Verso un 25 aprile di speranza

Per la Festa della Liberazione 2020 il Comune di Avigliana aderisce all'iniziativa dei Comuni dell'Unione montana "Dalla paura, alla speranza, alla rinascita" 

3 minuti di lettura

Per la Festa della Liberazione 2020 il Comune di Avigliana aderisce all’iniziativa dei Comuni dell’Unione montana “Dalla paura, alla speranza, alla rinascita” 

Avigliana, 17 aprile 2020 – «Solo sognando e restando fedeli ai sogni riusciremo a essere migliori e, se noi saremo migliori, sarà migliore il mondo». Così scriveva Luis Sepulveda, recentemente scomparso a causa del Coronavirus. A 75 anni dalla Liberazione dal nazifascismo in Italia, il virus ci ha portato via molti partigiani e molti di coloro che il 25 aprile del 1946 erano giovanissimi, colpendo direttamente la nostra memoria. Continuiamo a mantenerne vivi il ricordo e i valori celebrando anche nel 2020 questa giornata così importante per l’Italia.
Sarà una festa necessariamente diversa ma speciale, come auspica l’Anpi, all’insegna della speranza e dell’unità. Non ci saranno infatti le iniziative pubbliche e le manifestazioni abituali per via della pandemia in corso.

Al fine di sottolineare la straordinarietà di questo evento in tutti i Comuni dell’Unione Montana Valsusa sarà affisso un identico manifesto a ricordo di questa data, del suo significato storico e della sua rilettura nel contesto attuale. Non a caso lo slogan scelto è “Dalla paura, alla speranza, alla rinascita” a ricordarci quegli stessi sentimenti che, allora come oggi, animano il popolo Italiano nell’affrontare un passaggio così cruciale della nostra storia. Ad Avigliana la data storica sarà commemorata senza apertura al pubblico accanto al monumento ai Caduti, in diretta Facebook, dalle 11 con il saluto del sindaco Andrea Archinà e una lettura di Daniela Molinero, presidente Anpi Avigliana. Al termine una sorpresa a cura dell’ensemble femminile “Le voci dei Mareschi”, diretto da Lorella Perugia. Nel corso della cerimonia sarà suonato l’inno di Mameli registrato dalla Filarmonica Santa Cecilia di Avigliana.
La canzone simbolo dei partigiani Bella ciao sarà oggetto di un’iniziativa dell’Anpi nazionale, #bellaciaoinognicasa, che invita a cantare dai balconi di ogni casa alle 15, nell’ora in cui ogni anno ha inizio a Milano il grande corteo nazionale.

Tra le iniziative dell’Anpi di Valle, la pubblicazione sulla pagina Facebook dell’Anpi di Avigliana di documenti e video di storie partigiane, affinché il 25 aprile continui a essere una giornata di memoria e di lotta.
Molte le iniziative nazionali. Una piazza virtuale nel pomeriggio con alcuni cantanti  e a Torino il Polo del Novecento con il Comune di Torino ha in programma, con la partecipazione dell’Anpi, una diretta sulla Resistenza.

Questo slideshow richiede JavaScript.

1 Comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Comunichiamo

Prossimo articolo

Emergenza Coronavirus: bollettino del 24/4/2020

Ultime notizie di Comune

Pagamento Tari

Disguidi nell’invio delle bollette e nella stampa degli F24 relativi alla tassa rifiuti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: