individuando un’area di Avigliana che sia sicura. L’assessore Andrea Remoto replica spiegando che le scuole aviglianesi rispettano le normative sismiche e di sicurezza. Sono inoltre rispettati i criteri di accessibilità per i disabili e proprio nel corso dell’estate scorsa è stata implementata la connettività internet di tutti i plessi. Le scuole inoltre sono attualmente dislocate in maniera strategica rispetto alla zona urbanistica che vanno a servire, anche nell’ottica della mobilità sostenibile che questa Amministrazione sostiene. Mentre la dislocazione di un intero sistema scolastico in un’altra zona potrebbe creare problemi di trasporti. La proposta è bocciata con 12 voti contrari e 4 favorevoli.

23,26 – Il gruppo Adesso Avigliana nella sua mozione chiede uno stanziamento a favore del commercio locale. «Per sostenere le attività del commercio di vicinato aviglianese – risponde la vicesindaco e assessora al Commercio Paola Babbini –, l’Amministrazione ha messo in campo importanti risorse economiche che complessivamente ammontano a circa 90 mila euro, oltre a quanto già stanziato la scorsa primavera come contributo sulla Tari per coloro che non avevano potuto esercitare la propria attività. Tali risorse sono costituite da contributi a fondo perduto per circa 72 mila euro destinati alle categorie che maggiormente sono state colpite da questo secondo lockdown, il cui valore potrà variare a seconda che la chiusura sia parziale o totale. I contributi potrebbero ammontare a circa 6-700 euro per le attività più colpite, fino a 350 euro secondo le modalità che saranno pubblicate a breve. Altri 18 mila euro saranno invece erogati sotto forma di Buoni di Natale, al terzo anno di emissione. Una formula che coniuga l’aiuto a famiglie in difficoltà attraverso la consegna di buoni spesa che dovranno essere utilizzati nei negozi di vicinato». La mozione viene emendata in considerazione del fatto che le risorse sono già state individuate dall’Amministrazione e approvata all’unanimità.

00,10 – Il sindaco risponde all’interrogazione al punto 9 spiegando che la convenzione con la Croce Rossa è stata stipulata per i tamponi con un contributo di 2000 euro.

00,16 – L’ultimo punto interroga su un incontro dei sindaci della Valsusa con il ministro infrastrutture e trasporti, Paola de Micheli in merito al Tav. Il sindaco risponde leggendo il comunicato stampa dell’Umvs che riportiamo qui a fianco. La seduta si chiude alle 00,28 del 1 dicembre 2020.

Ordine del giorno

1 Comunicazioni
2 Approvazione verbali Consiglio comunale del 30.09.2020 con prosecuzione il 02.10.2020
3 Bilancio consolidato esercizio 2019. Approvazione
4 Variazione di bilancio e controllo della salvaguardia degli equilibri – bilancio di previsione 2020/2022
5 “Realizzazione di intersezione a rotatoria sulla sp 589 in borgata Sada e aree a parcheggio” – Cup c31b19000470005 approvazione accordo con i privati per la cessione volontaria e l’accettazione dell’indennizzo
6 Approvazione piano Protezione civile comunale
7 Ordine del giorno congiunto dei gruppi consiliari della minoranza inerente gestione impianti sportivi di via Suppo. Dibattito in merito, anche alla luce delle comunicazioni dell’Apd Terrarossa del primo novembre
8 Ordine del giorno presentato dal gruppo consiliare Progetto per Avigliana avente per oggetto: realizzazione scuole sicure
9 Mozione presentata dal gruppo consiliare Adesso Avigliana avente per oggetto: crisi covid-19, stanziamento risorse ed elaborazione progettualità a supporto del commercio locale
10 Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Adesso Avigliana avente per oggetto: tamponi rapidi Covid-19, progetto delle sezioni locali della Croce Rossa italiana. L’Amministrazione comunale di Avigliana ha valutato, similmente ad altre dei nostri territori, un’adesione?
11 Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Adesso Avigliana avente per oggetto: Torino-Lione, incontro in videoconferenza del 20 novembre con il ministro infrastrutture e trasporti, Paola de Micheli. Risultanze

1 Comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Chiude il Fassino, sospeso l’accesso in biblioteca

Prossimo articolo

SOSteniamo il commercio di vicinato

Ultime notizie di Comune

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: