Concorso Balconi e angoli fioriti 2020

/
5 minuti di lettura

Premiati i concorrenti del Concorso Balconi e angoli fioriti 2020 venerdì 26 marzo in modalità on line 

Avigliana, 29 marzo 2021 – Venerdì 26 marzo, in concomitanza con l’evento “Mi illumino di meno“, l’Amministrazione comunale di Avigliana ha premiato i partecipanti all’edizione 2020 del concorso “Balconi e angoli fioriti”. La premiazione, che si sarebbe dovuta svolgere come di consuetudine a novembre, ma che era stata rimandata per via delle restrizioni imposte dalla pandemia, ha avuto luogo in modalità on line con un’ampia partecipazione di pubblico.
La serata è stata introdotta dal sindaco Andrea Archinà, che ha ringraziato i partecipanti per l’impegno e la passione nel rendere più fiorita e accogliente la città. L’assessore alle aree verdi Andrea Remoto ha invece ricordato l’adesione della città al circuito “Comuni fioriti” organizzato da Asproflor, attraverso il quale è stata insignita nel 2019 del marchio di “Qualità per l’ambiente di vita dei Comuni fioriti”. Sono state poi presentate tutte le installazioni floreali che hanno partecipato al concorso.
«L’Amministrazione comunale da sempre si riconosce nello slogan “Fiorire è accogliere” coniato da Asproflor, organizzatore del circuito “Comuni fioriti” a cui Avigliana aderisce dal 2007 – afferma l’assessore alle Aree verdi Andrea Remoto –. Pensiamo infatti che vivere o visitare una città fiorita significhi innanzitutto migliorare il quadro di vita dei cittadini sensibilizzando la comunità al rispetto dell’ambiente, tematica sempre più importante e attuale sopratutto in questo periodo, e trasmettere un’immagine più colorata e viva della località, incrementando così la promozione turistica verso un turismo sempre più di qualità».
A seguire, la giuria del concorso, composta dal Consigliere comunale ed ecovolontario Arnaldo Reviglio, dal professore ed ecovolontario Corrado Mattioli, dal geometra Mauro Paradisi, tecnico comunale e da giudici internazionali di “Communities in bloom”, associazione canadese che organizza il concorso mondiale di fioriture, ha svelato i vincitori del concorso 2020.

Categoria Angoli fioriti
Primo classificato – Girard Giovanni
Secondo classificato – Croce Mario
Terzo classificato – Allais Clara e Alotto Renato
Quarto classificato – Collu Marco
Categoria Balconi fioriti
Primo classificato – Salza Cinzia
Secondo classificato – Andreis Marco
Terzo classificato – Gigantiello Rosanna
Quarto classificato – Lavarino Tiziana
Menzioni speciali a: Moro Lorella, Fanti Marcella e Favro Vera per la categoria “Angoli fioriti”, Boassa Tiziana e Romano Sonja per la categoria “Balconi fioriti”.
Dopo le premiazioni l’assessora all’Ambiente Fiorenza Arisio ha illustrato il progetto “Comune amico delle api”, promosso dall’associazione produttori di miele della Val Susa e Val Sangone, con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione attraverso la piantumazione di specie floerali maggiormente nettarifere e quindi più appetibili alle api, nonché a tutti gli insetti impollinatori.

«Questo ultimo anno di pandemia ci ha fatto apprezzare in modo particolare la possibilità di fruire degli spazi verdi e della natura – ha affermato l’Assessore Fiorenza Arisio –. Questo potrebbe diventare un motivo in più per non sentirci alienati da essa ma per provare ad avvicinarci maggiormente imparando ad apprezzare anche piccole cose che sono alla portata di tutti. È nota l’affermazione di Albert Einstein secondo cui il mondo finirebbe in 4 anni se le api scomparissero, ma ai più è meno noto che le api (benché siano quelle più conosciute perché addomesticate dall’uomo) non sono gli unici insetti impollinatori, che vanno per esempio dai bombi, alle farfalle, ai coleotteri. Aiutarli a sopravvivere, e quindi garantire anche la nostra stessa esistenza, è relativamente semplice: si può fare sia evitando di utilizzare diserbanti nei nostri giardini, sia piantando fiori o essenze nettarine nei giardini o sui nostri balconi».

In conclusione l’assessore Andrea Remoto ha “lanciato” il concorso 2021 che avrà alcune novità rispetto le edizioni precedenti. La prima riguarda la possibilità di inserire nella giuria, oltre ai tre giudici nominati dal comitato organizzatore, anche i due vincitori del concorso 2020: un importante contributo nel giudicare le installazioni floreali in gara, dal punto di vista del cittadino appassionato. La seconda novità riguarderà invece l’aggiunta dell’ulteriore elemento di valutazione, rappresentato dall’utilizzo di fiori “amici delle api” relativi al progetto illustrato dall’assessora all’Ambiente.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

M’illumino di meno 2021

Prossimo articolo

Cantieri lavoro over 45: via al bando

Ultime notizie di Ambiente

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: