Arte e solidarietà per la Casa della Salute

7 minuti di lettura

Consegnato al Polo Sanitario l’assegno della raccolta fondi e presentate le opere di pittura realizzate dagli alunni delle scuole in collaborazione con il museo Castello di Rivoli e la Fondazione Magnetto 

Avvenuta mercoledì 12 giugno, la consegna del simbolico maxi-assegno del valore di 1945 euro è frutto di una iniziativa di raccolta fondi organizzata a sostegno della Casa della Salute di Avigliana un mese fa. Su impulso dell’Unione Sportiva San Michele, della Polisportiva Avigliana Basket, della Uisp e sotto l’egida del Comune di Avigliana e del distretto sanitario Asl To3 Val Susa Val Sangone diretto dal dottor Mauro Occhi, è stata organizzata una corsa non competitiva aperta a tutti, occasione di svago che ha raggiunto l’obiettivo, grazie alla solidarietà della cittadinanza e alla partecipazione di numerosi iscritti, di realizzare un aiuto concreto a sostegno della struttura. L’assegno, consegnato nelle mani del direttore generale dell’Asl To3 dottor Flavio Boraso, sarà impegnato dall’azienda sanitaria per l’acquisto di strumentazione da destinare a chi frequenta il Polo Sanitario e la Casa della Salute di Avigliana.

«Il 12 maggio scorso – dichiara Andrea Archinà, sindaco di Avigliana – abbiamo organizzato una corsa non competitiva aperta a tutti in collaborazione con Unione sportiva San Michele e altre associazioni sportive, il cui ricavato è stato devoluto alla Casa della Salute di Avigliana. La forte partecipazione dei cittadini è certamente un segnale importante: sono stati infatti 400 gli iscritti alla manifestazione. Questa è la testimonianza di un’attenzione del territorio verso un luogo che non è solo di cura ma di promozione di un corretto stile di vita che produce benessere. Un benessere che si raggiunge anche attraverso la contemplazione della bellezza. Il progetto Arte e benessere ne è una testimonianza e come città di Avigliana stiamo immaginando di cogliere gli spunti positivi sperimentati nella nostra Casa della Salute per diffonderli in tutta la città attraverso interventi di arte partecipata coordinati dal Dipartimento educazione del Castello di Rivoli per sensibilizzare i cittadini di oggi è di domani alla cura dello spazio pubblico».

A seguire, sempre ad Avigliana, è stato presentato ufficialmente il progetto di wall painting realizzato da alcuni studenti delle scuole superiori di Avigliana, Bussoleno, Giaveno e Rivoli insieme al Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli e alla Fondazione Magnetto. Nato all’interno di una iniziativa di alternanza scuola-lavoro. Il progetto ha visto coinvolti i ragazzi nella decorazione pittorica di atri, scale e diversi ambienti della struttura, grazie ad una convenzione sottoscritta nel 2018 fra il direttore generale dell’Asl To3 Flavio Boraso e la responsabile capo del dipartimento Educazione del Castello di Rivoli Anna Pironti e sostenuta fattivamente dalla Fondazione Mario e Anna Magnetto. La convenzione prevede iniziative congiunte sul tema dell’umanizzazione dei luoghi di cura e ad Avigliana ha realizzato già diverse opere: per primo, il segno – simbolo del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto tracciato lungo le pareti delle scale interne, poi, a dicembre 2018, un grande erbario di piante autoctone all’ingresso del presidio, e ora alcune pitture ispirate ai concetti di armonie, respiro, luce e colore nei nuovi spazi ambulatoriali che ospiteranno a breve i servizi vaccinali e di consultorio fino a ora ospitati in via Monte Pirchiriano.

Tra il 2017 e il 2018 sono stati realizzati diversi wall painting presso il Polo Sanitario di Avigliana, interventi pittorici condivisi con la comunità come segno di appartenenza, in particolare con il presidio ospedaliero, il personale, gli abitanti e le scuole del territorio, i giovani coinvolti nel progetto alternanza scuola-lavoro con il dipartimento Educazione: Itcg Galileo Galilei di Avigliana, Liceo Scientifico Pascal di Giaveno, Liceo Scientifico Rosa di Bussoleno, Liceo Scientifico Darwin di Rivoli.

«Questa giornata – ha commentato il dottor Boraso – rappresenta un momento importante, di valorizzazione del Polo di Avigliana e di riconoscimento del ruolo che questa struttura svolge nel contesto della cittadina aviglianese e del territorio circostante. L’assegno che abbiamo simbolicamente ricevuto oggi è il segno tangibile del legame con la popolazione, che ringrazio insieme agli organizzatori della raccolta fondi ed al Comune di Avigliana. L’Azienda ha investito importanti risorse nella riorganizzazione dei servizi all’interno della struttura, che oggi è sede di una Casa della Salute fra le più attive e innovative del nostro territorio. La realizzazione delle bellissime opere da parte degli studenti completa questi interventi e conferisce dimensione concreta ai concetti spesso solo teorici di accoglienza e umanizzazione. Desidero ringraziarli, insieme con gli insegnati che li hanno seguiti nella realizzazione dei lavori, al Museo di Arte Contemporanea Castello di Rivoli e alla Fondazione Magnetto. Ci auguriamo che i progetti con il dipartimento Educazione del Castello di Rivoli e la Fondazione Magnetto abbiamo in futuro nuove occasioni e ulteriori sviluppi».
Prosegue così il percorso avviato con il primo wall drawing realizzato, nel medesimo Polo Sanitario, tracciando il segno-simbolo del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto che è già stato al centro di numerose azioni a cura del Dipartimento Educazione con le scuole di Rivoli e della Valsusa. Il Forte di Exilles, monumento simbolo della Valle, è caratterizzato dal grandioso giardino del Terzo Paradiso sul giasset, creato personalmente dall’artista e dai vivaisti della Regione Piemonte con 11.000 piante di lavanda. L’azione di pittura al Polo Sanitario è in sintonia con il Rebirth-Day, Giornata Mondiale della Rinascita proclamata da Pistoletto dal 21-12-2012.
Nella relazione con il territorio da sempre il Dipartimento Educazione è attento alla diffusione di una cultura del ben-essere di ogni individuo, a partire dall’esperienza dell’arte: l’incontro con l’arte, dentro e fuori dal Museo, traduce la conoscenza in autentica esperienza di vita. Una pratica che può sostenere e promuovere il senso di appartenenza, di cittadinanza e di responsabilità sociale per il benessere e la salute individuale e collettiva.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Avigliana ottiene 5 Vele

Prossimo articolo

Si inaugura l'acquedotto di Valle

Ultime notizie di Società

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: