La musica non si ferma

5 minuti di lettura

Al Civico istituto musicale Sandro Fuga e al Centro Goitre le attività musicali continuano con corsi, lezioni e iniziative on line per bambini e ragazzi. E per chi ama la musica

Al Civico istituto musicale Sandro Fuga di Avigliana, dopo la forzata chiusura all’inizio di marzo, dalla settimana successiva, la direzione ha deciso di proseguire le lezioni di strumento e di teoria avvalendosi della didattica on line. In un primo tempo quello che poteva sembrare un rapporto difficile sia dal punto di vista didattico che umano, si è rivelato invece assolutamente positivo su tanti aspetti tra i quali una maggiore attenzione alla qualità dello studio e al tempo dedicato da parte degli allievi con ottimi risultati di apprendimento e di crescita artistica.In circa quaranta giorni di lezioni da remoto, tutti gli insegnanti dell’Istituto si sono sentiti ancor più vicini agli allievi e alle famiglie, forzatamente a casa. È così maturato un rapporto di fiducia e supporto allo studio della musica. Le lezioni proseguiranno fino a che non sarà possibile la riapertura dell’Istituto. «In questa occasione – dichiara Carlotta Fuga, responsabile artistico dell’Istituto – vogliamo ancora ringraziare gli insegnanti, gli allievi e le famiglie per aver voluto proseguire nel reciproco impegno didattico e di apprendimento, confermando la bontà del lavoro svolto negli anni che ha sicuramente creato i presupposti per rimanere comunque uniti nella passione per la Musica.

In questa strana primavera di lockdown non si fermano neanche le attività del Centro Goitre. Anche se dal 24 febbraio, giorno della chiusura delle scuole, i corsi e le lezioni in presenza sono sospese, l’associazione aviglianese, che da oltre trent’anni si occupa di educazione musicale per bambini e ragazzi, sta sviluppando nuove idee e soluzioni per dare continuità al lavoro avviato con gli allievi. «Vogliamo che il pezzo di strada fatto fino a qui con i nostri allievi – spiega Lorella Perugia, presidente del Centro Goitre – non venga perso, né resti interrotto perché sappiamo quanto importante sia che la musica continui a essere parte delle vite di bambini e ragazzi. Stiamo proseguendo in modalità a distanza le lezioni individuali di strumento e anche per i corsi collettivi manteniamo rapporti diretti con bambini e famiglie. Ogni docente condivide registrazioni, suggerimenti di ascolto, invia sollecitazioni e organizza videochiamate».

#iorestoacasa e viaggio con la musica è il titolo dell’iniziativa che il Centro Goitre ha organizzato sul proprio canale You Tube e su Facebook per rimanere in contatto con i propri allievi e con tutti coloro che sono interessati a proposte musicali per bambini e ragazzi. Sulla Playlist dedicata del canale YouTube sono caricati regolarmente canti del Coro di voci bianche, attività musicali, conte, filastrocche e interventi musicali curati dai docenti del Centro. «Siamo convinti – continua la presidente – che la musica abbia un ruolo fondamentale nella vita di ciascuno, e ancora di più in questa particolare situazione, possa rappresentare un momento di benessere e un’importante risorsa per i nostri ragazzi, un modo per far fluire le emozioni, per sostare in questa situazione così particolare a cui nessuno di noi era preparato».

Non ci sono soltanto video tra le proposte di questo periodo. Sul sito www.centrogoitre.com infatti è stata inaugurata una nuova sezione dedicata alla biblioteca del Centro Goitre, che avrebbe dovuto essere inaugurata proprio questa primavera nella sede del centro in piazza del Popolo 2/d. L’apertura della biblioteca è solo rimandata, ma nel frattempo ogni settimana sono proposte letture per famiglie, per docenti e operatori musicali interessati alla didattica, in cui si forniscono link di ascolto o estratti per consentire attività e approfondimenti anche stando a casa.
L’energia e il desiderio di continuare a fare musica del Centro Goitre non si esaurisce mai e seppur in una modalità nuova l’associazione aviglianese parteciperà anche alle celebrazioni in occasione del 25 Aprile. Promettono di sorprenderci e di dimostrarci che la musica è uno strumento straordinario per unire le persone anche a distanza.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Emergenza Coronavirus: bollettino del 30/4/2020

Cimitero di Avigliana
Prossimo articolo

Riapre anche il cimitero

Ultime notizie di Cultura

Sportello InfoBiblioteca

Da luglio riparte anche lo sportello InfoBiblioteca. È possibile prenotare un appuntamento con l’operatore 

Picnic con l’autore

Avigliana ha ottenuto il riconoscimento Città che legge. Anche la nostra biblioteca riprende nel periodo estivo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: