Consiglio comunale del 9 luglio 2019

13 mins read

Sono 16 i punti all’ordine del giorno in discussione nel corso della seduta di martedì 9 luglio 

Martedì 9 luglio 2019 alle 17,30 in sala consiliare si riunisce in seduta pubblica straordinaria il Consiglio comunale di Avigliana per la trattazione dell’ordine del giorno. Dalle 17,30 alle 18 è previsto lo spazio aperto alle domande dei cittadini.

Il Consiglio comunale in diretta streaming.

Live blog del Consiglio comunale del 9 luglio

Ore 18,32 – Approvati i verbali del Consiglio comunale del 18 aprile scorso, il Consiglio entra nel vivo con la variazione di bilancio di previsione finanziario 2019-2021.

Ore 18,43 – Con 1 astenuto, 4 contrari e 11 favorevoli si approva il punto 3 relativo a una variazione di bilancio per far fronte a spese legali.

Ore 18,45 – Inizia la trattazione del punto 4 sulla variazione di assestamento generale e controllo della salvaguardia degli equilibri di bilancio che passa con 11 voti favorevoli da parte della maggioranza, 2 astenuti, 3 contrari.

Ore 19,13 – L’assessore ai Lavori pubblici Fulvio Salzone illustra una delibera sulla rimozione di vincoli per alloggi in edilizia convenzionata in via Felice Goffi. In seguito a un emendamento il punto 4 è approvato con 15 voti favorevoli e 1 astenuto.

Ore 19,30 – Il punto 6 all’Ordine del giorno è illustrato dall’assessore all’Urbanistica Gianfranco Crosasso e si compone di sei parti, due delle quali più rilevanti. La prima tratta di una variante sullo stralcio del terreno di proprietà comunale presente nella zona industriale in zona Bertassi in via Valloia con trasformazione in terreno agricolo. «Circa 20mila metri quadri – spiega l’assessore Crosasso – tornano quindi a essere terreno agricolo. Questo stralcio prevede un recupero della volumetria edificabile nella stessa zona, dall’altra parte di via Valloia, in una zona già compromessa dal punto di vista edificatorio». La seconda parte riguarda invece l’adeguamento del piano regolatore alle sistemazioni viabili a parcheggio della Borgata Sada dove è prevista una rotatoria, l’ampliamento dei parcheggi esistenti, gli accessi alla borgata. La realizzazione viene eseguita in buona parte con gli indennizzi di Terna e con un investimento del Comune.

Ore 20,35 – La conta dei voti sul punto 6 è di 12 favorevoli e 4 contrari. La variante parziale 53 al Piano regolatore è quindi approvata e resa immediatamente esecutiva.

Ore 20,36 – Avigliana, uno dei primi Comuni italiani ad avere adottato un allegato energetico al regolamento edilizio già nel 20o7, promuove l’applicazione delle norme sovraordinate in materia di sostenibilità ambientale (norme e leggi su risparmio energetico, energia pulita, riduzione rifiuti) e paesaggistica (norme e leggi sulla tutela, salvaguardia e valorizzazione del paesaggio). In particolare si fa carico di informare e divulgare i contenuti di tale normativa, incentivandone pertanto l’applicazione. In tal senso si richiama il “diritto di panorama”, cioè il diritto di non aver impedita la fruizione della veduta di pregevoli parti di paesaggio, di manufatti di valore storico e culturale. Al fine di non impedire o limitare tale diritto si prescrive il controllo e la corretta manutenzione dell’altezza e ampiezza delle alberature, affinché non diventino eccessive.
«Un lavoro condiviso con particolare attenzione alla salvaguardia dell’ambiente – spiega l’assessore all’Urbanistica Gianfranco Crosasso –, dopo mesi di confronti e ragionamenti tra i soggetti quali la Consulta dei professionisti, le commissioni urbanistiche, gli esperti del territorio hanno presentato le proprie osservazioni che sono state valutate. Si è reso così esplicito il rispetto e il concetto di diritto di visuale (il paesaggio inteso come bene comune) che è uno degli elementi importanti». L’allegato energetico ambientale è approvato all’unanimità con 17 voti favorevoli.

Ore 21,15 – Dopo una breve pausa la seduta riprende. La mozione del gruppo Avigliana Viva propone di uniformare l’illuminazione pubblica utilizzando la tecnologia a led. L’Amministrazione comunale di Avigliana risponde attraverso l’assessore ai Lavori pubblici Fulvio Salzone di avere avviato contatti con due società che si occupano di gestione dell’illuminazione pubblica: Engie ed Enel Sole. A fine novembre 2018 Engie ha chiesto formalmente di effettuare sopralluoghi presso gli impianti di illuminazione pubblica e presso gli edifici compresi nel patrimonio del Comune, al fine di redigere uno studio di fattibilità relativo a interventi finalizzati sia al contenimento dei consumi energetici e all’uso razionale dell’energia, sia a una migliore ed efficiente manutenzione e gestione degli impianti. A fine 2018 l’Amministrazione ha autorizzato la società Engie servizi Spa a effettuare alcuni sopralluoghi presso gli impianti di illuminazione e gli edifici compresi nel patrimonio immobiliare di pertinenza del nostro Comune al fine di predisporre una proposta, senza alcun costo per il Comune di Avigliana, per riqualificazione, ammodernamento, messa a norma, gestione, conduzione e manutenzione degli impianti.
Successivamente Engie ha fornito una lista degli edifici pubblici sui quali ipotizzare un’opera di sostituzione delle lampade esistenti con nuove lampade a led per ottenere maggiore efficienza e risparmio. L’Amministrazione ha raccolto i dati richiesti da Engie: consumi energetici degli ultimi 3 anni, spesa manutentiva annua, planimetrie e censimento degli impianti di illuminazione pubblica, lista degli edifici da inserire nel progetto.
Nel marzo 2019 anche Enel Sole ha richiesto un incontro con l’Amministrazione durante il quale si è candidata per la redazione di un progetto di finanza per la riqualificazione dell’impianto di illuminazione pubblica.
L’Amministrazione sta quindi vagliando la possibilità di attivare due progetti di finanza (uno di Engie e l’altro di Enel Sole) con la conseguente necessità di instituire una commissione tecnica per valutare la bontà dei due progetti e sceglierne uno da mandare in gara. Nel frattempo è indispensabile che si attivi l’iter di acquisizione degli impianti di illuminazione pubblica, condizione necessaria per la successiva fase di gara.
Gli uffici tecnici stanno al momento lavorando sulla acquisizione dei dati di dettaglio necessari per l’attivazione delle fasi progettuali. Sulla base di quanto esposto, si ritiene che la mozione sia superata dagli eventi per cui l’Amministrazione prende atto di quanto presentato da Avigliana Viva e si impegna a discutere nelle commissioni Lavori pubblici e Ambiente quanto sarà proposto da Engie ed Enel Sole.

La mozione emendata passa all’unanimità con 17 voti favorevoli.

Ore 21,48 – In seguito alla risposta all’interrogazione sul risarcimento dei danni nell’area campi sportivi, si passa al punto 10, la mozione del M5s Avigliana sul consumo di suolo. L’assessore all’Urbanistica Gianfranco Crosasso replica che con la delibera del punto 5 l’Amministrazione mette già in atto la riduzione del consumo di suolo nei fatti. L’assessore propone pertanto di emendare la mozione.

Ore 23,02 – In seguito alla discussione in aula e a numerosi interventi, il Gruppo M5S Avigliana accetta gli emendamenti e si procede alla votazione. La mozione è approvata con 13 voti favorevoli e 4 contrari.

Ore 23,06 – Punto 11: il gruppo consiliare Avigliana viva chiede la presenza di una fontana nell’area Riva. Si rimanda la discussione alle competenti commissioni consiliari. La mozione viene approvata all’unanimità.

Ore 23,16 – Il sindaco Andrea Archinà risponde all’interrogazione del punto 12 sul contenzioso con la società i Tigli del lago rotondo rispetto alla Baia grande. Qui la risposta.

Ore 23,45 – Il Gruppo Adesso Avigliana illustra la mozione del punto 13 e ne riassume i punti principali. Il sindaco risponde che la disponibilità di uffici ed enti partecipanti non ha trovato il giusto punto di incontro. I criteri di interpretazione delle proposte progettuali sono stati fatti propri all’interno del protocollo, su proposta della società privata che ha ammesso la partecipazione della Città metropolitana di Torino. L’Amministrazione in una volontà di arricchire il dibattito ha valutato come positiva la partecipazione di Città metropolitana e Politecnico e il privato non si è opposto. Tutti gli enti si sono resi disponibili a fare valutazione di merito, a capire che cosa succede nelle altre parti d’Europa e del mondo in casi simili. La società ha ammesso di non avere proposte alternative alle bio-serre. Tutti gli enti hanno evidenziato la criticità delle bio-serre: ovvero il rischio che specie e biotipi di natura diversa possano contaminare un sito di importanza comunitaria come il Lago grande. Con 13 voti contrari e 4 favorevoli, la mozione viene bocciata. La seduta si chiude all’1.06.

Ordine del giorno
1. Comunicazioni.
2. Approvazione dei verbali del Consiglio comunale del 18/04/2019.
3. Deliberazione di giunta comunale n. 146 in data 3/6/2019, avente per oggetto: “Art. 175 d.lgs. 18 agosto 2000 – variazione al bilancio di previsione finanziario 2019-2021. Adozione in via d’urgenza”. Ratifica.
4. Articoli 175 e 193 del d.lgs. 18 agosto 2000 – variazione di assestamento generale e controllo della salvaguardia degli equilibri di bilancio – bilancio di previsione finanziario 2019-2021.
5. Rimozione dei vincoli articolo 35 legge 865/71. Convenzione La primula /Comune di Avigliana ambito Peep. Intervento realizzato in via Felice Goffi.
6. Variante parziale n. 53 al Prgc vigente ai sensi dell’art. 17 comma 5 della l.r. 56/77 s.m.i. – adozione progetto preliminare.
7. Approvazione allegato energetico-ambientale al regolamento edilizio e integrazione dell’art. 40.1 e dell’art. 77 del regolamento edilizio.
8. Mozione presentata dal gruppo consiliare Avigliana viva avente per oggetto: impianti illuminazione pubblica a led.
9. Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Comitato progetto per Avigliana avente per oggetto: risarcimento danni area campi sportivi.
10. Mozione presentata dal gruppo consiliare Movimento 5 Stelle Avigliana avente per oggetto: sollecita attuazione del Ppr (Piano paesaggistico regionale), la tutela del paesaggio e la riduzione del consumo di suolo.
11. Mozione presentata dal gruppo consiliare Avigliana viva avente per oggetto: installazione fontana nell’Area Riva.
12.Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Adesso Avigliana avente per oggetto: contenzioso con la società i Tigli del lago rotondo, stato dell’arte e intenzioni dell’Amministrazione in merito.
13. Mozione presentata dal gruppo consiliare Adesso Avigliana avente per oggetto: assenso alla prosecuzione della procedura concertativa con la società i Tigli del lago rotondo a tutela dell’ente.
14. Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Comitato progetto per Avigliana avente per oggetto: messa in sicurezza scuole aviglianesi.
15. Mozione presentata dal gruppo consiliare Adesso Avigliana avente per oggetto: sostegno alla richiesta di Regione Piemonte, Città di Torino e altri enti locali dell’ambito olimpico 2006 di inserimento negli impianti messi a disposizione di gare ai giochi olimpici invernali 2026.
16. Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Adesso Avigliana avente per oggetto: preoccupazioni per degrado verde pubblico e decoro urbano, anche in vista della realizzazione del parco Riva. Chiarimenti su programmazione, controllo/verifica ed entità dei costi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Baia grande: se ne parla in Consiglio

Prossimo articolo

Conoscere i rifiuti

Ultime notizie di Comune

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: