Consiglio comunale del 30 giugno 2021

48 minuti di lettura

Mercoledì 30 giugno 2021 si svolge in presenza il Consiglio comunale a partire dalle 18. Sono 26 i punti all’Ordine del giorno

Mercoledì 30 giugno 2021 alle 18 con prosecuzione il lunedì 5 luglio 2021 alle 20 si riunisce il Consiglio comunale per la trattazione dell’Ordine del giorno di seguito riportato. Il giorno 30 giugno 2021 non sarà ammessa la presenza del pubblico, considerata l’emergenza sanitaria in corso. Eventualmente nella prosecuzione del 5 luglio 2021, potrà essere ammesso il pubblico, secondo le modalità che saranno stabilite dal protocollo elaborato dal responsabile del servizio di Prevenzione e protezione, e che saranno pubblicate sul sito del Comune.
Le domande dei cittadini potranno essere inoltrate esclusivamente via e-mail all’indirizzo segreteria.avigliana@ruparpiemonte.it entro le 12 del giorno della seduta. Saranno trattate all’inizio del Consiglio comunale.

La diretta streaming della seduta sarà trasmessa su Magnetofono.it.

Live blog del Consiglio comunale del 30 giugno 2021

18,35 – Nel corso del question time il Comitato Statio Avilius ha inviato una rappresentanza in municipio per presentare ufficialmente le proprie richieste rispetto ai rischi legati all’installazione di un’antenna in borgata Malano. Il Comitato è stato ricevuto dal sindaco, il quale ha risposto che le competenze non sono del Comune ma dello Sportello unico delle attività produttive a cui il Comune di Avigliana ha trasmesso un proprio parere. «Io credo – ha spiegato il sindaco Andrea Archinà – che nell’arco dei prossimi giorni si potrà avere quell’ulteriore elemento di valutazione da parte di tecnici specializzati che consentirà di capire se i dubbi posti dal Comitato sono fondati e se l’Amministrazione ha fatto tutti i passaggi».

18,46 – Appello e comunicazioni. Sono presenti 14 consiglieri, assenti tre consiglieri di maggioranza. Il sindaco saluta il comandante dei Carabinieri della stazione di Avigliana, il luogotenente Giuseppe Minutolo che è andato in pensione e visti i 26 punti all’Ordine del giorno, invita i consiglieri a rispettare i tempi e a non divagare.

19,01 – Si approvano i verbali della seduta del 30 aprile. Astenuti i consiglieri Mario Picciotto, Tony Spanò, Simona Falchero, 11 i favorevoli. Il segretario comunale propone di procedere alle votazioni per alzata di mano secondo l’articolo 62 del Regolamento.

19,04 – Si affronta il punto 3 dell’Odg. Sulla base dei principi Arera, si propone che il Consiglio comunale deliberi di approvare il Piano economico finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani per l’anno 2021, per 2 milioni e 445mila euro e di approvare le categorie e le tariffe Tari 2021, riconfermando quelle in vigore nel 2020. «Stesse tariffe degli altri anni– spiega il sindaco Andrea Archinà – pur considerando il lavoro di mappatura che sarà fatto il prossimo anno per riuscire a transitare a una tariffa sulla base dei nuovi presupposti Arera. Proprio nei confronti delle fasce più sensibili, si applicheranno agevolazioni su base Isee con esenzione totale per i contribuenti che presenteranno Isee entro 8975 euro. È possibile pagare la Tari in tre rate». Entra in sala Consiglio la consigliera Francesca Ponti, il numero dei consiglieri presenti è ora di 15. Astenuti Angelo Roccotelli e Tatjana Callegari, contrari Picciotto, Falchero e Spanò, favorevole la maggioranza con 11 voti: il Piano economico-finanziario Tari è approvato e dichiarato immediatamente eseguibile.

19,36 – Il sindaco illustra il punto 4. I consiglieri Roccotelli, Picciotto, Callegari lamentano la mancanza della convocazione di una Commissione. «Gli adeguamenti di legge – spiega il sindaco – costringono gli uffici a correre per predisporre gli atti necessari e in questo caso non ci sono stati i tempi tecnici. In questo c’è un grandissimo lavoro fatto dagli uffici e non ci sono stati i tempi per un’analisi politico-amministrativa». Il capogruppo Spanò dichiara il proprio voto contrario. Il consigliere Reviglio ricorda che si è tenuta la riunione capigruppo nella quale si sarebbe potuto discutere dell’argomento. Favorevoli 10, contrari 5 (l’opposizione) il punto 4 è approvato.

19,49 – Si modifica il rendiconto della gestione 2020: all’inizio del documento si trova il rendiconto così come approvato il 30 aprile, nella seconda parte ci sono le cifre modificate. I consiglieri di minoranza rivolgono alcune domande ad Alice Prin, direttore Area finanziaria, tributi e personale del Comune di Avigliana. Due astenuti (Callegari e Roccotelli), favorevoli dieci (la maggioranza), contrari tre (Spanò, Falchero, Picciotto): il punto 5 è approvato e dichiarato immediatamente eseguibile.

20,05 – Sulla Variazione al bilancio di previsione 2021-2023 in via d’urgenza interviene il sindaco. Si tratta di un contributo di CmTo sul car pooling. Al Comune di Avigliana sono stati assegnati oltre 10mila euro che saranno utilizzati per la fornitura di punti di fermata del car pooling. Sono invece 35mila euro i fondi per i Centri estivi. Con 4 contrari (Spanò, Falchero, Roccotelli, Callegari), 1 astenuto (Spanò) e 10 favorevoli (la maggioranza) il punto è approvato.

20,08 – Si parla di un aggiornamento relativo a fondi per coprire i costi di sorveglianza nel parco Alveare verde e nel Giardino delle donne. Favorevoli 10 (maggioranza), contrari 5, il punto è approvato.

20,13 – Si chiede l’approvazione in Consiglio comunale della Variazione al bilancio di previsione 2021-2023. La variazione riguarda i fondi del Palio storico che vengono destinati ad altre attività della stagione degli eventi estivi, i fondi della mensa scolastica dirottati per coprire il servizio trasporti scolastici che ha avuto un aumento di spesa, i fondi sulla Tassa comunale rifiuti poiché era stata ipotizzata una cifra più bassa, i rimborsi a favore di famiglie per il trasporto scolastico e infine i fondi in avanzo vincolato destinati all’ospedale Beato Umberto. Favorevoli 10, contrari 5 (l’opposizione), la Variazione è approvata e resa immediatamente eseguibile.

20,20 – Pausa fino alle 20,45.

20,50 – La seduta riprende con la discussione del punto 9 che riguarda la verifica di compatibilità acustica della variante 54 al Piano regolatore comunale. L’assessore Gianfranco Crosasso illustra la delibera tecnica che si chiede al Consiglio di approvare. Si passa all’approvazione del punto con 2 astenuti (Adesso Avigliana) e 13 voti favorevoli.

21,02 – Il consigliere Arnaldo Reviglio illustra il punto 10 in sostituzione dell’assessore Fiorenza Arisio che oggi è assente, per presentare la ri-approvazione del protocollo stipulato 13-14 anni fa con l’allora Provincia di Torino. CmTo richiede una nuova adesione al Green public procurement che cerca di integrare tutti i criteri ambientali nelle fasi di acquisto di prodotti. Non cambia nulla rispetto al protocollo esistente. La Commissione Europea definisce ufficialmente il Gpp come l’approccio in base al quale le Amministrazioni pubbliche integrano i criteri ambientali in tutte le fasi del processo di acquisto, incoraggiando la diffusione di tecnologie ambientali e lo sviluppo di prodotti validi sotto il profilo ambientale, attraverso la ricerca e la scelta dei risultati e delle soluzioni che hanno il minore impatto possibile sull’ambiente lungo l’intero ciclo di vita. Il Gpp, infatti, ha l’obiettivo di integrare considerazioni di carattere ambientale all’interno dei processi di acquisto delle Pubbliche Amministrazioni e di orientarne le scelte su beni, servizi e lavori che presentano i minori impatti ambientali. Il protocollo d’intesa è approvato all’unanimità.

21,11 – Il punto 11 è ritirato dalla maggioranza. Si passa all’interrogazione del Comitato progetto per Avigliana sul rumore in borgata Malano. «Considerato – spiega il capogruppo Picciotto – che questo Comune ha richiesto un analisi dei rumori all’Arpa, per valutare il rumore che l’autostrada A32 e gli svincoli, immettono nella frazione Malano, queste analisi sono state eseguite, quindi si richiede il risultato di tali analisi fatte dall’Arpa e se la realizzazione dello svincolo ha rispettato le norme». Risponde l’assessore Gianfranco Crosasso: «L’Arpa ha trasmesso le analisi rumore effettuate in Borgata Malano. Alcuni stralci della relazione del dottor Giancarlo Cuttica: i rilievi strumentali sono stati eseguiti su richiesta del settore Urbanistica del Comune di Avigliana, grazie a un microfono posto su un balcone in borgata Malano 39 nel mese di febbraio 2021. I rilievi hanno restituito valori pari a 61,5 decibel di giorno e 51 di notte. I valori non superano i limiti di legge». Replica il capogruppo Picciotto che le analisi rumore non vanno fatte una sola volta in 7 giorni a febbraio, ma almeno due volte in periodi diversi. «Non sono soddisfatto» dichiara Picciotto.

21,25 – Punto 13: la capogruppo Tatjana Callegari del gruppo M5S di Avigliana, premette che “all’inizio del 2019 l’Amministrazione ha istituito, grazie a una nostra mozione, attraverso apposito regolamento, una Consulta delle borgate, al fine di poter meglio conoscere le esigenze dei cittadini, dar loro ascolto e dar loro voce” e chiede al sindaco e alla Giunta di impegnarsi affinché “siano avviate in tempi brevi sia la verifica dell’attuale istituzione che l’applicazione della stessa non solo alle borgate, ma anche ai borghi cittadini”. Risponde il sindaco Andrea Archinà: «All’inizio del 2019 l’Amministrazione, così come previsto dal proprio programma elettorale, ha istituito in accoglimento della mozione avanzata dal gruppo consiliare Movimento 5 stelle, una Consulta delle borgate, al fine di conoscere meglio le esigenze dei cittadini, dar loro ascolto e dar loro voce. Il dialogo con i singoli referenti di borgata si è rivelato costante e assai proficuo, tanto da vedere già in questi mesi realizzati una serie di importanti interventi da essi proposti. Tuttavia il periodo della pandemia e le restrizioni conseguenti non hanno consentito lo svolgersi delle attività assembleari della Consulta in attuazione di quanto previsto. Pertanto, come avviene in molti altri contesti, si dovrebbe considerare prorogato il termine di due anni previsto per la sperimentazione e la conseguente verifica del suo funzionamento. Si evidenzia la necessità dunque di concentrarsi sul miglior funzionamento della Commissione vigente, anche in relazione alle molteplici attività svolte dall’Amministrazione e alle proposte emerse nell’ultima riunione plenaria avvenuta in data 8 giugno 2021 e non si ritiene che in questa fase sussistano attualmente i presupposti per procedere all’applicazione del regolamento della stessa anche ai borghi cittadini». Intervengono a favore della mozione i capigruppo Spanò e Roccotelli. Con 5 favorevoli (la minoranza) e 10 contrari (la maggioranza) la mozione è respinta.

21,40 – Il capogruppo Spanò interroga sull’azione complessiva dell’Amministrazione comunale rispetto all’emergenza sanitaria da Covid-19 “per conoscere nei vari campi (sanitario, socio-assistenziale, economico e di elaborazione di progettualità ricostruttive), nello specifico delle proprie competenze e in rapporto con gli altri livelli istituzionali coinvolti, quali interventi/azioni/sgravi ha messo in campo il Comune da ottobre scorso (avvio della recrudescenza della pandemia)”. Il sindaco risponde: «L’Amministrazione comunale fin dall’avvio della campagna di vaccinazione ha interloquito con la direzione generale e quella distrettuale dell’Asl To3 mettendo a disposizione non soltanto forze volontarie, quali il gruppo comunale di Protezione civile e l’associazione Carabinieri in congedo che ringraziamo per il prezioso contributo prestato, ma anche di locali eventualmente utili per incrementare il numero delle somministrazioni. In particolare l’8 marzo alla presenza del funzionario Aldo Castelli e della direttrice pro tempore del distretto Valsusa-Valsangone dottoressa Simoncini è stato proposto l’utilizzo dei locali della palestra presso il centro polifunzionale La Fabrica già messo a disposizione di alcuni medici di medicina generale in occasione dell’ultima campagna vaccinale antinfluenzale.

Con l’emergenza Covid nel 2020 è emersa l’esigenza da parte delle scuole dell’Istituto comprensivo di Avigliana di potenziare la propria capacità di rete (30 Mb/s), che in linea teorica si riteneva non essere sufficiente in tutte le scuole a garantire la didattica a distanza su più classi contemporaneamente. La Giunta comunale, nella seduta del 01/06/2020, con la comunicazione n. 435 si è espressa favorevolmente alla possibilità di incrementare la capacità della connettività di rete delle sedi scolastiche e comunali. A partire da settembre 2020, con l’attuale fornitore di connettività di rete (Psa Srl) del Comune di Avigliana, si è andati a uniformare la capacità della rete di tutte le 8 sedi dell’istituto comprensivo di Avigliana a quella già presente nelle 3 sedi istituzionali comunali (piazza Conte Rosso, la Fabrica, sede Polizia municipale), che ha consentito nei mesi scorsi di poter gestire in modo soddisfacente lo smart-working presso l’ente, portando quindi la banda minima garantita simmetrica da 30 Mb/s a 50 Mb/s. Ulteriori interventi per il miglioramento della connettività di rete da parte dell’ufficio lavori pubblici sono stati il completamento cablaggio rete Lan Ethernet nelle 8 aule presso la scuola media “Defendente Ferrari” e l’acquisto e installazione di ulteriori hotspot per potenziare ove necessario rispetto alla situazione attuale la distribuzione del segnale radio: sono stati acquistati dall’ufficio lavori pubblici 10 antenne Ubiquity che fungono da hotspot. In fase di installazione presso sedi scolastiche con criticità o con numero di classi elevate rispetto alla capacità di banda disponibile. Per ulteriori dettagli si rinvia alla relazione specifica fornita dal Ced. Già da molti anni l’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Avigliana fa parte di una rete composta da soggetti pubblici, terzo settore e volontariato. Infatti è in contatto quasi giornalmente con le assistenti sociali del Polo di Avigliana del Consorzio Conisa Valle Susa e Val Sangone per l’attivazione di borse lavoro per soggetti svantaggiati e per pagare bollette scadute o affitti arretrati, collabora con il Cpi di Susa, la Casa di Carità Arte e Mestieri e lo Sportello Lavoro dell’Unione Montana per attivare tirocini per Under 35, over 45 e over 58enni; collabora e sostiene le due Caritas delle Parrocchie di Santa Maria e San Giovanni e con l’Associazione Ceim, è in stretto contatto con le organizzazioni sindacali che svolgono un importante lavoro per gli anziani e per far venire a conoscenza dell’Amministrazione situazioni di difficoltà; collabora anche con le Coop sociali del territorio e in modo particolare con la Coop “Amico”, con la Coop “Csda” e con la Coop “Nuova Cooperativa” per l’attivazione di tirocini e borse lavoro. Inoltre agisce direttamente con bandi di propria emanazione per il sostegno ai cittadini ultra 65enni, per il sostegno al pagamento delle spese di riscaldamento e per l’esenzione della spesa Tarsu per nuclei famigliari con reddito basso. Interviene sostenendo le famiglie con basso reddito con l’esenzione della mensa scolastica, del pagamento per l’assistenza mensa e per lo scuolabus. Interviene per i cittadini con basso reddito con il tesserino per l’esenzione del ticket sanitario. Tali servizi non solo sono stati mantenuti in questo particolare momento di difficoltà ma sono stati ulteriormente potenziati alla luce dei nuovi bisogni emergenti quali effetto della pandemia. Inoltre l’assessorato Politiche sociali e quello al Commercio hanno gestito insieme al consorzio Conisa Valle Susa e Valsangone l’erogazione dei buoni spesa legati all’emergenza Covid.
Premettiamo che la nostra Amministrazione ha dato un segnale concreto di attenzione al comparto del commercio mettendo in campo diverse azioni che hanno previsto l’utilizzo sia di fondi propri che risorse statali.
Per quanto riguarda gli sgravi sulle tariffe comunali, sulla Tari è stato istituito un fondo per agevolare sia le famiglie più in difficoltà che le attività produttive. infatti per queste ultime è stato concesso un contributo calcolato sulle giornate di chiusura dell’attività rispetto alla Tari annuale ripreso tra l’altro da alcune testate giornalistiche.
Inoltre è stata sospesa per il 2020 e il 2021 la Tosap per operatori del mercato, manifestazioni e spettacoli viaggianti.
Per quanto riguarda il contributo sugli affitti, come ripreso sia nell’ultima Commissione commercio che nel penultimo Consiglio comunale, la scelta è stata quella di istituire un fondo di 72 mila euro per erogare contributi a fondo perduto alle attività maggiormente colpite dal Dpcm del 3 novembre senza vincoli appunto rispetto all’utilizzo che è lasciato a totale discrezionalità dell’attività commerciale. A tal proposito va ricordato che per raggiungere il maggior numero di attività il bando per la richiesta di contributo è stato riaperto dal 25 gennaio al 12 febbraio 2021, con un’importante variazione sulle condizioni di ammissione in quanto potevano fare richiesta di contributo anche le imprese non in regola con il Durc. In questo caso, se ammessi, si è proceduto a liquidare il contributo ricorrendo all’intervento sostitutivo, così come previsto dal decreto legge 63/2013, mediante il versamento diretto nei confronti degli enti previdenziali a copertura (parziale o totale) del debito accumulato nei loro confronti. Per quanto riguarda il 2021, il Comune ha ricevuto 52mila e 800 euro del Fondo di solidarietà che quest’anno varranno anche quale sostegno al pagamento dei canoni di locazione e delle utenze domestiche. In ogni caso al momento non siamo ancora nella possibilità di quantificare esattamente le risorse economiche disponibili che dipenderanno anche da quanto riceveremo dagli enti sovracomunali.
Per quanto riguarda lo studio di iniziative sull’e-commerce, auspichiamo che questa sia una delle progettualità che inseriremo nel piano strategico del distretto urbano del commercio di Avigliana. È stato infatti presentata la candidatura al bando della regione Piemonte che istituisce i distretti del commercio e che prevede fondi da destinare all’elaborazione del piano strategico del distretto e il protocollo d’intesa con i partner coinvolti e prevederà le azioni da mettere in campo nei 4 mesi di lavoro previsti dal bando. Siamo in attesa degli esiti. Nel frattempo, nell’ambito del progetto Scegli Avigliana sono stati attivati i corsi di formazione rivolti ai commercianti per sviluppare competenze sull’utilizzo degli strumenti digitali. Infine a seguito della positiva esperienza dello scorso anno e delle potenzialità emergenti dal turismo di prossimità sono state pianificate una serie di attività per implementare la promozione turistica della nostra città. Con destinazione di parte dell’avanzo del 2020 è stata finanziata la progettazione di nuovi strumenti informativi tra cui la brochure in tre lingue e la nuova mappa, il rinnovo del sito internet www.turismoavigliana.it. L’Amministrazione, attraverso il proprio ufficio fundraising, ha inoltre partecipato e vinto un bando della Regione Piemonte nel circuito dei Borghi Sostenibili del Piemonte per la realizzazione di un video promozionale della città. È stato inoltre acquistato uno spazio editoriale sul numero di aprile della rivista I Borghi più belli d’Italia all’interno di uno speciale sul Piemonte. Sono state inoltre riattivate le due linee di collegamento con navetta per la Sacra di San Michele e Sant’Antonio di Ranverso e la predisposizione di tutte le attrezzature per la fruizione delle attività outdoor».

21,56 – La consigliera Simona Falchero interviene per illustrare il punto 15 e chiede aggiornamenti sui progetti legati all’eliminazione delle barriere architettoniche. Risponde l’assessore Andrea Remoto ricordando i lavori effettuati in corso Laghi secondo le indicazioni descritte nella relazione della Consulta per le persone in difficoltà onlus, sulla passeggiata circumlacuale e per l’accessibilità al centro storico. Rimane, ricorda Remoto, l’asse di corso Torino i cui le criticità rilevate dalla Cdp sono oggetto di disamina da parte della progettista incaricata e saranno portati in Commissione.

22,04 – Si torna a parlare di Tav con la discussione dell’Ordine del giorno 16 presentato dal Comitato Progetto per Avigliana. Il Capogruppo Mario Picciotto chiede che sia convocato un Consiglio comunale di confronto sul progetto della Tav in Val di Susa. Invitando il ministro delle Infrastrutture e trasporti Enrico Giovannini, il Commissario, il direttore tecnico di Tel (sic – ndr) per una discussione sul tema Tav Avigliana in Val di Susa. Risponde il sindaco Andrea Archinà. «Premesso che la nuova linea Torino-Lione si compone di tre tratte: 1) la tratta in territorio francese dai dintorni di Lione a San Jeanne de la Maurienne di competenza Sncf. 2) la sezione transfrontaliera da San Jeanne a Susa/Bussoleno di competenza di una società mista italo-francese denominata Telt (non Tel), che ha l’incarico di realizzare la tratta. Ltf, Lyon Turin ferroviaire, aveva l’incarico di redigere i progetti e far decollare l’iniziativa. 3) la tratta in territorio italiano da Susa/Bussoleno al nodo di Torino è di competenza Rfi, qui Telt non c’entra nulla. Nel 2011 è stato presentato da Rfi il progetto preliminare della allora tratta nazionale che andava da Chiusa San michele a Settimo Torinese, in quanto la tratta internazionale (non la sezione transfrontaliera) arrivava sino a Chiusa San Michele. Successivi accordi tra le parti ridussero lo sviluppo dell’intervento comune a Susa/Bussoleno, aumentando di conseguenza eventuali oneri futuri per l’Italia. Il progetto preliminare completo fu oggetto di osservazioni da parte delle autorità competenti (inclusa Avigliana) nel 2012 e trasmesso con le osservazioni da Rfi a quello che ne 2012 era il ministero delle Infrastrutture e da allora giace senza ulteriori pubblici sviluppi.
Nel corso degli anni, sono state pubblicate interviste, articoli di stampa, slides in vari convegni, studi dell’osservatorio per la Torino-Lione, in cui si è affermato quanto segue: 1) da Bussoleno ad Avigliana sarà potenziata da un punto di vista tecnologico la linea esistente (ivi inclusa la realizzazione delle barriere anti-rumore). 2) attualmente non è stato reso pubblico alcun progetto; la fermata di Buttigliera, le nuove Sse, la soppressione dei passaggi a livello a Borgone non fanno parte di questa iniziativa. Preso atto che dunque non vi è alcuna innovazione rispetto al passato tale da giustificare la convocazione di un Consiglio comunale sul tema il voto della maggioranza sarà contrario». Intervengono i capigruppo Roccotelli e Callegari: il primo per esprimere soddisfazione, la seconda per esprimere stupore per l’entrata dell’Unione montana Valle Susa nell’Osservatorio. Il capogruppo Spanò chiede trasparenza. Il sindaco Archinà spiega che l’Unione montana è un ente di secondo livello a cui sono chiamati gli enti associati, i Comuni. «Non significa – dichiara Archinà – che ci sono posizioni differenti: un conto è esercitare il ruolo di sindaco di un Comune associato, un conto è partecipare alle decisioni dell’ente come vicepresidente. Si è quindi ritenuto che l’Unione montana avesse, più di tutti i Comuni messi insieme, titolo per interloquire con i diversi soggetti coinvolti. Mi stupisco dello stupore della capogruppo Callegari anche in virtù del fatto che i suoi referenti a livello nazionale si erano presentati in Valle con una posizione precisa sul Tav e poi non hanno mantenuto le promesse». Le dichiarazioni di voto vedono Callegari favorevole all’ordine del giorno insieme agli altri consiglieri di opposizione. La presidente Giulia Bussetti dichiara esaurita la discussione. Con zero astenuti, 5 favorevoli, 10 contrari, l’Odg non viene approvato.

22,38 – La capogruppo Callegari presenta la mozione sul bonus facciate: «Premesso che la legge di Bilancio 2021 ha prorogato fino al 31 dicembre 2021 il bonus facciate degli edifici. Grazie all’articolo 121 del decreto rilancio è possibile avere cessione del credito o sconto in fattura per i lavori iniziati dal 1 gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2021. Gli interventi riguardano il decoro architettonico ed è valido per tutti gli edifici privati, dalla villetta al condominio, gli interventi edilizi, la manutenzione ordinaria, il recupero o il restauro della facciata. Si propone di avviare una campagna di informazione mirata ed indirizzata in particolar modo a amministratori di condominio, cittadini, imprese di settore, al fine di incentivare i cittadini ad aderire al Bonus ed effettuare interventi migliorativi sia su edifici storici che su edifici più recenti. Si propone inoltre di valutare la possibilità di far realizzare murales d’artista in spazi anonimi del territorio cittadino, similmente a quanto realizzato dal Comune di Torino e la Lavazza, o anche dal Comune di Condove». Replica l’assessore Gianfranco Crosasso: «Nella variante 54 ci sono gli strumenti per accedere al bonus facciate. Abbiamo attivato lo Sportello energia che si dedicherà anche a questo aspetto. Abbiamo attivato lo Sportello energia che si dedicherà anche a questo aspetto. Sull’aspetto murales, questa è una parte che secondo noi non è accettabile». Sulla parte relativa ai murales interviene il sindaco ricordando i recenti interventi nelle scuole Defendente Ferrari e Galileo Galilei. L’assessore Crosasso propone due emendamenti: sì alla campagna informativa, no ai murales. La capogruppo Callegari accetta gli emendamenti, si passa al voto: astenuti zero, favorevoli 15.

22,50 – Il capogruppo Angelo Roccotelli presenta la propria mozione e chiede di sapere se l’Amministrazione è a conoscenza del perché il Comune di Avigliana e soprattutto l’Unione Montana Valle Susa, in qualità di ente capofila, sono stati scavalcati dal Comune di Sant’Ambrogio nella presentazione del progetto intitolato “Terre di Sacra: parco della Sacra di San Michele candidata a patrimonio Unesco, contrariamente a quanto firmato e previsto dall’accordo Terre di Sacra. Risponde il sindaco: «Sembra che a ridosso della data di scadenza per i progetti sul Recovery plan il Comune di Sant’Ambrogio abbia presentato questa scheda. È stato convocato un incontro di Terre di Sacra che si è tenuto l’11 maggio e in quella data il Comune di Avigliana ha avuto la possibilità di presentare due progettualità (accesso al Castello e chiesa di San Bartolomeo) e si è chiesto che fosse l’Unione Montana, che presiede il tavolo, a formulare tutta la progettazione territoriale allargata e fosse preso in capo dell’Umvs la redazione dei progetti. Mi sento di dire che questo tipo di impegno è stato manifestato. Bisogna capire se questa progettualità sarà accolta. Se lo sarà i relativi fondi saranno comunque erogati all’Unione Montana».

23,06 – Adesso Avigliana illustra l’interrogazione sulla richiesta di rimozione parziale del vincolo della Sovrintendenza sul muro del parco Alveare verde e chiede aggiornamenti. Risponde l’assessore Crosasso leggendo una relazione del settore Urbanistica che ha fatto 4 proposte alla Sovrintendenza. È pervenuta una risposta dalla Sovrintendenza che ha approvato una delle quattro proposte (apertura di varchi nel muro) e ha richiesto di inviare un progetto dettagliato in un’ottica più conservativa. Per metà luglio sarà ultimata la proposta progettuale e la relazione. La consigliera Falchero chiede la condivisione della proposta.

23,13 – Adesso Avigliana interroga l’Amministrazione sulla convocazione in presenza il 7 aprile scorso una riunione aperta a tutti i residenti in piazza Conte Rosso avente per oggetto i lavori di sistemazione del sagrato della Chiesa di Santa Croce. Chiede quali siano state le esigenze di necessità e urgenza che hanno condotto alla decisione di svolgere tale incontro in presenza, nonostante il perdurare della situazione emergenziale e le restrizioni dovute alla classificazione della nostra Regione in zona rossa, considerando anche che altre riunioni sono state tenute con collegamenti da remoto e quali misure sono state adottate al fine di permettere lo svolgimento dell’incontro in sicurezza. «L’interrogazione – replica il sindaco – si basa su un assunto falso. Intercorrono due giorni di tempo nei quali la lettera era a disposizione. Do lettura della lettera che costituisce risposta». I punti della risposta: la riunione era aperta ai rappresentanti di 10 famiglie, le persone intervenute sono state 5, tutti muniti di mascherine, la riunione si è tenuta per 15 minuti nella sala consiliare, la riunione si è poi spostata all’aperto. Il sindaco afferma quindi che si sono rispettate tutte le prescrizioni previste dalla zona rossa.

23,24 – L’interrogazione successiva è del Comitato progetto per Avigliana. Il capogruppo Picciotto chiede come mai nel parco Alveare verde siano state messe a dimora nel terreno rimasto alla proprietà del dottor Riva piante lungo la recinzione e come mai la via privata Don Campagna sia stata asfaltata nonostante mancasse la cessione da parte dei proprietari. Risponde l’assessore Andrea Remoto: «Non è chiaro a quali piante si riferisca il consigliere Mario Picciotto quando asserisce che siano state messe a dimora piante lungo la recinzione in un terreno rimasto in capo alla proprietà Riva. Si chiede pertanto al consigliere di integrare la sua richiesta di interrogazione al fine di consentire una risposta corretta e puntuale ai quesiti posti. Nel merito della richiesta su via Don Campagna il sedime risulta sì privato, ma comunalizzato ai sensi della legge regionale n 86 del 21/11/1996 con delibera del Consiglio comunale n.19 del 09/05/2016. La comunalizzazione consiste nella dichiarazione della sussistenza di un uso pubblico generalizzato da parte della collettività dei cittadini, protratto da oltre 20 anni e con assunzione di oneri di manutenzione e responsabilità dell’Amministrazione, ed è quindi l’atto con il quale viene legittimato l’intervento di manutenzione, messa in sicurezza e asfaltatura realizzato dall’Amministrazione comunale».

23, 31 – Al punto 22 l’interrogazione del gruppo consiliare Movimento 5 Stelle sul progetto di installazione di una antenna Iliad in borgata Malano. La capogruppo Callegari chiede come mai l’Amministrazione non si è avvalsa della facoltà, prevista per legge, dell’annullamento dell’autorizzazione in Autotutela, ai sensi dell’art. 21 quater Legge n. 241/90, evitando ricorsi al Tar e probabili richieste danni da parte di Iliad, probabile risultato di una generica sospensione temporanea dei lavori. Come intende eventualmente in altro modo procedere a tutela dei cittadini e dell’area coinvolta. Come intende gestire nei prossimi anni eventuali e probabili nuove richieste di installazione di antenna, in attesa della programmata ed evidentemente indispensabile nuova pianificazione urbanistica in materia, che non potrà per ovvie ragioni essere approvata in tempi rapidi e che pertanto rischia di consentire l’apertura di nuovi scenari in tutto simili a quelli oggi presenti in borgata Malano.

Risponde il sindaco leggendo la relazione del geometra Luca Rosso del servizio Urbanistica ed Edilizia privata e ripercorrendo, in un’articolata cronistoria, tutti gli atti e i passaggi amministrativi legati al progetto dell’antenna: non si è ricorso all’annullamento in autotutela perché l’endoprocedimento attivato dal Suap relativo all’autorizzazione comunale non conteneva vizi di illegittimità. Si specifica che l’art. 21 quater, indicato nell’interrogazione, è relativo alla “efficacia ed esecutività del provvedimento”, anche in questo caso valgono le considerazioni di cui sopra. In ogni caso l’ordinanza di sospensione lavori ha sortito il medesimo effetto. È stato inoltre dato incarico triennale alla ditta Polab per la redazione Regolamento e Piano comunale per la telefonia mobile e supporto alla gestione dei campi elettromagnetici ambientali.

23,55 – Avigliana Viva presenta un Odg sulla manutenzione e sicurezza passeggiata sul Lago Grande. Il capogruppo Roccotelli segnala una mancanza di cura nella manutenzione della passeggiata: cestini pieni, spazzatura, alberi che finiscono sulla passeggiata, erba da tagliare. Il secondo punto riguarda la sicurezza della passerella: mancano i cartelli di divieto (divieto di accesso alle biciclette, divieto di utilizzo della passerella per tuffarsi nel lago). Avigliana viva segnala inoltre rischi per la sicurezza della stessa passeggiata: i rotoli di fibre vegetali presentano tondini di acciaio a vista, pericolosi. L’assessore Remoto interviene al posto dell’assessora Arisio: «Non ci riconosciamo in quanto illustrato nell’Odg di Avigliana viva. Per quanto riguarda la manutenzione del verde abbiamo un piano di interventi programmati. Facendo una passeggiata io il degrado non l’ho rilevato. Sul punto relativo alla cartellonistica ci sono delle mancanze, stiamo intervenendo con cartelli in più lingue. La passerella galleggiante è stata realizzata nel 2002 da Acsel e completata nel 2003 dall’Amministrazione. Nel 2019 è stato eseguito un intervento con certificati di conformità legati alla sicurezza. Chiediamo quindi di stralciare le affermazioni relative alla mancanza di sicurezza. I lavori di rinaturalizzazione delle sponde sono stati eseguiti da CmTo e sono ancora da completare». Intervengono i consiglieri Picciotto e Spanò. L’Odg viene emendato e approvato all’unanimità.

00, 17 – Il punto 24 riguarda la richiesta di estensione delle procedure facilitate per installazione di dehors e l’esonero del canone unico oltre il periodo previsto dal decreto sostegni e lo presenta il capogruppo Spanò. Risponde favorevolmente l’assessora al Commercio Paola Babbini precisando che “è un punto che va discusso anche sulla base della disponibilità delle casse comunali”. La mozione è approvata all’unanimità.

00,30 – Avigliana viva segnala criticità del traffico zona ospedale Sant’Agostino. Roccotelli chiede che il sindaco e l’assessore competente si facciano promotori nei confronti della direzione sanitaria dell’ospedale Sant’Agostino e dell’Asl To3 affinché sia invertito il senso di marcia delle auto che devono transitare al pit-stop, obbligandole a entrare nel parcheggio dell’ospedale e, passando dietro l’ospedale, raggiungano i gazebo di vaccinazione o tampone in modo che le eventuali code si formino nel parcheggio e non sulla via Sant’Agostino stessa. Il sindaco risponde che l’Amministrazione farà adeguate segnalazioni in merito. Zero astenuti, 15 favorevoli: l’Odg è approvato all’unanimità.

00,35 – La consigliera Falchero chiede quale sarà l’entità dell’eventuale restringimento della carreggiata in favore del nuovo percorso ciclabile di corso Laghi e quali parcheggi e spazi di esposizione saranno eliminati. Chiede inoltre se la scelta sia stata condivisa con le attività commerciali. Risponde il sindaco: al momento la soluzione definitiva è ancora di là da venire, c’è un’ipotesi soft di bike line che non andrà a restringere troppo la carreggiata.

00,40 – La seduta del Consiglio comunale si chiude. Avendo trattato tutti i punti all’Ordine del giorno non ci sarà quindi l’ipotizzata prosecuzione nella seduta del 5 luglio.

ELENCO PUNTI ALL’ORDINE DEL GIORNO

1

Comunicazioni

2

Approvazione verbali Consiglio comunale del 30.04.2021

3

Approvazione Piano economico-finanziario Tari con metodo Mtr/Arera per l’anno 2021 e approvazione categorie e tariffe anno 2021

4

Approvazione del regolamento per l’applicazione del tributo sui rifiuti (Tari) anno 2021

5

Rendiconto della gestione 2020 e relativi allegati – Rettifica di alcuni allegati a seguito della certificazione Covid-19

6

Ratifica deliberazione di Giunta Comunale n. 93 del 31.05.2021 avente ad oggetto: “Art. 175 c. 4 d.lgs. n. 267 del 18 agosto 2000 – Variazione al bilancio di previsione 2021-2023 in via d’urgenza.”

7

Ratifica deliberazione di Giunta comunale n. 114 del 17.06.2021 avente ad oggetto: “Art. 175 c. 4 d.lgs. n. 267 del 18 agosto 2000 – Variazione al bilancio di previsione 2021-2023 in via d’urgenza”

8

Art. 175 d.lgs. n. 267 del 18 agosto 2000 – Variazione al bilancio di previsione 2021-2023 e applicazione dell’avanzo di amministrazione

9

Adozione proposta tecnica progetto preliminare variante strutturale n. 54 al Prgc – integrazione alla Dcc n. 8/2021. adozione dell’elaborato “Verifica di compatibilità acustica”

10

Approvazione protocollo d’intesa con la Città Metropolitana di Torino per l’attuazione degli acquisti pubblici ecologici sul territorio della Città Metropolitana di Torino

11

Manifestazione di volontà alla costituzione di servitù inamovibile di elettrodotto per il fabbricato di proprietà comunale distinto a catasto al fg 10 mappale 694

12

Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Comitato progetto per Avigliana avente per oggetto: Realizzazione analisi rumore in borgata Malano (Avigliana)

13

Mozione presentata dal gruppo consiliare Movimento 5 Stelle Avigliana avente per oggetto: Istituzione di referenti dei borghi cittadini

14

Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Adesso Avigliana avente per oggetto: Nuova fase emergenziale Covid-19. Azione complessiva dell’Amministrazione comunale

15

Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Adesso Avigliana avente per oggetto: Interventi di eliminazione delle barriere architettoniche conseguenti ai lavori della Commissione dedicata alla ricognizione dei punti critici istituita su richiesta del gruppo consiliare “Adesso Avigliana” – Aggiornamenti

16

Ordine del giorno presentato dal gruppo consiliare Comitato progetto per Avigliana avente per oggetto: Tav Avigliana/Val Susa

17

Mozione presentata dal gruppo Movimento 5 Stelle incentivazione all’utilizzo del bonus facciate

18

Mozione presentata dal gruppo consiliare Avigliana Viva avente per oggetto: progetto Recovery plan Piemonte – Terre di Sacra

19

Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Adesso Avigliana avente per oggetto: parco Alveare Verde nell’area Ex Riva. richiesta rimozione parziale vincolo Sovrintendenza presentata con mozione votata da questo Consiglio. Stato dell’arte e iniziative dell’Amministrazione per procedere nel senso della deliberazione

20

Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Adesso Avigliana avente per oggetto: Incontro pubblico per la presentazione di lavori in piazzale Santa Croce – Motivazione della scelta dello svolgimento in presenza e rispetto delle normative prevenzione contagio Covid-19

21

Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Comitato progetto per Avigliana avente per oggetto: Realizzazione opere pubbliche su proprietà private

22

Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Movimento 5 Stelle avente per oggetto: progetto di installazione di una antenna Iliad in borgata Malano

23

Ordine del giorno presentato dal gruppo consiliare Avigliana Viva avente per oggetto: manutenzione e sicurezza passeggiata sul Lago Grande

24

Mozione presentata dal gruppo consiliare Adesso Avigliana avente per oggetto: Estensione delle procedure facilitate per installazione dehors ed esonero canone unico oltre il periodo previsto dal decreto sostegni

25

Ordine del giorno presentato dal gruppo consiliare Avigliana Viva avente per oggetto: Criticità del traffico zona ospedale Sant’Agostino

26

Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Adesso Avigliana avente per oggetto: Impatto su corso Laghi della realizzanda pista ciclabile

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Nuova vita per l’Ostello

Prossimo articolo

Marco Ponti presenta Luca Bianchini

Ultime notizie di Comune

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: