Mestieri Lavoro: 30 partecipanti per 10 tirocini

2 minuti di lettura
Riccardo Azzolini, direttore di Casa di Carità arti e mestieri, Enrico Tavan e Federica Guglielmetto di Casa di Carità accolgono i tirocinanti
Riccardo Azzolini, direttore di Casa di Carità arti e mestieri, Enrico Tavan e Federica Guglielmetto di Casa di Carità accolgono i tirocinanti
Riccardo Azzolini, direttore di Casa di Carità arti e mestieri, Enrico Tavan e Federica Guglielmetto di Casa di Carità accolgono i tirocinanti
Riccardo Azzolini, direttore di Casa di Carità arti e mestieri, Enrico Tavan e Federica Guglielmetto di Casa di Carità accolgono i tirocinanti

Sono trenta i partecipanti al bando di Mestieri Lavoro, il progetto che prevede 10 tirocini formativi nelle aziende del territorio finanziati interamente dal Comune di Avigliana, assessorato alle Politiche giovanili e del Lavoro, in collaborazione con Casa di Carità, arti e mestieri di Avigliana
Sono stati 30 i giovani disoccupati residenti ad Avigliana dai 18 ai 29 anni che hanno partecipato a Mestieri Lavoro. Il progetto promuove l’occupazione di giovani aviglianesi e contemporaneamente offre un contributo alle aziende del territorio che sono alla ricerca di specifiche figure professionali. Per raggiungere questo obiettivo sono stati attivati 10 tirocini formativi della durata di tre mesi ciascuno, a venti ore lavorative settimanali per favorire l’incontro domanda-offerta di lavoro.

Riccardo Azzolini, direttore di Casa di Carità arti e mestieri, Enrico Tavan e Federica Guglielmetto di Casa di Carità accolgono i tirocinanti
Riccardo Azzolini, direttore di Casa di Carità arti e mestieri, Enrico Tavan e Federica Guglielmetto di Casa di Carità accolgono i tirocinanti

«Abbiamo deciso di proporre il progetto Mestieri Lavoro – spiega l’assessore al Lavoro del Comune di Avigliana Enrico Tavan – che vuole dare un’opportunità molto concreta ai ragazzi dai 18 ai 29 anni con un investimento di 15mila euro e di fare un progetto insieme a Casa di Carità Arte e Mestieri che dal 2010 è presente ad Avigliana lavorando con i ragazzi, le aziende e il Centro per l’Impiego. Il tirocinio di 3 mesi per 20 ore prevede una retribuzione complessiva per il tirocinante di 900 euro. L’intenzione è quella di dare continuità a questo progetto anche nei prossimi anni, cercando anche finanziamenti extracomunali o di fondazioni».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Cibo e globalizzazione

Prossimo articolo

Taglio piante a bordo di strade e torrenti

Ultime notizie di Comune

Comunichiamo

L’app Comuni-chiamo si aggiunge al pacchetto informativo del Comune di Avigliana: i

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: