Giorno della Memoria 2023

/
2 minuti di lettura

Le iniziative per commemorare la giornata in ricordo delle vittime dell’Olocausto: lo spettacolo “Nazieuropa” al Bertotto il 27 e due appuntamenti al Fassino, il film “Anna Frank e il diario segreto” e la conferenza per gli studenti con una testimone diretta della Shoah

Avigliana, 20 gennaio 2023 – In occasione del Giorno della Memoria del 27 gennaio, Anpi Avigliana con la collaborazione della Città di Avigliana presenta il monologo dell’attore padovano Beppe Casales “Nazieuropa”. Lo spettacolo, che andrà in scena venerdì 27 alle 21 all’auditorium Daniele Bertotto, viaggia su due binari: la parola e le immagini. Si tratta di un viaggio che parte dalla Germania degli Anni ’30 e arriva fino all’Europa dei confini, del nuovo nazionalismo e del razzismo diffuso. L’autore narra sul palco il desiderio di sottrarsi all’indifferenza, di guardare con gli occhi ben aperti e di chiamare le cose con il loro nome, per lanciare infine la propria domanda provocatoria: che differenza c’è tra la Germania nazista e l’Europa dei nostri giorni?

Cinesisters organizza al Teatro Fassino una matinée dedicata alle scuole con la proiezione per gli studenti del film di animazione “Anna Frank e il diario segreto” di Ari Folman. Il cartone animato è stato presentato fuori concorso all’ultimo Festival di Cannes e sarà proiettato sempre al Fassino anche giovedì 26 e lunedì 30 con due spettacoli alle 18,30 e alle 21,15.

«Come ogni anno – ricorda l’assessora all’Istruzione Paola Babbini – il 27 gennaio commemoriamo la Shoah nella data in cui, nel 1945, fu liberato il campo di Auschwitz. In un anno di ritorno alla guerra, come l’ultimo che abbiamo trascorso, vogliamo rivolgere soprattutto agli studenti alcune iniziative utili a riflettere e non dimenticare. Esemplare è la storia di Anna Frank che proponiamo nella sua recente trasposizione nel cinema d’animazione. Con lo spettacolo “Nazieuropa” ricordiamo che le persecuzioni e il genocidio si sono prodotte proprio in Europa. Oggi più che mai c’è quindi bisogno di non dimenticare, per non ripetere quella tragedia unica e dal valore universale. Ricordiamo, a questo proposito, Primo Levi che sul genocidio del popolo ebraico, ne “I sommersi e i salvati” ha scritto: “È avvenuto, quindi può accadere di nuovo: questo è il nocciolo di quanto abbiamo da dire” e le parole di Liliana Segre, a cui Avigliana ha conferito la cittadinanza onoraria, che ci ricorda che “la memoria è un vaccino prezioso contro l’indifferenza”. Un pensiero va a tutte vittime della Shoah con un omaggio a tutti coloro che si sono opposti e si oppongono a questi orrori anche rischiando la propria vita».

Infine l’Itcg Galileo Galilei, martedì 31 gennaio, porterà al Fassino la testimonianza diretta di Barbara Napolitano, figlia di deportati. Sarà inoltre proiettato il video realizzato dagli studenti “Il processo di Francoforte”, che ha passato la selezione regionale del concorso nazionale indetto dal Ministero dell’Istruzione “I giovani ricordano la Shoah”. Il documentario è frutto di un lavoro svolto lo scorso anno scolastico con gli allievi del laboratorio teatrale dell’Istituto tenuto dalla professoressa Patrizia Roberto con la collaborazione della professoressa Elena Bondesan. Il video è stato realizzato grazie a un progetto della Regione Piemonte insieme al videomaker Diego Fabbri di Chiomonte che si è occupato del montaggio e si può trovare anche su YouTube.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Il Galilei avrà la nuova succursale nell’estate 2026

Prossimo articolo

Rifiuti, le iniziative ad Avigliana

Ultime notizie di Cultura

Accendi la Befana

L’ultimo evento delle feste è previsto per venerdì 6 gennaio 2023 in piazza del Popolo dalle

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: