Foto di repertorio, 9 maggio 2018 - Campioni prelevati in maniera progressiva dalla prima uscita dell'acqua all'inserimento del siluro di ghiaccio, fino al completamento della procedura
Foto di repertorio, 9 maggio 2018 - Pulizia delle condotte con il sistema del siluro di ghiaccio

Ancora acqua torbida a Drubiaglio

in Comune/Territorio

Nuovi fenomeni di acqua torbida a Drubiaglio e Grangia: calo di pressione gestito in giornata da Smat alla presenza dell’assessore ai Lavori pubblici 

Foto di repertorio, 9 maggio 2018 - Campioni prelevati in maniera progressiva dalla prima uscita dell'acqua all'inserimento del siluro di ghiaccio, fino al completamento della procedura
Foto di repertorio, 9 maggio 2018 – Pulizia delle condotte con il sistema del siluro di ghiaccio

Nella mattinata di domenica 11 novembre si sono nuovamente verificati fenomeni di acqua torbida nelle zone di Drubiaglio e Grangia gestite dai pozzi di ponte Dora. Secondo le prime verifiche messe in atto da Smat, il problema dovrebbe essere stato generato da un calo di tensione occorso ieri sera.  Una temporanea sospensione del funzionamento delle pompe le cui ripercussioni si sono evidenziate oggi con evidenti fenomeni di acqua sporca.

Le segnalazioni pervenute alla Smat sono state numerose. La squadra di manutenzione è intervenuta con sollecitudine intorno alle 10,30 e ha concluso gli interventi di spurgo in molte zone interessate dal problema sia in Drubiaglio che alla Grangia, intorno alle ore 17,00. L’Amministrazione comunale, nella persona dell’assessore ai lavori pubblici Fulvio Salzone, è stata in diretto contatto sia con la squadra che ha condotto gli interventi, sia con il dirigente reperibile della Smat che li ha coordinati. Sono state richieste con urgenza le dovute analisi, prima e dopo la stazione di pompaggio, con l’obiettivo di ottenerne il prima possibile i risultati.

Dopo la serata informativa a Drubiaglio dello scorso 14 marzo 2018, l’Amministrazione ha richiesto l’istituzione di un tavolo permanente con Smat e l’Autorità d’ambito per concordare e monitorare le azioni previste per la soluzione definitiva del problema. Nell’ultimo incontro del mese di ottobre sono stati presentati i circa venti lotti di intervento suddivisi per vie e isolati da effettuarsi con il siluro di ghiaccio. Entro la fine di ottobre sarebbe dovuto pervenire il cronoprogramma con gli interventi preparatori e quelli di pulitura delle tubature. Così non è stato a causa di problematiche inerenti la nuova macchina appositamente progettata per coprire tratte più lunghe come quelle di nostro interesse. «Assicuriamo esserci da parte nostra – dichiara il sindaco Andrea Archinà – una costante sollecitazione verso Smat nel perseguire gli obiettivi prefissati e promessi nell’incontro pubblico. Come già richiesto nei prossimi giorni sarà convocata una nuova seduta del tavolo coordinato dall’Ato per richiedere con rinnovata fermezza il mantenimento degli impegni e dei provvedimenti a tutela degli utenti aviglianesi».

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime da Comune

Iscrizioni alle scuole

I genitori potranno visitare i plessi e avere informazioni rispetto all’offerta formativa
Vai Su