Circolarmente e i sexy robot

in Cultura

L’associazione Circolarmente ancora una volta ci porta nel futuro con un incontro, il 24 ottobre, sulle interazioni profonde tra uomo e macchina dal titolo: “Sexy robot. Etica, amore e sessualità del futuro”

Lo sviluppo scientifico e tecnologico dei prossimi decenni potrebbe trasformare profondamente le nostre società. Sex robot, sexy robot, robot per il sesso, macchine pensate per sostituire gli umani, anche a letto. Sì avete capito bene. Faremo sesso con un robot, in un futuro non tanto lontano. La fantascienza stavolta non c’entra. I robot del sesso sono già una realtà: per il momento i prototipi sono alquanto grezzi e assai poco sofisticati, ma in futuro la tecnologia sarà in grado di produrre copie sempre più simili all’uomo capaci di interagire con gli esseri umani rispondendo a specifici stimoli vocali, visivi e tattili. Sapranno riconoscere l’interlocutore, ne comprenderanno lo stato d’animo e impareranno a conoscerne gusti e preferenze. Ma cosa ne sarà dell’amore se le nostre relazioni sessuali si consumeranno con una macchina? Cosa avverrà al mondo del sesso a pagamento e della pornografia? I sex robot aumenteranno o diminuiranno la violenza sessuale? A queste domande risponderà il professor Maurizio Balistrieri, docente di bioetica dell’Università di Torino e autore del libro “Sex robot. L’amore al tempo delle macchine”. L’incontro ha il patrocinio del Comune di Avigliana.

Mercoledì 24 ottobre 2018 – ore 20.45
Auditorium Daniele Bertotto (Scuola Media Defendente Ferrari)
Ingresso Libero

“Sexy robot. Etica, amore e sessualità del futuro”
Relatore: Maurizio Balistrieri
Docente di Bioetica – Università di Torino

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime da Cultura

Tea time concerto

Sei concerti in programma nella XVIII edizione della rassegna musicale realizzata dall’associazione “Sandro Fuga”

Scrittori e tisane

Quattro scrittori alla biblioteca Primo Levi da settembre a dicembre, quattro incontri
Vai Su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: