Sant’Anna, arriva la festa

/
5 minuti di lettura

Anche quest’anno la Famija ed Drubiaij organizza la festa patronale di Sant’Anna a Drubiaglio da sabato 13 a lunedì 22 luglio 2019Grazie all’attenzione concreta di amministratori e funzionari comunali, di diversi sponsor, e tanta buona volontà, si è giunti infine all’inizio di questa manifestazione che avrà in programma eventi ormai tradizionali.
Mercoledì 17 luglio l’ormai classica Corsa dei babi (dove “babi” non è il nome mal scritto dell’inglese baby, ma il temine piemontese dei rospi, animaletti che gracchiano sereni nei prati e lungo le rive di torrenti e fossi del territorio di Grangia e Drubiaglio).
Questo appuntamento è alla sua 18esima edizione, e quindi diventa maggiorenne! La partecipazione dei concorrenti è stata sempre elevata, sia perché si corre per stradine di campagna all’imbrunire, sia perché il percorso è di soli 6 km, e non presenta grossi sforzi per nessuno, e per gli atleti più bravi rappresenta un’ottima sgambata tra le varie corse podistiche settimanali.
Da quest’anno, oltre alle corse podistiche, sarà proposta per la prima volta anche la possibilità di partecipare al giro camminando oltre che di corsa.
Prima della classica corsa si terranno anche due partenze distinte per bambini e ragazzi fino, naturalmente su lunghezze ridotte e appropriate alle varie età. Le gare sono sempre partecipate e corse con entusiasmo e allegria da tutti.
Per chi dopo la corsa sentirà un po’ di appetito, sarà di nuovo disponibile un ristoro a base di tranci di pizza. Prenotazioni all’iscrizione della corsa.
Venerdì 19 luglio, nel giardino di fronte alla scuola Anna Frank, proporremo una cena condivisa, rivolta in particolar modo ai residenti di Drubiaglio e Grangia. «È un’ulteriore novità di quest’anno – spiegano gli organizzatori. Ed è un po’ una scommessa che tentiamo, perché nelle intenzioni vorrebbe essere una serata in amicizia tra tutti, sia per chi vi risiede da una vita che da chi è “oltredorese” da pochissimo».
Il tutto nello spirito delle feste di vicinato che da alcuni anni stanno iniziando a svolgersi un po’ ogni dove in Italia ed Europa. L’ingrediente principale sarà appunto la voglia di stare insieme. L’associazione mette a disposizione tavoli e panche, e alcuni “effetti speciali”.
Tra gli eventi musicali, sabato 20 luglio e domenica 21 luglio ci saranno due concerti distinti.
Il primo è un concerto di rock demenziale che verrà eseguito dal gruppo “Succi e i suoi Succiessi”, con un repertorio spiritoso e ironico, mai grossolano, che speriamo attiri molti giovani, coetanei di fatto dei componenti della band.
Nel secondo un percorso di conoscenza del jazz nelle sue varie forme espressioni musicali, che sarà eseguito dal gruppo “Lucio Simoni Jazz Quartet”. I componenti di questa band sono virtuosi del genere, componenti della rinomata Torino Jazz Orchestra (che tra l’altro ha sempre un posto nel cartellone di Mito settembre musica). Inoltre Lucio Simoni fa parte dell’organizzazione di Avigliana Jazz Festival. Ci aspettiamo un concerto di qualità, e tante presenze anche dai dintorni.
«Da ringraziare in particolare per questi due eventi – ci tengono a sottolineare dall’organizzazione della festa – il parroco don Ugo Bellucci, che non solo ci ospita nella piazzetta antistante la chiesa, ma in caso di brutto tempo ci darà ospitalità all’interno dell’oratorio per il concerto rock e in chiesa per quello jazz E non è da tutti».
Infine una ciliegina del dì della festa. Domenica 21 luglio, dopo la messa in onore della Santa Patrona e della relativa processione e l’ormai classica benedizione generale dal sagrato della chiesa, una breve serie di canti popolari italiani, offerti dal gruppo dei cantori dei cori parrocchiali aviglianesi. Azzeccato preludio al rinfresco che l’associazione La Famija ed Drubiaij offrirà a seguire a tutti i presenti per chiudere i festeggiamenti pubblici di Sant’Anna.
Poi tutti in famiglia per il pranzo dell’occasione, in cui non potranno mancare le tradizionali “Siule Pien.-e” naturalmente rigorosamente cucinate con le ormai famosissime cipolle Bionde & Piatte di Drubiaglio.
Le occasioni per stare in compagnia e divertirsi, magari in modo semplice ma partecipativo non mancheranno. Come al solito servirà l’impegno di chi organizza (e in cui va sottolineato che per la prima volta saranno “in forza” anche diversi giovani del paese)… ma poi “il valore aggiunto” come al solito lo faranno tutti coloro che vorranno parteciparvi!

1 Comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Pastasciutta antifascista

Prossimo articolo

Stelle delle Valli

Ultime notizie di Società

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: