Contributo affitto

/
6 minuti di lettura

Dal 1 fino al 30 settembre 2020 sono aperti i termini per la partecipazione al bando dell’assessorato alle Politiche sociali per l’assegnazione di contributi a integrazione dei canoni di locazione per l’anno 2019 e 2020 

È aperto il bando per l’assegnazione di contributi affitto. Possono essere accolte le domande di chi, alla data di apertura del bando, il 1 settembre 2020 sia cittadino italiano o di uno Stato Ue, oppure cittadini stranieri e apolidi con permesso di soggiorno valido.

Chi richiede il contributo deve avere la residenza in uno dei Comuni dell’Ambito 41 con un contratto di locazione a uso abitativo regolarmente registrato con il canone regolarmente corrisposto, riferito all’alloggio in cui hanno la residenza anagrafica e di categoria catastale A2, A3, A4, A5 e A6 il cui canone annuo, escluse le spese accessorie, non sia superiore a seimila euro.

Occorre inoltre l’Attestazione Isee 2020, in corso di validità al momento della presentazione della domanda, dalla quale risulti un valore del reddito complessivo uguale o inferiore a euro 13.338,26. L’incidenza del canone di locazione, regolarmente corrisposto nel 2019, e al netto degli oneri accessori sul reddito complessivo risultante dalla attestazione Isee 2020 deve essere superiore al 28% per cento.

Gli altri requisiti possono essere verificati sui moduli in allegato.

Modulistica

Bando affitto Avigliana 2020

Contributo affitto Avigliana 2019-2020

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE E AUTOCERTIFICAZIONE DEI REQUISITI

1. I requisiti e le condizioni per la partecipazione al presente bando sono attestabili mediante dichiarazioni sostitutive ex artt. 46 e 47 DPR n. 445/2000 s.m.i..
2. La domanda deve essere corredata dai seguenti documenti:
2.1. copia del permesso di soggiorno in corso di validità del solo richiedente nel caso in cui sia cittadino straniero o apolide;
2.2. copia integrale del contratto di affitto in corso di validità e documentazione comprovante la regolare registrazione del contratto;
2.3 In caso di titolarità di diritti reali di proprietà, usufrutto, uso ed abitazione su immobili ad uso abitativo ubicati nel territorio italiano è necessario allegare la documentazione necessaria a dimostrare di trovarsi in una delle condizioni previste dall’art.1, comma 10.
2.4 In caso di reddito complessivo zero oppure inferiore al canone di locazione annuo stabilito nel contratto di locazione, è necessario rendere nella domanda di partecipazione la dichiarazione sostitutiva di atto notorio circa la fonte di sostentamento.
2.5 Copia delle ricevute di pagamento dei canoni 2019 e 2020 fino alla data di presentazione della domanda, quelle relative alle ultime mensilità 2020 devono essere presentate entro il 15/12/2020.

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO E MODALITÀ DI PAGAMENTO

CONTRIBUTO FONDO 2019
1. Il contributo teorico riconoscibile è costituito dalla somma occorrente per abbattere il rapporto del canone sul reddito complessivo del nucleo al 28% e non può, in ogni caso, essere superiore a € 3.000,00.
2. Il contributo teorico è riconosciuto in misura differenziata, rispetto alle fasce reddituali dei richiedenti, come segue:
 100% per reddito complessivo del nucleo fino a euro 6.669,13;
 75% per reddito complessivo del nucleo tra euro 6.669,14 e euro 10.000,00;
 50% per reddito complessivo del nucleo tra euro 10.000,01 e euro 13.338,26.

CONTRIBUTO FONDO 2020
3. Il contributo teorico riconoscibile è costituito dalla somma occorrente per abbattere il rapporto del canone sul reddito complessivo del nucleo al 14% (fascia a) e non può, in ogni caso, essere superiore a € 3.000,00.
4. Il contributo teorico riconoscibile è costituito dalla somma occorrente per abbattere il rapporto del canone sul reddito complessivo del nucleo al 24% (fascia b) e non può, in ogni caso, essere superiore a euro 2.300,00.
Il contributo effettivo erogabile ai beneficiari è determinato da ciascun Comune capofila applicando al contributo teorico la medesima percentuale di riparto delle risorse effettivamente disponibili.
In applicazione del principio di gradualità stabilito dall’art 2, comma 3, del DM 7 giugno 1999 in favore dei nuclei familiari a più basso reddito, l’accesso alla ripartizione di cui alla fascia b è condizionato alla integrale soddisfazione del fabbisogno delle domande di fascia a come raccolto dai Comuni.
Qualora le risorse non siano sufficienti per l’integrale soddisfacimento della fascia b), esse saranno assegnate ai richiedenti in base al reddito più basso e all’incidenza del canone più alta.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda è reperibile presso il Comune di Avigliana:
• Ufficio politiche sociali, via IV novembre n. 19 – tel. 0119769119
• Ufficio protocollo, piazza Conte Rosso n. 7
• Ufficio assistenti sociali, piazza Conte Rosso n. 8
• Sito istituzionale: www.comune.avigliana.to.it

La domanda dovrà essere presentata al Comune di residenza dal 1° settembre 2020 fino al 30 settembre 2020 con le seguenti modalità:
• a mano all’ufficio protocollo del Comune di Avigliana, piazza Conte Rosso n. 7 – 2° piano
• e-mail esclusivamente all’indirizzo segreteria.avigliana@ruparpiemonte.it
• PEC all’indirizzo comuneavigliana@cert.legalmail.it

Dell’esito dell’istruttoria verrà data comunicazione tramite e-mail o posta ordinaria.

Modulistica

Bando affitto Avigliana 2020

Contributo affitto Avigliana 2019-2020

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Cinema di Resistenza in Valle di Susa

Prossimo articolo

Fiere 2020 annullate

Ultime notizie di Comune

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: