Emergenza Coronavirus (11/3/2020)

/
12 minuti di lettura

Aggiornamento a seguito del decreto del 9 marzo, di estensione delle azioni di contenimento a tutta Italia. Le misure qui indicate sono valide fino al 3 aprile

AGGIORNAMENTO ORE 23,35 dell’11 marzo: il DPCM 11 marzo 2020

SI RICORDA A TUTTA LA POPOLAZIONE CHE LA MIGLIOR PREVENZIONE È RESTARE A CASA. SI RACCOMANDA DI LIMITARE AL MASSIMO GLI SPOSTAMENTI SE NON QUELLI STRETTAMENTE NECESSARI E IN PARTICOLARE SI INVITANO GLI ANZIANI A NON USCIRE DALLA PROPRIA ABITAZIONE SE NON IN CASO DI STRETTA NECESSITÀ.

Si riportano di seguito gli aggiornamenti previsti dal Decreto del presidente del Consiglio del 9 marzo con alcune indicazioni applicative, agevolazioni e servizi previsti per il Comune di Avigliana. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito della Presidenza del Consiglio al Decreto – #IoRestoaCasa, domande frequenti sulle misure adottate dal Governo.

LE RACCOMANDAZIONI DEL SINDACO
«Care concittadine e cari concittadini,
il momento estremamente delicato che stiamo attraversando ci impone di essere responsabili nei confronti di noi stessi, delle nostre famiglie e di coloro che ci circondano. I due Dpcm varati tra l’8 e il 9 marzo dal Presidente del Consiglio prevedono misure certamente stringenti che ci sottopongono a qualche sacrificio.
Nulla di non sopportabile se messo a confronto con i rischi a cui soprattutto le fasce più esposte sono sottoposte. Siamo tutti coinvolti. Per questo motivo non ci stanchiamo di rimarcare che oggi il principale obiettivo è rallentare la diffusione del virus. Del resto l’hashtag #IoRestoaCasa che sta invadendo i nostri social la dice lunga su quale sia la misura principale da adottare.

Andrea Archinà, sindaco di Avigliana
Andrea Archinà, sindaco di Avigliana

L’Amministrazione comunale è ormai da diversi giorni impegnata nel monitorare la situazione e cercare di garantire il più alto livello di comunicazione con i cittadini in coordinamento con le istituzioni sovracomunali e quelle sanitarie. A queste ultime, insieme a tutti i medici, gli infermieri e gli operatori sanitari dei servizi ospedalieri e territoriali coinvolti, va il nostro grande ringraziamento per il costante impegno e professionalità profusi nel garantire la salute dei cittadini. Anche per rispetto nei loro confronti, la Polizia locale vigilerà sulla corretta applicazione delle disposizioni.
Ci rendiamo conto delle ripercussioni sulla vita quotidiana delle persone, soprattutto di quelle anziane, degli studenti e di coloro che subiranno ricadute economiche negative nelle attività professionali e commerciali. Per questo motivo un sentito ringraziamento va a chi si sta organizzando per far rispettare le misure di sicurezza e ancor più a coloro che, consapevoli di non riuscire a provvedervi rigorosamente, hanno deciso spontaneamente di chiudere.
Da parte nostra, nelle indicazioni che seguiranno, abbiamo cercato di sciogliere i principali dubbi applicativi e predisporre le azioni più idonee per sopperire ai bisogni primari delle persone e ridurre i disagi per le famiglie.
È il momento di mostrare fiducia nelle istituzioni, nella cultura scientifica, nella solidarietà e nella creatività che da sempre animano il nostro Paese.
Nel rimanere costantemente a vostra disposizione per qualsiasi esigenza, l’auspicio è che, superato questo momento così critico, saremo spinti tutti insieme a un nuovo modo di affrontare il futuro con rinnovato spirito di unità e fiducia».

SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO
Fino al 3 aprile 2020 è sospesa la frequenza delle scuole di ogni ordine e grado. Resta la possibilità di svolgimento di attività didattiche a distanza, tenendo conto, in particolare, delle specifiche esigenze degli studenti con disabilità.
Gli Istituti scolastici di Avigliana hanno provveduto ad avviare percorsi di didattica a distanza in base alla tipologia di corsi di studio e all’età degli studenti, dall’infanzia alle superiori.

BIBLIOTECA
Totalmente sospesa l’attività della biblioteca civica Primo Levi.

SPORT E ATTIVITÀ MOTORIE ALL’APERTO
L’attività motoria all’aperto è consentita purché non in gruppo e a condizione del rispetto della distanza interpersonale di un metro.

PALESTRE, PUBBLICHE E PRIVATE, E LUOGHI DI ATTIVITÀ SPORTIVA IN GENERE
Sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, centri culturali, centri sociali e centri ricreativi.

BAR E RISTORANTI
Aperti dalle 6 alle 18, con obbligo a carico del gestore di predisporre le condizioni per garantire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione. I laboratori artigianali, gastronomie, pizzerie al taglio, kebab e similari, sono attività riconducibili agli esercizi di somministrazione e pertanto osservano l’orario di esercizio dalle 6 alle 18. Per tutti, l’attività può comunque proseguire negli orari di chiusura al pubblico esclusivamente mediante la consegna a domicilio.

EVENTI E MANIFESTAZIONI IN LUOGHI PUBBLICI E PRIVATI ANCHE ALL’APERTO
Sono sospesi tutti gli eventi e le manifestazioni organizzate in luogo pubblico o privato, al chiuso e all’aperto compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo, religioso e fieristico anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico quali per esempio, grandi eventi, cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimiliati. Sospese le cerimonie civili e religiose, i matrimoni e i funerali.

MEDIE E GRANDI SUPERFICI DI VENDITA, CENTRI COMMERCIALI
Chiusi nei giorni festivi e pre festivi, tranne i punti vendita di generi alimentari.
FARMACIE E PARAFARMACIE
Aperte normalmente.
NEGOZI DI VICINATO, PANETTERIE, MACELLERIE, EDICOLE, TABACCHI
Aperti normalmente.
In ogni caso, per tutti gli esercizi sopra citati (bar, ristoranti, medie e grandi strutture, negozi di vicinato in genere) il gestore è responsabile del rispetto della distanza interpersonale di 1 metro e dovrà adottare eventuali misure per impedire assembramenti in funzione delle caratteristiche del proprio locale. In presenza di condizioni strutturali o organizzative che non consentano il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro le richiamate strutture dovranno essere chiuse. Per quanto riguarda i centri estetici e i parrucchieri, l’attività può essere svolta ma solo su prenotazione degli appuntamenti e comunque garantendo la turnazione dei clienti con un rapporto uno a uno, così da evitare il contatto ravvicinato e la presenza nel locale di clienti in attesa. Il personale dovrà indossare idonei dispositivi di protezione individuale (guanti e mascherina).

SERVIZIO SPESA A DOMICILIO
L’Amministrazione comunale, per agevolare gli anziani e coloro che non possono contare sull’aiuto di famigliari e amici nell’approvvigionamento di generi alimentari e farmaci, ha predisposto un servizio aggiuntivo a quello già in essere svolto dalla Cooperativa sociale di assistenza. Quindi: per chi è già inserito nell’elenco comunale nulla è cambiato, potrà continuare a utilizzare i servizi Csda con le attuali modalità per tutti coloro che non possono contare sull’aiuto di parenti e amici, l’Amministrazione comunale attraverso la collaborazione della Protezione civile comunale e il gruppo degli ecovolontari, ha predisposto un servizio di consegna a domicilio di farmaci e generi alimentari. Per informazioni contattare il numero 335.1404165 dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18: l’operatore che risponde chiederà solo nome, cognome e indirizzo e girerà la richiesta a uno dei volontari che andranno a casa del richiedente, muniti di contrassegno identificativo e per ritirare la lista della spesa e il denaro necessario. Effettuata la spesa, il volontario la consegnerà direttamente a casa, unitamente allo scontrino e al denaro restante.
Agevolazioni
Si comunica che per famiglie che utilizzano il micronido Alice, servizio erogato dall’Unione Montana Valle Susa sono sospesi i pagamenti delle rette. Relativamente al trasporto scolastico sarà previsto un rimborso alle famiglie, proporzionale al periodo di mancato utilizzo. Inoltre stiamo lavorando, anche in attesa di eventuali provvedimenti governativi, a ipotesi di misure economicamente rilevanti che, in questo periodo di criticità, possano sostenere famiglie e operatori economici.

UFFICI PUBBLICI
Secondo quanto promosso dal Dpcm dell’8 marzo 2020, per i dipendenti comunali è stata attivata la possibilità di lavorare in smartworking, lavoro agile. L’accesso da parte del pubblico negli orari di apertura deve essere preceduto da un contatto telefonico con l’ufficio interessato, al fine di valutare l’urgenza e l’improcrastinabilità dell’incontro. È da privilegiare quindi l’utilizzo del contatto telefonico e della posta elettronica per ottenere tutte le informazioni necessarie, i cui riferimenti vengono qui riportati, al fine di evitare code e aggregazioni di persone presso l’area di attesa:

Settore

Telefono

Email

Servizi demografici

011 97690134
011 9769104

demografici.avigliana@ruparpiemonte.it

Tasse e tributi

011 9769103

Per IMU:responsabiletributi.avigliana@ruparpiemonte.it

Per TARI: tassarifiuti@comune.avigliana.to.it

Area della Vigilanza

011 9367638

vigilanza.avigliana@ruparpiemonte.it

Cultura, turismo, scuola servizi alla persona

011 9769010

cultura.avigliana@ruparpiemonte.it

Biblioteca

011 9769180

biblioteca@comune.avigliana.to.it

Attività economiche e produttive

011 9769012

attprod.avigliana@ruparpiemonte.it

Segreteria e Affari generali (protocollo, delibere)

011 9769011

segreteria.avigliana@ruparpiemonte.it

Area Urbanistica ed edilizia privata

011 9760105

urbedi.avigliana@ruparpiemonte.it

Area Lavori pubblici, tecnico-manutentiva e ambiente

011 9769016

llpp.avigliana@ruparpiemonte.it

Area economico-finanziaria

011 9769013

finanziaria.avigliana@ruparpiemonte.it

Centro elaborazione dati

011 9769136

ced.avigliana@ruparpiemonte.it

RACCOMANDAZIONI
– DIVIETO DI OGNI FORMA DI ASSEMBRAMENTO DI PERSONE IN OGNI LUOGO PUBBLICO E APERTO AL PUBBLICO
– CHI HA SINTOMI DI INFEZIONE RESPIRATORIA O FEBBRE (37,5°) È INVITATO A RIMANERE A CASA, EVITARE CONTATTI SOCIALI E AVVISARE IL PROPRIO MEDICO CURANTE.
– CHI DOVESSE NECESSARIAMENTE USCIRE DI CASA PER MOTIVI DI LAVORO, SALUTE, SITUAZIONE DI NECESSITÀ O PER RIENTRARE AL PROPRIO DOMICILIO, PUÒ STAMPARE E COMPILARE QUESTO modulo di autodichiarazione .

Tutta la cittadinanza è invitata a utilizzare esclusivamente i canali ufficiali per la comunicazione delle criticità:
– 112 (Emergenza sanitaria)
– 800192020 (Richieste di carattere sanitario sul Coronavirus)
– 800333444 (Richieste di carattere NON sanitario sul Coronavirus)
– 1500 (Informazioni sul Coronavirus).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Covid-19: le misure urgenti di contenimento (9/3/2020)

Prossimo articolo

Coronavirus: spesa a domicilio

Ultime notizie di Comune

Comunichiamo

L’app Comuni-chiamo si aggiunge al pacchetto informativo del Comune di Avigliana: i

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: