Viaggio della legalità

7 minuti di lettura

Si è svolto lo scambio giovanile a Napoli dal 14 al 16 sui temi dell’educazione alla cittadinanza e alla legalità. Erano 10 i posti disponibili, 5 per Avigliana e 5 per Buttigliera Alta, per giovani tra i 18 e i 25 anni

Lo scambio giovanile sui temi dell’educazione alla cittadinanza e della legalità che si è svolto a Napoli dal 14 al 16 settembre rientrava nell’ambito delle attività di politiche giovanili promosse dall’assessorato Giovani del Comune di Avigliana. Il progetto è stato realizzato nell’ambito della progettazione sostenuta dal bando regionale per il sostegno di attività svolte dai centri di aggregazione giovanili per progetti da realizzare ai sensi della L.R.16/1995. Realizzato in collaborazione con il Comune di Buttigliera Alta è stato gestito dalle cooperative Orso e Madiba che hanno una consolidata esperienza nel campo dell’animazione giovanile. Lo scambio è stato realizzato con la partecipazione del Presidio Libera Valsusa “Silvia Ruotolo” e in particolare da Claudia Folco. La scelta di Napoli è dovuta proprio ai legami di Libera con la città partenopea e nello specifico con la famiglia di Silvia Ruotolo vittima innocente di mafia.

Il reclutamento dei partecipanti è stato effettuato con un bando a evidenza pubblica, riservato ai soli residenti nei Comuni di Avigliana e Buttigliera Alta. I giovani coinvolti alla fine sono stati 12 accompagnati da 3 animatori e da una delegazione di amministratori Comunali che a proprie spese hanno deciso di vivere in prima persona questa esperienza. Nel corso dello scambio, la delegazione aviglianese ha avuto il privilegio di essere sempre accompagnata dal referente provinciale di Libera Antonio D’Amore che ha anche organizzato tutti gli incontri e la logistica sul territorio. Nel corso del soggiorno i ragazzi il primo giorno hanno incontrato Lorenzo Clemente marito di Silvia Ruotolo e deposto un mazzo di fiori nei giardinetti di piazza Medaglie d’Oro a lei dedicati. Successivamente c’è stata la visita alla fondazione Polis della Regione che si occupa di sostenere i familiari delle vittime innocenti di mafia in Campania. Nello stesso edificio della Fondazione Polis i giovani valsusini hanno potuto visitare La Bottega dei sapori e dei saperi della Legalità di Napoli con referente Francesca Fiorenza. Il giorno successivo è stata la volta dell’incontro con l’incredibile esperienza della “Scugnizzeria” e con Rosario Esposito nel quartiere di Scampia a cui è seguita la visita al campo sportivo dell’Arci Scampia. Prima di trasferirsi nel centro storico il gruppo si è recato a visitare dall’interno una delle palazzine delle tristemente note “Vele di Scampia” che sono state un vero shock emotivo per tutti. La giornata si è conclusa con l’incontro nel cuore del quartiere Sanità all’interno della chiesa del rione con Antonio Cesarano padre di Genny Casarano il diciassettenne vittima innocente nel 2015 di uno degli attentati delle baby gang cammorristiche che viene definito in gergo “stesa”. Oltre ad Antonio Cesarano alla Sanità hanno voluto incontrare la delegazione anche Carmela Sermino vedova della vittima innocente Giuseppe Veropalumbo e ora assessore alla terza municipalità del Comune di Napoli, Gino Monteleone del coordinamento disoccupati e il maggiore Francesco Cinnirella, comandante della Compagnia dei Carabinieri di Napoli-Stella. Nel corso della mattina di domenica lo scambio si è concluso con l’incontro con i volontari della Comunità missionaria di Villaregia a Nola (NA), luogo che ha ospitato la delegazione per il pernottamento.

Erano presenti per Avigliana Enrico Tavan, assessore Politiche sociali, Carola Negrino, consigliera comunale con delega alle Politiche giovanili. Per Buttigliera Alta la vice-sindaca Laura Saccenti, per Libera bassa Valsusa Claudia Folco.
«Il viaggio – ha dichiarato Enrico Tavan – è stato breve ma molto intenso e ricco di emozioni per i ragazzi che hanno partecipato ma anche per noi accompagnatori. Sono molto soddisfatto della risposta dei giovani del nostro comune a questo primo viaggio della legalità a cui ne seguiranno sicuramente degli altri nei prossimi anni. Ringrazio il presidio di Libera bassa Valsusa che ha fatto da tramite con libera provincia di Napoli che ci ha accompagnato durante il week end e gli educatori di Coop orso e Madiba per il prezioso lavoro con i giovani».

Gli assessorati alle Politiche Giovanili dei Comuni di Avigliana e Buttigliera Alta con il contributo della Regione Piemonte e la collaborazione del presidio Libera Val Susa “Silvia Ruotolo” hanno organizzato uno scambio giovanile sui temi della cittadinanza e della legalità. Il viaggio a Napoli si è svolto dal 14 al 16 settembre per incontrare e conoscere l’attività e le esperienze di antimafia sociale portati avanti dalle associazioni locali della rete di Libera. Il progetto era riservato a un totale di dieci partecipanti di età compresa tra i 18 e i 25 anni (cinque residenti del Comune di Avigliana e cinque del Comune di Buttigliera Alta).

ISCRIZIONI
le iscrizioni sono aperte dal 18 luglio al 6 settembre 2018

COME PARTECIPARE
La domanda di partecipazione dovrà essere redatta sull’apposita
SCHEDA DI ISCRIZIONE e consegnata a mano
ENTRO le ore 18.00 di giovedì 6 settembre
presso l’Ufficio Protocollo dei Comuni di residenza:
Avigliana – Piazza Conte Rosso, 7
Buttigliera Alta – Via Reano, 3

COSTI E LOGISTICA
Il contributo richiesto ai partecipanti è di 50€
Il viaggio sarà effettuato in treno:
partenza VENERDI 14 settembre da Torino Porta Nuova alle 07:00, arrivo ore 13:02
ritorno DOMENICA 16 settembre da Napoli Centrale alle 15:42, arrivo ore 21:10

Qualora le richieste dovessero superare i posti disponibili si procederà per estrazione.

PER INFORMAZIONI
AVIGLIANA
www.comune.avigliana.to.it
info@coopmadiba.com
0119769132
3472254703

BUTTIGLIERA ALTA
www.comune.buttiglieraalta.to.it
calabro@cooperativaorso.it
0119329310

Progetto realizzato con il contributo della Regione Piemonte nell’ambito del finanziamento destinato ai Comuni, singoli o associati nelle forme previste dalla legge, per il sostegno di attività svolte dai centri di aggregazione giovanili per progetti da realizzare ai sensi della L.R.16/1995.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Nubifragio in corso Laghi

Prossimo articolo

Lo spettacolo di Merope

Ultime notizie di Società

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: