Ecocompattatori per riciclare la plastica

3 minuti di lettura

Due nuovi ecocompattatori per riciclare la plastica sono stati installati ad Avigliana: uno nell’atrio della Fabrica e l’altro ai campi sportivi. Per ogni bottiglia inserita si otterrà un punto, ogni 80 punti una mascherina

Il Comune di Avigliana ha acquistato 2 ecocompattatori della ditta Eurven di Treviso per poter avviare un progetto di educazione ambientale che mira ad aumentare il recupero dei contenitori di plastica (principalmente bottiglie monouso) che spesso non vengono conferiti correttamente o addirittura dispersi nell’ambiente. Gli ecocompattatori sono posizionati uno nell’atrio del centro polivalente La Fabrica e uno ai campi sportivi comunali (quest’ultimo entrerà in funzione la prossima settimana) e possono “digerire” contenitori di plastica della grandezza di massimo 2 litri.

«Fermo restando – ha dichiarato l’assessora all’Ambiente Fiorenza Arisio – che è obiettivo di questa Amministrazione convincere i propri cittadini a diminuire il consumo di plastica e la produzione di rifiuti più in generale, constatiamo che purtroppo ancora troppe persone non conferiscono correttamente nemmeno le bottiglie e i flaconi di plastica. Con questo meccanismo incentivante speriamo quindi di migliorare almeno questo comportamento».

All’introduzione di contenitori di plastica (che devono essere completamente svuotati dal loro contenuto e liberati del tappo) ogni ecocompattatore emette Ecopunti, con i quali al momento sarà possibile ottenere in cambio mascherine sociali. Ogni 80 Ecopunti accumulati si avrà una mascherina, presentando gli scontrini generati dalla macchina al Comando dei Vigili urbani negli orari di apertura al pubblico. Dopo un periodo di rodaggio, in autunno si prevede di coinvolgere anche degli esercizi del commercio di prossimità per poter fornire altri servizi e prodotti ai cittadini che presenteranno una diversa quantità di “Ecopunti” direttamente negli esercizi commerciali.

L’idea di coinvolgere il commercio di prossimità è nata anche dalla sollecitazione del gruppo di minoranza Avigliana Viva, che nel Consiglio comunale del 18 febbraio 2019, quando già l’Amministrazione prevedeva l’acquisto degli Ecocompattatori, aveva proposto di utilizzare questi “incentivi ambientali” per poter agevolare il commercio locale. Dopo una commissione congiunta Ambiente e Commercio lo scorso autunno, si è deciso di procedere con tale iniziativa, ma purtroppo l’epidemia di Covid-19 ha obbligato a uno stop questo progetto. Si conta comunque di ripartire a pieno regime da settembre 2020.
«Oggi – conclude l’assessora Arisio –, nella Giornata mondiale dell’Ambiente, siamo contenti di poter finalmente dare il calcio di inizio a questo progetto, sperando che rappresenti solo il primo passo per una maggiore sensibilizzazione alla raccolta differenziata da parte dei nostri cittadini».

La Giornata mondiale dell'Ambiente
La giornata mondiale dell’ambiente è una festività proclamata nel 1972 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite in occasione dell’istituzione del Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente e viene celebrata ogni anno il 5 giugno. È stata celebrata per la prima volta nel 1974 con lo slogan Only One Earth.

1 Comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Per i contribuenti

Prossimo articolo

Riprende lo sport

Ultime notizie di Ambiente

Festa dell’albero

Quest’anno le piante vanno a scuola: appuntamento nazionale il 20 novembre alle 10 con collegamento via

Covid e rifiuti

Le regole per conferire i rifiuti all’ecocentro e le indicazioni speciali se si è positivi al

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: