Diritto allo studio: parte il bando 2019-20

in Cultura

A partire dal 18 aprile 2019 e con scadenza al 30 maggio 2019 è aperto il bando relativo al voucher per il diritto allo studio
Il bando, modificato rispetto allo scorso anno, nasce dall’esperienza di un numero consistente di domande ammesse e non finanziate e prevede l’incremento delle risorse disponibili, grazie all’integrazione del contributo statale per i libri di testo e la rimodulazione dei contributi erogati.

Pertanto le famiglie degli studenti piemontesi iscritti all’anno scolastico 2019/2020 possono presentare un’unica domanda per gli aiuti economici per il diritto allo studio, finanziati con risorse regionali e statali.

È invece confermato l’utilizzo del “voucher elettronico”, il cui valore è determinato sulla base della situazione Isee anno 2019, per spese di iscrizione e frequenza (retta scolastica) oppure, in alternativa, per spese relative a libri di testo, trasporto, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione e attività integrative (inserite nel Piano dell’offerta formativa), comprensivo del contributo statale per libri di testo.

L’erogazione del voucher avverrà nel mese di luglio, con una tempistica adeguata all’avvio dell’anno scolastico e al momento in cui le famiglie effettuano le principali spese legate alla scuola. Sul sito della Regione Piemonte, si possono trovare le indicazioni relative ai criteri di accesso e il collegamento al portale di presentazione della domanda on line in cui si può scaricare il modulo. Per la regolarità della domanda, è fondamentale salvare il modulo su postazione locale, compilarlo elettronicamente, validarlo e trasmetterlo accedendo nuovamente al sistema.

Per disposizione di legge statale è necessario essere in possesso delle credenziali Spid, il Sistema pubblico di identità digitale che permette di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione con un’unica Identità Digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone. Si ricorda a tutti che il rilascio non è immediato e pertanto è opportuno attivarsi per tempo. Per questo bando è ancora possibile utilizzare le credenziali Sistema Piemonte solo se ancora attive. Pertanto chi le avesse smarrite, non le avesse più attive o presenti la domanda per la prima volta deve necessariamente utilizzare le credenziali Spid.

Per maggiori informazioni si prega di consultare la pagina: www.sistemapiemonte.it/assegnidistudio

Nella locandina tutte le informazioni pronte da stampare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie di Cultura

Vai Su