Sarà riqualificato l’edificio di via XX Settembre

/
1 minuto di lettura

Grazie a fondi Pnrr partono i lavori di efficientamento energetico e di ristrutturazione dell’edificio storico in pieno centro cittadino di proprietà del Comune

Avigliana, 22 giugno 2023 – Da lunedì 26 giugno inizierà il cantiere per la riqualificazione dell’edificio di edilizia residenziale pubblica sito in via XX Settembre, di proprietà del Comune di Avigliana, che prevede un investimento complessivo di 250mila euro, interamente su fondi Pnrr.

Il fabbricato fa parte di un complesso edilizio che si trova in pieno centro storico. È soggetto a vincolo monumentale e adibito a edilizia popolare. Si tratta di cinque unità immobiliari a carattere residenziale, oltre a locali accessori e a un locale al piano terra sede di associazioni.
«Data la peculiarità del bene – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Andrea Remoto – e la presenza del vincolo monumentale, si è reso necessario nella fase progettuale acquisire l’autorizzazione da parte della Soprintendenza, che è stata preceduta da un’accurata indagine preliminare conoscitiva degli intonaci esterni, eseguita da tecnici specializzati in restauro. L’intervento riguarda essenzialmente il miglioramento energetico del fabbricato, per conseguire l’obiettivo fissato dal bando di finanziamento di un “salto” di almeno due classi energetiche secondo la scala normativa nazionale».

Sono previste inoltre opere di manutenzione straordinaria che non riguardano strettamente l’efficienza energetica ma la riqualificazione generale dell’immobile, in termini di sicurezza, di durabilità, di aspetto estetico e ambientale.

L’impostazione generale del cantiere dovrà seguire le linee generali del Pnrr, e quindi dovrà essere a basso impatto ambientale. Ogni tipologia di materiale derivato dalle attività di demolizione o rimozione, qualora non reimpiegate sul posto, saranno inviate a centri di recupero e riciclaggio, per un futuro reimpiego in altri cantieri, così come le nuove installazioni o i materiali per costruzione dovranno possedere caratteristiche certificate di basso impatto ambientale.

«Sfruttiamo questa ulteriore opportunità fornita dal Pnrr – conclude Remoto – per proseguire nella riqualificazione complessiva della nostra città, dedicandoci ora al recupero e all’efficientamento energetico di uno degli immobili che più caratterizza la visuale del nostro centro storico. Attraverso questo intervento puntiamo a migliorare la qualità abitativa dei nostri alloggi, ottimizzandone i consumi e elevandone lo standard abitativo, in una visione complessiva di rigenerazione del patrimonio residenziale pubblico». La durata dei lavori è stimata in 217 giorni.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Nobel, un premio esplosivo

Prossimo articolo

La musica della foresta

Ultime notizie di Territorio