Pellegrina, la maratona in bici per tutti

//
6 minuti di lettura

La Pellegrina bike marathon torna sulle tracce della Via Francigena in Valle di Susa: la terza edizione si terrà sabato 9 e domenica 10 settembre 2023 

Pellegrina bike marathon - foto Marco Cicchelli
Pellegrina bike marathon – foto Marco Cicchelli

Avigliana, 16 giugno 2023 – La Pellegrina bike marathon torna sulle strade della Valle di Susa il prossimo 10 settembre e si rinnova, seguendo la sua formula ormai consolidata che prevede per il 2023 cinque diversi percorsi per lunghezza, dislivello e adatti alle più diverse tipologie di bicicletta.

La manifestazione si propone come pedalata cicloturistica sportiva non competitiva adatta a tutti i tipi di bici, e passa per diversi tratti sulla Via Francigena in Valle di Susa e sulla Ciclovia Francigena, inaugurata in occasione della Giornata mondiale della bicicletta il 3 giugno 2023. La Pellegrina bike marathon si svolge in libera escursione su strade asfaltate secondarie, strade bianche e viabilità rurale alla scoperta del patrimonio bimillenario di beni storici e architettonici di questo straordinario territorio delle Alpi Occidentali.

Ė organizzata da Asd Guide Discovery Valsusa, con il patrocinio degli Enti di questa area vasta, dei tanti Comuni attraversati e delle strutture di promozione turistica, per far conoscere il territorio della Valle di Susa quale grande bike area e terreno per esperienze outdoor ed è inserita nel calendario dei Grandi eventi sportivi della Regione Piemonte.

La Valle con i suoi paesaggi e i suoi monumenti – a partire dal più simbolico, la Sacra di San Michele, che il 18 maggio di quest’anno speciale è stata toccata dal Giro d’Italia nella Tappa Bra-Rivoli – racconta infinite vicende di viaggi, di passaggi e confini, di battaglie e anche un territorio con radici profonde non cancellate dal tempo, che sono la traccia oggi per una scoperta lenta, pedalando fuori dalla viabilità principale.

Pellegrina bike marathon - foto Marco Cicchelli
Pellegrina bike marathon – foto Marco Cicchelli

«La Pellegrina bike marathon – dice Andrea Archinà, sindaco di Avigliana e vicepresidente e assessore Cultura e Vie Francigene dell’Unione Montana Valle Susa – si conferma per il terzo anno consecutivo uno degli eventi di punta delle manifestazioni sportive valsusine e in particolar modo aviglianesi. In un anno in cui il nostro territorio è teatro di importanti eventi ciclistici nazionali e internazionali, a partire dal Giro d’Italia con la tappa del 18 maggio, con la valorizzazione insieme a Città Metropolitana di Torino della salita del Colle Braida. Nei giorni scorsi poi è stata inaugurata ufficialmente l’operatività dei primi due lotti della Ciclovia Francigena, sul cui percorso si snoda anche in gran parte la Pellegrina bike marathon. Questo evento non competitivo dedicato agli amanti delle due ruote, sia in chiave sportiva che turistica, ci vede in questa terza edizione protagonisti. Dopo Susa e Rivoli non avremmo potuto sottrarci alla grande opportunità di ospitare un evento che ogni anno si arricchisce di percorsi rinnovati aprendosi sempre di più a nuovi target di pubblico. Un’occasione in più per conoscere la città medievale dal cuore verde, la sua ricca offerta culturale e turistica e la sua vocazione ormai consolidata di città bike friendly».

La formula 2023

Dopo Susa e Rivoli sarà Avigliana la sede di partenza e arrivo di tutti i 5 percorsi. La Città medievale “dal cuore verde” – con il suo centro storico e i suoi due Laghi – è comodamente raggiungibile in treno su SFM3 linea Torino-Bardonecchia oppure in auto da Torino su A32.

L’evento si svolge su due giornate:

  • sabato 9 settembre presso il parco Alveare verde di Avigliana con intrattenimento ed escursioni guidate alla scoperta del territorio (Sacra di San Michele, Lago Grande di Avigliana, borgo medioevale…), talk a tema cicloturismo e bike village con sponsor tecnici;
  • domenica 10 settembre si terrà la pedalata vera e proprio, sono previste 5 partenze differenziate a partire dalle 8,30.

I 5 percorsi sono ad anello, non è contemplata la chiusura delle strade (non essendo competitiva) ed è a libera circolazione nel rispetto del codice della strada. Sono organizzati lungo i vari percorsi diversi punti di ristoro.

Percorso Gravel Lungo 120 km d+ 2150: percorso impegnativo, asfalto 60%, sterrato e tratto a fondo naturale 40%, pendenza massima 22%; bici consigliate gravel e mtb
Percorso Gravel Medio 80 km d+ 550: difficoltà media, asfalto 55%, sterrato 45%, pendenza massima 10%; bici consigliate gravel e mtb
Percorso Gravel Corto 50 km d+ 300: percorso facile, asfalto 70%, sterrato 30%, pendenza massima 10%; bici consigliate gravel, mtb, e-bike, vintage
Percorso Strada Valsusa 110 km d+ 1100: percorso stradale, asfalto 100%, pendenza massima 10%; bici consigliate bici da corsa e vintage
Percorso Short Family 15 km d+ 200: percorso family adatto a tutti con qualsiasi tipo di bici e allestimento (seggiolini e rimorchi compresi)

Iscrizioni

Dal 1° marzo al 6 settembre 2023 sono aperte le iscrizioni sulla piattaforma Endu. È possibile iscriversi last minute – sabato 9 e domenica 10 settembre – presso il punto iscrizioni nel bike village ad Avigliana.

La Pellegrina bike marathon pedala per la ricerca devolvendo una quota di 2 euro per ogni iscrizione effettuata direttamente alla Fondazione Airc. Un motivo in più per iscriversi.

Per conoscere le tariffe, la scontistica prevista e leggere il regolamento completo consultare la sezione info del nuovo sito istituzionale.

‍«Vogliamo essere sempre più attrattivi – dichiara Fulvio Tosco presidente Asd Guide Discovery Valsusa – per un pubblico di cicloappassionati e far conoscere la Valle oltre i confini metropolitani e allo stesso tempo rivolgerci a chi invece ci vive cercando di conciliare una vera e propria festa della bicicletta per tutti con il target più sportivo. Per questo dopo la novità nel 2022 del percorso per le bici da corsa – denominato “Strada Valsusa” – abbiamo insistito sulla parola Gravel, perché il cicloturismo vede questo target sempre più in crescita anche in chiave di eventi. E abbiamo quindi aggiunto un percorso intermedio, con molto sterrato per valorizzare la Ciclovia Francigena della Valle di Susa di 80 Km con un dislivello di circa 1.000 metri, percorribile ovviamente con mountain bike muscolare e per chi ha gamba e padronanza del mezzo anche con e-bike. Il Gravel Corto e la Short invece restano percorsi per tutti, facili con poco dislivello e sono pensati per una giornata da pedalare in compagnia e divertimento, anche per chi non ha grande preparazione atletica e sono perfette per le e-bike e le famiglie».

«Questo evento – afferma Fabrizio Ricca, assessore allo Sport della Regione Piemonte –, giunto alla sua terza edizione, è senza dubbio un esempio vincente di unione tra sport e promozione del territorio. Non posso che augurare lunga vita alla Pellegrina, confidando in un futuro di ciclismo al massimo livello per tutto il Piemonte».

«La terza edizione della Pellegrina Bike Marathon – dichiara Sonia Cambursano, consigliera metropolitana delegata allo sviluppo economico – propone molte novità e cinque percorsi, diversi per lunghezza e dislivello, adatti alle più diverse tipologie di bicicletta: mi sembra il modo migliore per assicurare il successo ad una pedalata cicloturistica sportiva non competitiva, coinvolgendo appassionati delle due ruote di ogni età, livello tecnico e specializzazione. Al di là della validità tecnica dei percorsi è particolarmente significativo il fatto che i tracciati scelti dagli organizzatori seguano in diversi tratti la Via Francigena in Valle di Susa e la ciclovia che quando sarà completata collegherà l’area metropolitana al Moncenisio. Da appassionata di cicloturismo posso dire che una libera escursione su strade asfaltate secondarie, strade bianche e rurali, alla scoperta di un patrimonio bimillenario di beni storici e architettonici, può essere un importante veicolo di promozione del territorio, oltre che della pratica sportiva di base. Il patrocinio della Città metropolitana di Torino alla Pellegrina bike marathon deriva proprio da queste considerazioni e va nella direzione che da tempo il nostro Ente segue: accompagnare i territori nella promozione delle modalità più sostenibili di scoperta turistica e sportiva dei territori, dalla riscoperta dei percorsi escursionistici per chi ama camminare a piedi alla promozione degli itinerari ciclistici nelle zone rurali e montane».

«Questo evento bike ormai appuntamento fisso in Valle di Susa – dice Giorgio Montabone, vicesindaco di Susa e assessore Turismo e Sport dell’Unione Montana – integra la pratica più sportiva della bicicletta a una pedalata festosa davvero adatta a tutti, con l’obiettivo di far conoscere il patrimonio storico culturale. Le nostre Unioni Montane stanno lavorando tutte insieme in questa direzione, convinte che dal Sestriere al Moncenisio, dal Colle delle Finestre al Col del Lys, tutta la rete di strade ex militari e non a fondo naturale, i percorsi MTB, costituiscano una grande bike area, in grado di soddisfare ogni tipo di turista in bicicletta per un’esperienza su 2 ruote a 360°. Stiamo anche lavorando per il coinvolgimento degli operatori del territorio per meglio promuovere l’offerta turistica integrata di tutta la Valle di Susa: dai Laghi, alla Sacra di San Michele fino all’Assietta e al Sommeiller, ai grandi Colli stradali che ci collegano alla Francia. Più in generale siamo un grande spazio outdoor da promuovere e sempre meglio attrezzare, e gli eventi vetrina come La Pellegrina sono fondamentali per farci riconoscere come tale».

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Balconi e angoli fioriti 2023

Prossimo articolo

Arte: storie di mare storie di cielo

Ultime notizie di Sport

Basket e musica

Il concerto di Natale quest’anno è inclusivo e nasce dalla collaborazione tra la Filarmonica Santa Cecilia