Comune di Avigliana

Il 5×1000 al Comune di Avigliana

7 mins read

Come tutti gli anni, nella compilazione della dichiarazione dei redditi i contribuenti possono scegliere di destinare il 5×1000 della loro imposta Irpef a sostengo di attività di interesse sociale: dona il tuo 5×1000!

Comune di Avigliana
Comune di Avigliana

Anche il Comune di Avigliana può essere destinatario del 5×1000. Donandolo con una semplice firma sulla dichiarazione dei redditi, si possono sostenere le iniziative che la Città organizza per aiutare le famiglie aviglianesi in difficoltà, i servizi a favore dei cittadini portatori di handicap e le attività promosse per i residenti più giovani e quelli più anziani.

I servizi e i progetti sociali che il Comune realizza a favore della propria comunità sono davvero numerosi, e devolvendo il proprio 5×1000 alla Città di Avigliana possono essere sostenuti da tutti senza alcun costo.

Il 5×1000 infatti non è un’imposta aggiuntiva e non è sostitutiva dell’8×1000 dell’Irpef destinato allo Stato o alle confessioni religiose. Consente ai cittadini di destinare una parte delle imposte dovute a sostegno delle azioni e degli interventi sociali della propria città.

Donare il 5×1000 alla Città di Avigliana è facile: basta firmare nel riquadro che riporta la scritta “Attività sociali svolte dal Comune di residenza del contribuente” nella scheda “Scelta per la destinazione del 5×1000”. La scheda è parte di tutti i modelli di dichiarazione dei redditi (modello 730, modello Unico, modello Certificazione unica Cud).

Se firmi per il tuo Comune, queste risorse rimarranno a disposizione della tua comunità. Contribuirai anche tu a realizzare e ampliare le attività di interesse sociale e collettivo.

I progetti sociali 

A favore della popolazione giovanile, il Comune di Avigliana finanzia e organizza:
il CampingJo: 4 campi estivi di 10 giornate di attività formative e di volontariato attivo, rivolti a giovani fra i 15 ed i 17 anni (20 partecipanti a campo) sulle tematiche dell’ambiente, della riqualificazione urbana, della valorizzazione dei siti archeologici, e dell’apprendimento delle attività sportive nautiche
– i Centri estivi per i ragazzi dai 3 ai 12 anni (circa 200 partecipanti all’anno) a tariffe agevolate, con un’ampia fascia di esenzione in base alla condizione socio-economica delle famiglie
– il progetto Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi, attraverso cui si organizzano attività di animazione ed educazione alla cittadinanza per alunni della scuola secondaria di primo grado.
Il Comune inoltre concorre a finanziare:
– i viaggi educativi e formativi quali il Treno della Memoria agli ex campi di concentramento nazisti in Polonia e il Viaggio della Legalità alla scoperta delle realtà dell’antimafia sociale in Italia.
A favore dei suoi studenti, il Comune di Avigliana fornisce e promuove:
– assistenza educativa specialistica agli studenti con bisogni educativi speciali (dall’infanzia alla secondaria di primo grado) e il trasporto scolastico degli studenti in condizione di handicap
– le cedole librarie per supportare l’acquisto di libri di testo delle scuole primarie
– il sostegno e l’integrazione alle attività dell’offerta formativa dell’Istituto comprensivo
– il sostegno per la mensa scolastica e il trasporto scolastico della scuola dell’obbligo
– l’evento Evviva per le scuole, sul tema della prevenzione sanitaria, dedicato alle scuole.

Foto: dalla rete
Foto: dalla rete

Tra gli interventi promossi a favore della popolazione più anziana, ma essere estesi a tutti i cittadini in situazione di disagio, ci sono:
– il Bando ultrasessantacinquenni, che eroga un contributo comunale a sostegno delle spese di prima necessità fornito in base alla condizione socio-economica
– il Soggiorno marino, organizzando due settimane di villeggiatura estiva rivolte alla popolazione anziana con agevolazioni economiche per i meno abbienti
– il trasporto ai luoghi di cura (per circa 80 anziani) e il progetto Spesa a casa, servizio per fornire accompagnamento alla spesa alimentare
– la navetta mercatale, per permettere ai cittadini con ridotta mobilità di poter accedere al mercato, favorendo così sia l’economia domestica che le occasioni di aggregazione e socialità.

A favore delle famiglie, il Comune di Avigliana realizza inoltre:
– i buoni di Natale, ovvero buoni acquisto che i cittadini selezionati possono spendere nel piccolo commercio aviglianese, supportando in questo modo sia le famiglie che le attività commerciali di prossimità
– lo Sportello genitori, sportello di consulenza a cui si possono rivolgere i genitori per affrontare problematiche familiari e relazionali all’interno del nucleo familiare
– i Cantieri di lavoro, ossia attività di formazione volte a favorire il reinserimento lavorativo per cittadini disoccupati, che Città di Avigliana concorre a finanziare insieme a Unione montana e Regione Piemonte.

E concorre a realizzare e finanziare:
– i Pass, Piani di attivazione sociale sostenibile: percorsi formativi e di inserimento lavorativo riservati a soggetti esposti a fragilità sociale ed economica, realizzati in accordo e co-finanziamento con il consorzio socio-assistenziale Conisa
– il Bando riscaldamento, mediante il quale il Comune eroga un contributo sulle spese di riscaldamento a cittadini selezionati, finanziato in parte dal Comune e in parte attraverso un’addizionale applicata degli enti gestori delle forniture gas
– il progetto Avigliana for all per il superamento delle barriere architettoniche, rivolto non soltanto ai disabili ma a tutti i cittadini, in collaborazione con la Consulta per le persone in difficoltà onlus
– i progetti RestoMangia e Il cibo non si spreca, organizzati e gestiti in collaborazione tra volontariato sociale, amministrazione comunale e Conisa mediante cui vengono recuperati l’invenduto di frutta e verdura al mercato settimanale e i pasti non consumati presso la mensa dei dipendenti Azimut, per poi essere distribuiti alle famiglie in stato di necessità.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Archeoapericena

Prossimo articolo

Prove di scavo con l'archeologo

Ultime notizie di Comune

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: