Fase 2 ad Avigliana

4 minuti di lettura

Le riaperture della Fase 2 riguardano i parchi e le aree all’aperto per svolgere attività sportiva e motoria. Per il momento un’ordinanza del sindaco chiude passeggiata del lungolago, area del Castello, San Rocco e palestra di roccia. Vietata la sosta alla Baia grande e spiaggia della Zanzara come da Dpcm

La Fase 2 arriva anche ad Avigliana e la cautela è d’obbligo. È infatti il momento della responsabilità per la riapertura delle aree verdi e dei parchi, ma non ancora delle aree gioco e di quelle attrezzate che restano ancora chiuse in virtù del Dpcm del 26 aprile. «Possiamo utilizzare gli spazi all’aperto – ricorda il sindaco Andrea Archinà – ma dobbiamo farlo rispettando le misure previste. Procediamo quindi all’insegna della prudenza, riprendendo gradualmente per evitare poi di essere costretti a tornare indietro. Al momento purtroppo non abbiamo segnali incoraggianti. È certamente comprensibile la voglia di uscire dopo settimane di isolamento, ma a una prima impressione sembrerebbe che le persone non abbiano ben compreso che il virus è ancora attivo e in circolazione e che pertanto dobbiamo limitarci soprattutto negli spostamenti non indispensabili. Per quanto stiamo riflettendo su come Avigliana possa rappresentare per la prossima stagione turistica una valida alternativa a mete più lontane, non è ancora questo il momento per ritornare a una piena normalità. Il mio appello è quindi di rispettare in modo rigoroso le restrizioni ancora in vigore che non prevedono la sosta o attività di relax nelle aree verdi ancorché non attrezzate. Aggiungo che i tagli alla spesa pubblica imposti negli ultimi anni si riflettono anche sulle disponibilità di personale che effettua i controlli, personale particolarmente sollecitato dalle numerose segnalazioni delle ultime settimane. Invito quindi a una maggiore responsabilità da parte di ciascuno per evitare il rischio di prolungare i tempi dell’emergenza». L’obiettivo è quello di riaprire in sicurezza, nel rispetto del divieto di assembramento e delle distanze minime: in sostanza sarà possibile fare attività motoria e sportiva ma non sostare o fare pic nic.

Riapre il Parco naturale dei laghi, riaprono i sentieri e i percorsi esclusivamente per attività sportiva e motoria, nel rispetto delle regole di prevenzione dal contagio. Tuttavia la passerella circumlacuale resterà chiusa come da ordinanza numero 54 del 5 maggio 2020, che impone inoltre il divieto di utilizzo della spiaggia della Baia grande e della spiaggia antistante il locale “La Zanzara” per attività ricreative, di svago e di relax, attività comunque già vietate dall’ultimo Dpcm. È consentito andare alla Baia grande a fare il bagno (per attività sportiva o motoria), ma non sostare a prendere il sole.

Apre invece il parco della Dora, esclusivamente per attività sportiva e motoria, nel rispetto delle regole di prevenzione dal contagio. Sarà possibile passeggiare e correre sul Monte Cuneo, sul Sentiero dei principi e sui sentieri limitrofi.

Alla verifica del rispetto delle regole di prevenzione del contagio collaboreranno con la Polizia Municipale, i volontari della Protezione civile e dei Carabinieri in congedo.

1 Comment

  1. […] Parchi e aree verdi Le riaperture della Fase 2 riguardano i parchi e le aree all’aperto per svolgere attività sportiva e motoria. Per il momento un’ordinanza del sindaco chiude passeggiata del lungolago, area del Castello, San Rocco, palestra di roccia. Vietata la sosta alla Baia grande e spiaggia della Zanzara. È consentito andare alla Baia grande a fare il bagno, ma non sostare a prendere il sole. «Possiamo utilizzare gli spazi all’aperto – continua il sindaco Andrea Archinà – ma dobbiamo farlo rispettando le misure previste. Procediamo quindi all’insegna della prudenza, riprendendo gradualmente per evitare poi di essere costretti a tornare indietro. Al momento purtroppo non abbiamo segnali incoraggianti. È certamente comprensibile la voglia di uscire dopo settimane di isolamento, ma a una prima impressione sembrerebbe che le persone non abbiano ben compreso che il virus è ancora attivo e in circolazione e che pertanto dobbiamo limitarci soprattutto negli spostamenti non indispensabili». L’obiettivo è quello di riaprire in sicurezza, nel rispetto del divieto di assembramento e delle distanze minime: in sostanza sarà possibile fare attività motoria e sportiva ma non sostare o fare pic nic. Maggiori dettagli sull’apertura dei parchi qui. […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Giornata dell’igiene delle mani

Prossimo articolo

Avigliana, l’acquedotto si rinnova

Ultime notizie di Territorio

Pillole di Infobiblioteca

Francesco Calabrò, Emiliano Trucco e Vanina Lamura della Cooperativa Orso parlano dello sportello informativo Infobiblioteca e

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: