Salvare le api per salvare il pianeta

/
2 minuti di lettura

Il Progetto fioraia consente di impiegare una parte dei terreni agricoli sempre più spesso lasciati incolti, per seminare piante mellifere e pollinifere utili alle api e agli apicoltori e agli allevatori

Il 20 maggio è stata istituita la Giornata mondiale delle api, durante la quale quest’anno a Stupinigi si è svolto l’evento Incontri di filiera promosso dalla Regione Piemonte e a cui l’assessorato all’Ambiente di Avigliana ha partecipato durante l’esposizione del Progetto Fioraia da parte dei loro promotori.

Ariele Muzzarelli (Apes, az. agricola e Impollinatori Metropolitani Aps Ets) e Guido Cortese (presidente Impollinatori Metropolitani Aps Ets)

Il Progetto Fioraia, a cui la Città di Avigliana ha aderito convintamente mettendo a disposizione più di un ettaro di terreno comunale sito dietro al cimitero, rappresenta un ottimo esempio di servizio ecosistemico, perché agevolando un semplice meccanismo naturale, permette di dare una soluzione pratica a molti problemi: seminando piante mellifere e pollinifere aiuta i terreni a stoccare anidride carbonica mitigando i cambiamenti climatici, aiuta gli insetti impollinatori a sopravvivere a mantenere la biodiversità, aiuta gli apicoltori a poter continuare la loro attività producendo miele di qualità, gli allevatori a dare un miglior fieno ai propri animali e, quindi, a produrre un latte migliore, che potrà essere utilizzato per avviare anche un’eventuale filiera casearia di qualità.

Oltre a queste ricadute pratiche, questo progetto può avere anche notevoli ricadute immateriali, in quanto migliora il paesaggio e la piacevolezza dei luoghi, oltre ad aiutare a divulgare una cultura più vicina all’ambiente soprattutto se spiegato alla popolazione, a partire dai giovani nelle nostre scuole. A tale proposito, nei prossimi giorni, le scuole primarie e dell’infanzia che hanno partecipato alle attività promosse dall’associazione Laqup, forniranno cartelli illustrativi per spiegare al mondo distratto degli adulti, l’importanza di questi progetti per le generazioni future.

La sopravvivenza delle api e degli insetti impollinatori, si fa sempre più fragile a causa di urbanizzazione, pesticidi, parassiti e del cambiamento climatico. Questo potrebbe arrivare a compromettere anche la nostra esistenza, visto che il 75% della produzione di alimenti come frutta e verdura è strettamente correlato all’esistenza di questi insetti, che sono diminuiti fino al 40% negli ultimi anni.


Il progetto, nato dall’incontro di Apes con l’Associazione Impollinatori metropolitani aps della condotta Slow Food, nasce dall’idea di impiegare una parte dei terreni agricoli sempre più spesso lasciati incolti, per seminare piante mellifere e pollinifere utili agli insetti pronubi, ma anche, di conseguenza, agli apicoltori e agli allevatori che possono usufruire di un’ottima fienagione dopo che le essenze siano fiorite (e utilizzate dalle api per la bottinatura).
A seconda della situazione locale, questo progetto può essere applicato in modi differenti, ossia o facendo affidamento solo su soggetti privati, che mettono a disposizione i loro terreni per la semina delle essenze (magari organizzandosi in associazioni fondiarie), oppure utilizzando terreni incolti comunali, come ha deciso di fare la Città di Avigliana aderendo a Fioraia. L’assessorato all’ambiente aveva già tentato di attivare un’esperienza simile, con apicoltori e coltivatori, un mese prima che scoppiasse la pandemia, ma l’epidemia e il costo dei semi avevano bloccato l’operazione.

Successivamente, nell’ambito del concorso Balconi e angoli fioriti, l’assessorato alle aree verdi aveva inserito all’interno del regolamento un premio per l’impiego di fiori melliferi negli allestimenti floreali in concorso.
Ora, grazie al fatto che il Progetto Fioraia mette a disposizione i semi di piante selezionate scientificamente grazie alla consulenza con l’Università, ciò che era stato bloccato dalla pandemia due anni fa, può riprendere con un nuovo impulso.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Disegni e di sogni

Prossimo articolo

Bando Mutamenti: il progetto per l’agricoltura a Drubiaglio sarà operativo

Ultime notizie di Ambiente

Balconi fioriti 2022

La Città di Avigliana promuove anche per il 2022 il Concorso “Balconi e angoli fioriti” per

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: