Un film nel cimitero di San Pietro

Avigliana è stata scelta come set per un nuovo film. A dirigerlo Damiano Monaco, regista e produttore di H12 Film, già autore del film "Valetti. Il campione dimenticato". Il Comune di Avigliana ha concesso le autorizzazioni per le riprese

3 minuti di lettura

Avigliana è stata scelta come set per un nuovo cortometraggio. A dirigerlo Damiano Monaco, regista e produttore di H12 Film, già autore del film “Valetti. Il campione dimenticato”. Il Comune di Avigliana ha patrocinato l’iniziativa e concesso le autorizzazioni per le riprese


Tempi Morti è un cortometraggio destinato alle scuole, che racconta il dramma degli ex internati militari italiani grazie a una trama di commedia.
Parte del cortometraggio è stata girata nel cimitero di San Pietro ad Avigliana. Dopo alcuni sopralluoghi con il referente dell’associazione Amici di Avigliana, Silvio Amprino, e l’assessora alla cultura Paola Babbini, la troupe ha effettuato le riprese da domenica 27 a martedì 29 ottobre 2019.
«Tempi Morti – spiega l’autore del cortometraggio Damiano Monaco, regista e produttore di H12 Film – è un progetto sperimentale inedito, crossmediale e interdisciplinare, che ha l’obiettivo di sensibilizzare una cittadinanza consapevole attraverso una riflessione partecipativa e inclusiva su temi attuali, a partire dal legame tra ‘900 e contemporaneità, usando la partecipazione culturale come leva di innovazione civica».

I promotori del progetto sono l’associazione culturale H12 e l’associazione Onda Larsen che, già a partire da febbraio 2018, hanno iniziato un lavoro di ricerca, di scrittura e di coinvolgimento con enti che hanno dato il loro apporto significativo al progetto come il Polo del ‘900, Anei, Anrp, Anpi e Arci.
Tempi Morti gioca con ironia, per affrontare contenuti profondi. A partire da un testo comune, il cortometraggio e lo spettacolo teatrale si svilupperanno con contaminazioni e sinergia sui temi degli internati militari italiani e della perdita della memoria, intesa come forma patologica dell’essere umano. Entrambi i gruppi creativi percorreranno lo stesso lavoro di ricerca e di formazione grazie a un accurato apporto di giornalisti, psicologi, storici e di ex internati.

Alcune scene del cortometraggio saranno utilizzate in modo originale all’interno dello spettacolo teatrale e alcuni attori, che faranno parte della performance, saranno protagonisti del film. La cittadinanza sarà inoltre invitata a esprimere e a raccontare la propria esperienza, i propri ricordi, le proprie riflessioni grazie a un forum presente sul portale www.tempimorti.it, tali testimoniante verranno poi rielaborate e inserite all’interno dello spettacolo teatrale al fine di rendere più vicina e diretta la performance al pubblico. Particolare focus sarà dedicato alla diffusione del progetto nelle scuole, in occasione di tre ricorrenze specifiche: 27 gennaio (Giornata della Memoria), 25 Aprile (Festa della Liberazione) e 8 Settembre (Armistizio). Durante gli incontri scolastici saranno incoraggiati dibattiti e approfondimenti sui temi in questione al fine di favorire una maggiore presa di coscienza civica. Attraverso alcuni questionari e le risposte degli studenti, sarà possibile comprendere il grado di sensibilizzazione promosso delle opere presentate.

Le riprese sono proseguite anche in piazza Conte Rosso.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Torna la fiera agricola e commerciale

Prossimo articolo

Halloween in piazza e in biblioteca

Ultime notizie di Cultura

La piccola sirena

I fantastorie e Airphotomaker presentano, con la collaborazione di Merope, lo spettacolo

Gala di danza

Al Teatro Fassino di Avigliana un gala dedicato alla danza in ogni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: