Casa per ferie: pubblicato il bando

3 minuti di lettura

La struttura ricettiva sarà data in concessione per i prossimi 15 anni a condizioni vantaggiose per il gestore: 50 posti letto e un bar con somministrazione bevande e alimenti in piazza Conte Rosso 20, nel centro di Avigliana 

Casa per ferie Ostello del Conte Rosso

Avigliana, 8 gennaio 2021 – Si cerca un soggetto gestore per la struttura ricettiva della Casa per ferie, anche conosciuta come Ostello, di proprietà del Comune, nel centro storico di Avigliana in piazza Conte Rosso 20, di fronte al municipio. Nel contesto della strategia di sviluppo locale che ha interessato Avigliana negli ultimi anni, già da alcuni mesi è stato predisposto il bando di concessione della “Casa per ferie del Conte Rosso” unitamente a quelli dell’ex Dinamitificio Nobel e del chiosco bar del nuovo Parco Alveare Verde rivisto dopo il primo avviso. L’evolversi dell’emergenza Covid ne ha fatto slittare la pubblicazione sul sito del Comune al 22 dicembre scorso.

«L’affidamento della gestione della Casa per ferie – spiega il sindaco di Avigliana Andrea Archinà – è quanto mai strategico per affrontare al meglio la prossima stagione turistica. Se saranno riconfermati i dati dei flussi dello scorso anno, la stagione si preannuncia infatti particolarmente interessante. Sarà quindi molto utile per tutto il nostro territorio avere una struttura ricettiva vocata per sua natura ad accogliere in particolare chi aderisce al turismo dolce, quota di mercato costantemente in crescita specie in Piemonte e in Valle di Susa».
Pur nelle sue piccole dimensioni, infatti, la città di Avigliana vanta un’ampia programmazione culturale e orientata all’outdoor durante tutto l’anno che, insieme alle ricchezze intrinseche del territorio, garantisce un’affluenza turistica significativa con un tempo di permanenza media in costante crescita.

Il Comune di Avigliana è dunque alla ricerca di un soggetto che gestisca la Casa per ferie con un’attività riguardante sia la ricettività temporanea di persone singole o gruppi organizzati gestiti per il conseguimento di scopi sociali, culturali, religiosi e sportivi, sia l’attivazione di un’attività di somministrazione cibo e bevante, aperta al pubblico nel centro città, in particolar modo nelle ore serali, in un’ottica di ampio respiro legata al comparto turistico-culturale di Avigliana.

«Considerate anche le criticità del momento storico che stiamo vivendo – conclude Archinà –, le condizioni del bando sono state riviste in termini più vantaggiosi per il soggetto concessionario rispetto alle precedenti edizioni e sono visionabili unitamente a tutta la documentazione relativa sul sito del Comune di Avigliana a questo indirizzo».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Anche la rotonda della Grangia diventa realtà

Prossimo articolo

Il legno dell’incendio riprende vita

Ultime notizie di Turismo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: