Galilei: gli allievi studiano com’è cresciuta Avigliana

/
2 minuti di lettura

Un progetto di studio della cartografia nell’ambito delle ore di Pcto ha coinvolto gli studenti dell’Istituto tecnico, il Comune e l’associazione La Famija ed Drubiaij

Avigliana, 15 giugno 2023 – Quando la scuola si apre al territorio e il territorio accoglie la scuola, nascono progetti interessanti, si instaurano legami e si creano percorsi che possono sfociare in proficue collaborazioni d’apprendimento e crescita.
È quanto è accaduto a trentuno ragazzi dell’Istituto tecnico commerciale Galileo Galilei di Avigliana grazie alla disponibilità del Comune aviglianese. Il 6 giugno 2023 le due classi terze dell’indirizzo Costruzioni ambiente e territorio e Cat con indirizzo sperimentale legno hanno discusso e presentato un lavoro cartografico che ha impegnato gli studenti nel corso dei mesi conclusivi dell’anno scolastico per 15 ore riconosciute per ciascuno studente come Percorso per le competenze trasversali e l’orientamento, l’ex alternanza scuola-lavoro.

Il progetto, proposto inizialmente nel suo schema di base dall’associazione La Famija ed Drubiaij Odv, curatrice per conto del Comune di Avigliana del Museo etnografico Il Vomere, ha trovato il favore e l’interazione necessaria tra l’istituto Galilei e il Comune, garantendo obiettivi didattici, un valido percorso formativo e l’esecuzione di un vero e proprio lavoro cartografico che potrà essere utilizzato direttamente dai tecnici comunali, come base per diverse necessità.
Gli studenti sono stati dapprima guidati attraverso preliminari lezioni specifiche dai propri docenti, i professori Davide Pognant Davide e Serena Gagnor, al fine di affrontare in maniera competente, reale e appropriata l’elaborazione di carte e mappe. Il secondo step ha visto la ricerca e la lettura delle fonti e del materiale cartografico del territorio aviglianese. Tutto l’apparato cartografico reperito dall’istituto Galilei è stato messo a disposizione del Comune di Avigliana e, scambievolmente, l’Amministrazione e i tecnici comunali hanno supportato l’operato degli studenti con la documentazione tecnica necessaria.
Il prodotto finale comprende l’elaborazione digitale di carte comparate con l’individuazione dei vari accrescimenti della Città di Avigliana nel tempo, partendo dal Catasto Napoleonico del 1834, consultando e paragonando il Catasto del 1890, per poi confrontare i Piani regolatori comunali del secolo scorso, fino ai giorni nostri. Si è posto particolare attenzione agli assi di sviluppo, alle aree di espansione, alle direttrici di collegamento infrastrutturale e commerciale, alle emergenze sociali, territoriali, orografiche, urbanistiche. Sono stati inoltre approfonditi dalla classe 3A Cat gli aspetti di tipo ambientale, agricolo e forestale del territorio aviglianese.
I supporti sui quali è stato realizzato il lavoro sono sia ti tipo digitale (al fine di avere la possibilità di restituire un prodotto flessibile, sempre integrabile, consultabile in maniera interattiva per la creazione di presentazioni Powerpoint o documenti Pdf), sia cartaceo su tavole stampate di immediata consultazione, corredate di legende.

La Famija ed Drubiaij Odv si adopererà per realizzare ulteriori momenti illustrativi di questo lavoro, coinvolgendo le tante altre associazioni culturali del territorio.
La consegna degli elaborati è stata coordinata, inoltre, con un momento di visita presso gli uffici comunali per far meglio comprendere ai trentuno operatori scuola-lavoro le mansioni e l’organizzazione della macchina amministrativa di un Comune.
Gli allievi, divisi in due gruppi e accompagnati da eccezionali guide come il geometra Luca Rosso, direttore dell’Area Urbanistica ed edilizia privata, hanno esplorato gli uffici comunali, ascoltando le interessanti spiegazioni dei vari responsabili d’area.
Alla presenza della vicesindaco Babbini Paola, di alcuni esponenti de La Famija ed Drubiaij Odv, dei tecnici comunali di area Urbanistica, Lavori Pubblici ed Edilizia, i ragazzi hanno infine esposto il proprio lavoro in sala consiliare cimentandosi nel difficile ruolo dell’oratore. Ha concluso l’incontro un momento di bilancio sul lavoro svolto e di ringraziamenti vicendevoli, chiudendo il meeting con la promessa reciproca di dar seguito alla collaborazione fra l’Itc Galilei e il Comune di Avigliana.
«È infatti auspicabile – ha commentato la professoressa Gagnor – che il progetto cartografico di quest’anno sia la base per altre cooperazioni future, considerato il buon risultato e l’impegno profuso da parte degli allievi. Hanno, infatti, riscontrato di aver appreso cose nuove, realmente operative ed interessanti, proprio nella filosofia dei percorsi Pcto, che rendono possibile agli studenti il contatto fattivo col mondo del lavoro e un possibile futuro professionale».

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Terre di Sacra, Terre lente

Prossimo articolo

Balconi e angoli fioriti 2023

Ultime notizie di Istruzione